La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 5580

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon mingi17 » 16. Jul 2014 20:39

Bild

Hier ein Bild vom Set
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon gaby » 26. Jul 2014 20:52

Le riprese della serie tv “La Catturandi” oggi a Pioppo e nel monrealese
I lavori di produzione sono iniziati lo scorso 20 Giugno e termineranno nel mese di Novembre

Monreale, 26 Luglio. Sono in fase di registrazione le sei puntate della serie televisiva “La Catturandi”, che sarà trasmessa su Rai Uno. La serie, diretta da Franco Costa, vede nel cast attori del calibro di Leo Gullotta, Massimo Ghini, Alessio Boni, Anita Caprioli, Vincenzo Amato, Ranieri Monaco di Lapio, è prodotta da Rodeo Drive per conto di RaiFiction ed è ambientata in tutta la Sicilia.

Oggi si sono svolte alcune riprese nel territorio del nostro Comune, ed in particolare, in mattinata la troupe televisiva ha girato alcune scene nella frazione di Pioppo, nei pressi di Piazza Valle Tajo, vicino la strada statale 186 chiusa al transito ed il bivio che conduce al Comune di Partinico.
http://www.filodirettomonreale.it/crona ... 07/26.html
gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon mingi17 » 27. Jul 2014 08:16

Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon mingi17 » 8. Aug 2014 08:41

http://www.repubblica.it/spettacoli/tv- ... -93360126/

Unter diesem Link gibt es einige Bilder in einer Slide Show

Bild

PALERMO - Sulla terrazza del Grand Hotel Villa Igiea, tra i turisti che fanno colazione, mare da cartolina e sole a picco, il vicequestore Massimo Ghini raggiunge l'imprenditore Alessio Boni: "So che lei è qui per un contratto, un grosso affare legato alle pale eoliche. Risulta, da nostre indagini, che possa essere stato avvicinato da mafiosi". Boni dissimula lo stupore, nega. Ghini continua a metterlo in guardia, poi lo saluta: "Per qualsiasi cosa, si rivolga a noi. È meglio". Catturandi è la nuova Piovra della Rai. Stavolta l'epica lotta tra Stato e mafia è raccontata dal punto di vista della Catturandi, squadra d'élite della Polizia deputata all'arresto dei grandi latitanti.

Il regista Fabrizio Costa gira la serie in sei puntate che andrà in onda la prossima stagione su RaiUno e che segna una svolta nella linea editoriale del servizio pubblico. Come nelle fiction americane in cui il protagonista è "doppio", da Dexter a House of cards, i personaggi sono complessi, riservano sorprese: i buoni non sono solo buoni, i "cattivi" come l'avvocato vicino a Cosa Nostra interpretato con maestria da Leo Gullotta (che lo definisce "una faina") non hanno la faccia feroce. La faina si muove felpata tra i saloni dell'ex villa appartenuta alla famiglia Florio. "Questa serie propone un gioco di scatole cinesi" spiega l'attore siciliano, "perché come insegna Pirandello in Uno, nessuno e centomila, niente è come appare. L'avvocato custodisce le chiavi di tutti i segreti, conosce il passato e la verità, mentre la polizia segue il suo percorso. La sceneggiatura era veramente interessante".
"La Catturandi", la nuova Piovra targata Rai
Navigazione per la galleria fotografica
8 di 8
Immagine Precedente Immagine Successiva
Slideshow



Se nella Piovra il cattivo Tano Cariddi (Remo Girone) muoveva i fili, qui anche chi, in apparenza, si presenta come vittima potrebbe avere qualcosa da nascondere. Ma soprattutto il tema del "doppio" si applica a tutti i personaggi: Ghini è un bravo poliziotto trasferito a Palermo con la macchia di un processo dopo le violenze al G8 di Genova, la tenace Palma Toscano (Anita Caprioli), donna che guida la squadra Catturandi, oltre a fare i conti con i fallimenti della sua vita privata è tormentata dalla misteriosa morte del padre, su cui continua a indagare. Era davvero un eroe? L'uomo da stanare è il superlatitante Sciaccia (Vincenzo Amato), ricerca lunga e laboriosa, piena di reti di protezione come di trappole. "Innoviamo i generi televisivi, in questo caso il poliziesco con la contrapposizione tra legalità e illegalità, lavorando sui personaggi, perché abbiano sfaccettature ricche. Il soggetto, scritto da Luca Rossi, Alessandro Fabbri e Valeria Colasanti, ci è stato presentato come un romanzo di cento pagine, anche questa è una novità. La storia di un imprenditore del Nord dal passato misterioso che sbarca in Sicilia per un affare è solo la prima lettura: ci è piaciuto quello che si muove dietro e poter raccontare i poliziotti "invisibili"".

Ghini è rimasto colpito dall'incontro con gli uomini della Catturandi di Palermo, "stanno 24 ore al giorno seduti davanti ai monitor e sanno interpretare il silenzio. Mi hanno spiegato che spesso è più interessante quello che non si dicono, i mafiosi che sospettano di essere intercettati cambiano il modo di comunicare. Anche un sospiro può essere determinante. Prima delle riprese ho avuto la fortuna di incontrare Renato Cortese, capo della Squadra mobile romana, che lavorò alla cattura di Provenzano. Immaginavo una scena da film western, con le pistole in pugno: Cortese è entrato nel casolare col sigaro tra le dita. Fantastico".

Prodotta da Rodeo Drive e RaiFiction, la serie in sei puntate racconta come la mafia giochi su tavoli diversi e come gli investigatori, di conseguenza, abbiano cambiato il modo di indagare. A capo del gruppo (come in Squadra antimafia di Canale 5), una donna. "Mi è piaciuto il tema del doppio" racconta Anita Caprioli "perché porta molta verità. Più che l'azione, in questa storia in cui tutti hanno qualcosa da nascondere è interessante la psicologia dei personaggi. Puoi essere davvero forte se conosci la tua fragilità e Palma, l'investigatrice, che sul lavoro è decisa, appassionata, piena di intuizioni, nella vita ha meno certezze. Mi fa piacere che la linea editoriale di RaiFiction dia spazio alle donne, senza stereotipi: le eroine inciampano. Catturandi è un thriller pieno di svolte improvvise, in cui non puoi dare niente per scontato".

"Secondo me lo sforzo della tv generalista" aggiunge Boni "dovrebbe essere proprio quello, attraverso la fiction, di proporre la complessità: è sempre più interessante. Negli eroi come nei personaggi negativi". "È un racconto sulla mafia e sugli uomini che la combattono" spiega il regista Fabrizio Costa, "nella finzione come nella realtà non è tutto bianco e nero. Leggendo il copione ho imparato molte cose sul lavoro paziente, accurato, dei poliziotti che fanno sacrifici enormi, anche personali. Non credo ci siano dubbi su chi sono i buoni".
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon mingi17 » 8. Aug 2014 08:49

Zusammenfassung
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon gaby » 8. Aug 2014 17:23

gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon mingi17 » 10. Aug 2014 08:35

“La Catturandi” su Rai Uno nel 2015: Ghini, Alessio Boni e Anita Caprioli per la nuova Piovra

9 agosto 2014 di Redazione
la_catturandi_01
gomorrah_trailer_sky_2014
50 Sfumature di grigio, Rita Ora: "E' stato molto complicato..."

0.00 / 5 5
1 / 5
2 / 5
3 / 5
4 / 5
5 / 5

Due mesi fa, o poco più Già all’epoca vi avevamo raccontato de “La Catturandi”. A fine giugno sono partite le riprese della nuova serie realizzata da Rodeo Drive per Rai Fiction: nel cast Alessio Boni, Anita Caprioli, Massimo Ghini, Leo Gullotta, Vincenzo Amato e Ranieri Monaco di Lapio, noto – ad esempio – per aver partecipato alla settima edizione del Grande Fratello. La storia è ambientata a Palermo, dodici episodi – sei puntate – che andranno in onda su Rai Uno nella primavera del 2015. Dando un’occhiata alle prime immagini dal set, siamo certi che sarà una fiction molto seguita e apprezzata: sarà perché dà l’idea di essere la “nuova Piovra” della Rai (come dimenticare Michele Placido nei panni del Commissario Cattani?), oppure per via degli attori, molti dei quali godono della nostra stima. “La Catturandi” è la squadra d’élite della polizia deputata all’arresto dei grandi latitanti.

LEGGI ANCHE: “1992″, FICTION SKY SUI FATTI DI MANI PULITE

LEGGI ANCHE: SQUADRA MOBILE, TORNA GIORGIO TIRABASSI-ROBERTO ARDENZI?

“La Catturandi”, i caratteri

Leo Gullotta è un avvocato vicino a Cosa nostra, Alessio Boni un imprenditore, Anita Caprioli è la donna che guida la squadra Catturandi. Last but not least, ecco Massimo Ghini, il vicequestore, quello che – solo apparentemente – potrebbe dare l’idea di un Commissario Cattani (La Piovra, ndr.) di epoca moderna. Ma per “La Catturandi” non è proprio così, non è solo mafia e politica, buoni e cattivi. Si lavora molto sui caratteri, sui personaggi, “all’americana” potremmo azzardare. Alla base c’è, sì, la lotta tra Stato e mafia, ma il racconto muove dall’occhio e dall’agire della stessa Polizia, dalla Catturandi intenta a scovare i grandi latitanti.

Buoni e cattivi: il tema del doppio

Bravi gli sceneggiatori, attento e puntuale il regista Fabrizio Costa: come detto, ne “La Catturandi” i buoni e i cattivi sembrano quasi scambiarsi i ruoli, almeno nella forma. Su questa falsariga l’avvocato vicino a Cosa Nostra (interpretato da Leo Gullotta), non un angelo dalla faccia sporca, ma neppure troppo feroce nei suoi atteggiamenti. La Squadra Mobile Catturandi di Palermo è anche questo e, ci piace rimarcarlo, incuriosisce anche per via del parallelo con la già citata Piovra di oltre 20 anni fa: lì c’era un superlativo Remo Girone (Tano Cariddi, ndr.) a tessere la ragnatela o muover i tentacoli – fate voi – nel caso de “La Catturandi” vittime ed eroi sembrano poggiati sullo stesso piano, tra un passato da ricostruire e scheletri nell’armadio che spingono per prendere una boccata d’aria.

http://velvetcinema.it/2014/08/09/la-ca ... ssio-boni/
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon mingi17 » 9. Mär 2015 21:14

Alessio hat heute die Infos auf seiner Homepage geändert, La Catturandi erst im Herbst!

Catturandi

A partire dall'autunno 2015. una nuova serie in 6 puntate per Rai UNO, regia di Fabrizio Costa. Con Anita Caprioli, Leo Gullotta, Massimo Ghini, Vincenzo Amato e Marta Gastini
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon mingi17 » 11. Mai 2015 06:49

La Catturandi con Alessio Boni andrà in onda a settembre?

11 maggio 2015 di Redazione
La Catturandi con Alessio Boni andrà in onda a settembre?
Non è stato mio figlio, Gabriel Garko sul set: fan in delirio [FOTO]
50 Sfumature di grigio: genitali e peli pubici riprodotti al computer

0.00 / 5 5
1 / 5
2 / 5
3 / 5
4 / 5
5 / 5


Sarebbe dovuta andare in onda proprio in questi mesi La Catturandi, la nuova fiction di Rai Uno con Alessio Boni, Anita Caprioli, Massimo Ghini, Leo Gullotta, Vincenzo Amato e Ranieri Monaco di Lapio (concorrente della settima edizione del Grande Fratello), invece alla fine la programmazione è slittata. Quando verrà trasmessa allora? Secondo alcune indiscrezioni che circolano sul web dovrebbe arrivare sulla Rete Ammiraglia il prossimo settembre (dodici episodi, quindi sei puntate). Sarà davvero così? Nello stesso periodo dovrebbe partire anche E’ arrivata la felicità con Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria (leggi la trama su Velvet Cinema) e quindi rischia di esserci ancora qualche spostamento.

La serie – realizzata da Rodeo Drive per Rai Fiction – è ambientata a Palermo ed è stata già paragonata alla Piovra con Michele Placido nei panni dell’indimenticabile commissario Cattani. La Catturandi è la squadra d’élite che si occupa dell’arresto dei grandi latinati: Gullotta veste i panni di un avvocato vicino a Cosa nostra, Boni un imprenditore, la Caprioli è alla guida del team e Ghini è il vicequestore. Alla base di tutto c’è la lotta fra Stato e mafia, ma i buoni e i cattivi sembrano quasi scambiarsi i ruoli. Almeno nella forma. Un personaggio ambiguo è proprio quello di Gullotta che non risulta troppo feroce nei suoi atteggiamenti.

Attualmente Boni è sul set del thriller psicologico Respiri, scritto dal regista con Angela Prudenzi e che vede nel cast anche Lidiya Liberman, Milena Vukotic, Pino Calabrese ed Eva Grimaldi. Alessio è un ingegnere molto affermato alle prese con una tragedia del suo passato che torna ad essere più viva che mai: “L’intrigo mentale – si legge sul web – il borderline umano parlano a ognuno di noi, sono fonti di storie che ci appartengono, perché possono succedere a chiunque e dovunque, basti pensare a Cogne“.


http://velvetcinema.it/2015/05/11/la-ca ... o-in-onda/
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La Catturandi - Miniserie in 6 Teilen, Rai

Beitragvon gaby » 23. Jun 2015 20:34

Tv: palinsesti Rai, le proposte di Rai Fiction/Scheda
Posted on 23 giugno 2015 by Adnkronos in Nazionali, Spettacolo-adn

Milano, 23 giu. (AdnKronos) – Conferme delle serie storiche e novità. Ecco nel dettaglio l’offerta di Rai Fiction per la prossima stagione.
++RAI 1 LUNGA SERIALITÀ++
DON MATTEO 10 – Scritto da Mario Ruggeri, Umberto Gnoli, Francesco Balletta, Andrea Valagussa, Emanuela Canonico. Regia di Jan Michelini. Con Terence Hill, Nino Frassica, Simone Montedoro. Una produzione Lux Vide Serie, 13 x 100’ – Giallo, comedy. Una delle serie più amate dal pubblico familiare di Rai1 torna in questa decima stagione con nuove storie e tante sorprese. Insieme a Don Matteo tornano i carabinieri Cecchini, Tommasi e Severino e, in canonica, Natalina e Pippo, Laura con la piccola Ester, Tomas e tanti altri. E come in ogni grande famiglia, ci sono gioie, soddisfazioni, ma anche problemi, conflitti, dolori da affrontare e risolvere e soprattutto imprevisti. Lo sa bene don Matteo, il punto di riferimento per tutti. Un format tutto italiano che negli anni è stato apprezzato in tutto il mondo, dalla Francia alla Finlandia, dall’America all’Australia. Un viaggio nella vita e nella società di oggi, tra delitti ed eroismi, generosità e umorismo, con lo sguardo irriducibile di un uomo che crede nella possibilità di cambiare.
È ARRIVATA LA FELICITÀ – Scritto da Ivan Cotroneo, Monica Rametta, Stefano Bises. Regia di Riccardo Milani e Francesco Vicario. Con Claudio Santamaria, Claudia Pandolfi, Alessandro Roja, Giulia Bevilacqua, Lunetta Savino, Ninetto Davoli, Edwige Fenech. Una produzione Publispei Serie, 12 x 100’ – Dramedy. Una nuova commedia familiare che racconta l’incontro e soprattutto i numerosi scontri tra l’architetto Orlando, padre di un adolescente e di un bambino, abbandonato dalla moglie, e Angelica, vedova in procinto di risposarsi e con due gemelle dal carattere opposto. Una commedia sentimentale in cui la ricerca della felicità passa attraverso mille peripezie e molti personaggi, con equivoci continui, una gara di ballo, un matrimonio che salta all’ultimo momento, la nascita di una bambina, amori inaspettati e suoceri dagli odi incrociati. Uno stile moderno e vivace per raccontare l’amore.
IL PARADISO DELLE SIGNORE – Scritto da Viola Rispoli, Fabrizio Cestaro, Debora Alessi. Regia di Monica Vullo. Con Giuseppe Zeno, Giusy Buscemi, Christiane Filangieri, Alessandro Tersigni, Marco Bonini. Una produzione Aurora Film Serie, 10 x 100’. Melò in costume. 1956, Milano. Sullo sfondo di un nuovo grande magazzino si intrecciano le vicende e i sogni di un gruppo di giovani donne che rappresentano l’Italia nuova. Teresa, appena giunta dal Sud, incontrerà l’amore, ma scoprirà anche una vocazione professionale. Le sue colleghe dovranno imparare a conciliare emancipazione e sentimento, ambizioni e lealtà, tradizione e modernità.
TUTTO PUÒ SUCCEDERE – Scritto da Filippo Gravino, Guido Iuculano, Michele Pellegrini Regia Lucio Pellegrini. Con Maya Sansa, Licia Maglietta, Pietro Sermonti, Ana Caterina Morariu, Giorgio Colangeli. Musiche di Paolo Buonvino. Una produzione Cattleya Serie, 13 x 100’ – Dramedy. Un nuovo, giovane e coinvolgente family drama per Rai1. Quattro fratelli, Alessandro, Sara, Giulia e Carlo accomunati dall’esperienza di essere o scoprirsi genitori. Le loro storie, quelle dei loro genitori e dei loro figli, alle prese con le difficoltà e le sfide del nostro tempo. Le vicende di una famiglia moderna, orientate sull’esaltazione dei legami tra generazioni che resistono al trascorrere del tempo e agli incidenti della vita.
++RAI 1 – SERIE++
BACIATO DAL SOLE – Scritto da Alberto Taraglio, Maria Grazia Saccà, Alessandro Sermoneta. Regia di Antonello Grimaldi. Con Guglielmo Scilla, Giuseppe Zeno, Barbora Bobulova, Loredana Cacciatore. Una produzione Pepito Produzioni Serie, 6 x 100’ – Dramedy. Elio, un giovane pugliese, arriva a Roma per partecipare a un talent show. Nonostante perda la finale per il misterioso intervento di Ruben, potente ed enigmatico direttore generale di Idra Tv, la sua simpatia e il suo talento conquistano l’Italia. Gli viene così affidata la conduzione di un one man show che lo trasforma in una star. Ma i soldi e il successo non bastano a renderlo felice: il fantasma della madre, che lo abbandonò quando era ancora un bambino, continua a perseguitarlo, mentre Milla, la nipote del proprietario di Idra Tv, una ragazza psicologicamente instabile, lo trascina pericolosamente nella dipendenza dalla cocaina. Gli unici che cercheranno di proteggerlo saranno i suoi genitori adottivi e soprattutto Anna, l’amica del cuore, segretamente innamorata di lui. Un dramedy moderno che attraverso il racconto del dietro le quinte del mondo televisivo affronta l’impatto che la popolarità può avere su chi ne diviene improvvisamente protagonista.
BRACCIALETTI ROSSI 3 – Scritto da Sandro Petraglia, Giacomo Campiotti Regia di Giacomo Campiotti. Con Aurora Ruffino, Brando Pacitto, Carmine Buschini, Lorenzo Guidi, Pio Piscicelli, Mirko Trovato, Carlotta Natoli, Andrea Tidona, Simonetta Solder. Una produzione Palomar Serie, 6 x 100’ – Dramedy. La serie rivelazione degli ultimi anni torna con una terza stagione evento. Dopo aver superato una serie di ostacoli, la potente storia d’amore tra Cris e Leo trova ora un grandissimo motivo di speranza. Leo, però, dovrà subire un’operazione molto impegnativa e rischiosa, ma prima Davide gli darà una grande e insperata possibilità: per alcuni giorni potrà tornare a vivere senza malattia. Solo a quel punto, Leo sarà pronto per affrontare la sfida decisiva col tumore. Un grande romanzo di formazione contemporaneo, che unisce le sfumature e la delicatezza del drama con la commedia agrodolce della quotidianità e le fresche venature di una storia teen.
CATTURANDI – NEL NOME DEL PADRE – Scritto da Luca Rossi, Alessandro Fabbri Regia di Fabrizio Costa. Con Anita Caprioli, Alessio Boni, Massimo Ghini, Leo Gullotta. Una produzione Rodeo Drive Media Serie, 6 x 100’ – Poliziesco. La Catturandi di Palermo è la squadra d’élite della Polizia deputata all’arresto dei grandi latitanti mafiosi. Punta di diamante di questo team è una giovane donna, Palma Toscano, impulsiva e determinata a catturare Natale Sciacca, l’ultimo capo della più potente organizzazione criminale del mondo. Nello scenario di una Palermo calda e intricata, Palma capirà che nulla è come sembra: i mafiosi più temibili sono volti insospettabili e anche gli amici possono tradirti. Non solo gli amici: anche gli amori. Perché Palma si porta nel cuore una ferita, la misteriosa morte del padre, eroe della Polizia, che condiziona da sempre la sua vita. Il suo sarà un viaggio doloroso alla fine del quale Palma riuscirà a trovare ciò che cerca davvero: se stessa. L’epica lotta tra lo Stato e la mafia come una partita di scacchi infinita, tra equilibri fragili e precari, in cui sono in gioco la libertà e la sopravvivenza.
COME FAI SBAGLI – Scritto da Gloria Malatesta, Doriana Leondeff, Michele Pellegrini. Regia di Riccardo Donna, Tiziana Aristarco. Con Enrico Ianniello, Daniele Pecci, Caterina Guzzanti, Francesca Inaudi. Una produzione Paypermoon Serie, 6 x 100’ – Family, comedy. I Piccardo e gli Spinelli abitano gli uni accanto agli altri ma non potrebbero essere più diversi: conservatori e tradizionalisti gli uni, liberali e progressisti gli altri. Una cosa però li unisce: dei figli adolescenti e l’eterna lotta per cercare di educarli secondo i propri valori. Inutile dire che si tratta di una sfida impossibile, cui però i nostri si impegnano ogni giorno con risultati esilaranti. Una commedia brillante che racconta con umorismo la sfida quotidiana di essere genitori oggi.
GRAND HOTEL – Scritto da Peter Exacoustos, Daniela Bortignoni, Isabella Aguilar. Regia di Luca Ribuoli. Con Eugenio Franceschini, Valentina Bellè, Andrea Bosca, Dario Aita, Federica De Cola, Pierpaolo Spollon, Ugo Dighero, Emanuela Grimalda. Una produzione Cattleya Serie, 6 x 100’. Melò, mistery in costume. 1905. Dalla provincia italiana il giovane Pietro Neri arriva al Grand Hotel Paradiso, un lussuoso albergo in una splendida valle alpina. Spacciandosi per cameriere, vuole indagare sulla scomparsa di sua sorella Caterina. Non sa, però, che sulla sua strada incontrerà Adele Alibrandi, l’aristocratica figlia della proprietaria dell’albergo. La differenza di classe non impedirà ai due giovani di innamorarsi e scoprire la verità su Caterina e sui misteri legati alla sua scomparsa. Un melodramma storico tinto di giallo e di mistero sullo sfondo della Belle Époque.
IL GIOVANE MONTALBANO 2 – Scritto da Francesco Bruni. Dai racconti di Andrea Camilleri. Regia di Gianluca Tavarelli Con Michele Riondino, Sarah Felberbaum, Alessio Vassallo. Una produzione Palomar Serie, 6 x 100’ – Poliziesco. Dopo il successo della prima serie, Il giovane Montalbano torna con sei nuovi episodi inediti scritti da Andrea Camilleri. Il giovane commissario Montalbano, ormai riambientatosi nella natia Vigata dove è tornato dopo tanti anni di assenza, affronta una serie di nuovi appassionanti casi con l’aiuto dei suoi fidati collaboratori: il vice commissario Mimì Augello, il giovanissimo e solerte ispettore Fazio, il burbero medico legale Pasquano e soprattutto lo stralunato agente Catarella. Nel consueto e affascinate scenario siciliano, Montalbano sarà chiamato a risolvere misteri che affondano le loro radici ora nella criminalità organizzata ora nei sentimenti e nel privato delle vittime e dei loro assassini, in una girandola di colpi di scena in cui niente è mai come sembra.
IL SISTEMA – Scritto da Sandrone Dazieri, Walter Lupo. Regia di Carmine Elia. Con Claudio Gioè, Gabriella Pession, Valeria Bilello, Lino Guanciale, Thomas Trabacchi, Antonio Gherardi Una produzione Iif – Italian International Film Serie, 6 x 100’ – Detection. Partendo da un caso all’apparenza di facile soluzione, il maggiore Alessandro Luce in forza al Gico di Roma, reparto scelto della Guardia di Finanza, scopre un articolato sistema di criminalità organizzata che gestisce i giganteschi introiti delle cosche ripulendoli dal sangue e dal crimine. Una struttura piramidale difficile da penetrare e ancor più da risalire. Con l’aiuto della sua squadra, Alessandro si impegnerà a scardinare progressivamente il sistema da infiltrato: dalla piccola criminalità romana ai colletti bianchi, fino ad arrivare al Sistemista, uno degli uomini più ricercati al mondo. E per farcela si metterà in gioco completamente senza sapere che anche la donna che gli preso il cuore, Daria, fa parte del sistema. Un’epica lotta tra bene e male ispirata alla cronaca che mostra dall’interno i rischi dell’affascinante ma complesso lavoro della Guardia di Finanzia.
L’ALLIEVA – Scritto da Peter Exacoustos, Cecilia Calvi, Valerio D’Annunzio, Vinicio Canton. Dai romanzi di Alessia Gazzola Regia di Luca Ribuoli Con Alessandra Mastronardi, Lino Guanciale, Dario Aita, Marzia Ubaldi, Martina Stella Una produzione Endemol Italia Serie, 6 x 100’ – Giallo, comedy. Alice sta per terminare gli studi in medicina, ma… non sa cosa fare del suo futuro. Sarà l’omicidio di una persona vicina a farle scoprire la sua vocazione: la medicina legale. Forse dipende tutto dal suo intuito, che la induce a ficcanasare dove non dovrebbe. Forse è per l’aiuto di nonna Amalia che sa come districarsi fra i pettegolezzi di paese. Una cosa è certa: se Alice sceglie quella specializzazione è anche per rivedere Claudio Conforti, l’affascinante medico legale che ha conosciuto durante il sopralluogo e di cui si è perdutamente invaghita. Ma presto a metterla in crisi arriverà anche un altro uomo: Arthur, affascinante reporter che per di più è il figlio del temutissimo primario dell’Istituto di Medicina legale. La vita sentimentale movimentata, però, non la distoglierà dal suo lavoro: l’allieva, infatti, ha ancora tanto da imparare. Impegnata in casi intricati, Alice riuscirà a trovare la sua strada professionale, incoraggiata dal calore della famiglia, dalla carica della stramba coinquilina giapponese Yukino, dall’affetto dell’enigmatico fratello Marco e da una giostra di amici, colleghi e professori che spesso, per aiutarla, finiranno per rendere le sue giornate ancora più complicate.
PROVACI ANCORA PROF! 6 – Scritto da Dido Castelli, Margherita Oggero. Regia di Enrico Oldoini e Francesca Marra. Con Veronica Pivetti, Enzo Decaro, Paolo Conticini. Una produzione Endemol Italia Serie, 8 x 100’ – Giallo, comedy. Otto nuove serate in cui la vita della frizzante professoressa Baudino, sempre appassionata di gialli, verrà stravolta. Questa volta, infatti, Renzo sembra averla combinata davvero grossa e Camilla arriva a chiedere la separazione. Che cosa avrà combinato? Nel tentativo di riconquistarla, Renzo, va ad abitare di fronte a lei, nella casa che era del commissario Berardi. Questi, intanto, si trasferisce nell’appartamento sottostante a quella di Camilla. Mossa strategica? Forse. Sta di fatto che ora la prof. è libera. Il commissario, dopo anni di attesa, intuisce la grande occasione e tenta il tutto per tutto. Vedremo finalmente concretizzarsi il loro sogno d’amore o Camilla ritornerà sui suoi passi perdonando Renzo ancora una volta? Il consolidato mix di ingredienti della serie si rinnova puntando al rilancio anche nei gialli, orientati ai temi sociali e in particolare ai giovani. Con una scuola ancora una volta di ‘frontiera’ raccontata con sempre maggiore realismo.
QUESTO È IL MIO PAESE – Scritto da Sandro Petraglia, Elena Bucaccio. Regia di Michele Soavi. Con Violante Placido, Francesco Montanari Una produzione Cross Productions Serie, 6 x 100’ – Dramedy. Anna non ha nemmeno quarant’anni quando diventa sindaco. Senza esperienze politiche pregresse e con pochi alleati, Anna scopre in sé una forza inaspettata che la spinge a lottare contro i giganti per difendere l’integrità dell’istituzione che rappresenta e per il bene della popolazione. Un’avvincente dramedy sul senso di riscoperta e riappropriazione della propria terra e sul coraggio di mettersi in gioco in prima persona per l’affermazione della legalità.
UNA PALLOTTOLA NEL CUORE 2 – Scritto da Nicola Lusuardi, Salvatore Basile, Francesco Arlanch, Luca Manfredi. Regia di Luca Manfredi. Con Gigi Proietti, Francesca Inaudi, Licia Maglietta, Marco Marzocca, Paola Minaccioni, Giovanni Scifoni. Una produzione Compagnia Leone Cinematografica Serie, 4 x 100’ – Giallo, comedy. Gigi Proietti torna nei panni del giornalista Bruno Palmieri per ripercorrere le strade di Roma in cerca di vecchi casi di cronaca irrisolti. Naturalmente dovrà continuare a confrontarsi anche con gli imprevedibili casi irrisolti della propria vita personale: da trent’anni ha una pallottola vicina al cuore e non ha mai saputo chi gli abbia sparato e perché. Dal passato intanto è tornata Paola, una vecchia fiamma, da cui Bruno non sapeva di avere avuto una figlia, Maddalena, la praticante cui sta insegnando i trucchi del mestiere. Ma che cosa succederebbe se Maddalena scoprisse che Bruno è suo padre? E perché Paola sembra subire il fascino di un chirurgo, anche lui tornato dal passato? Cosa accadrà al protagonista quando la pallottola che ha vicino al cuore si sposta e finisce sotto i ferri del fascinoso amico di Paola? L’irresistibile verve del grande mattatore romano per un originale mix di mistery e commedia all’italiana.
++RAI 1 – MINISERIE++
ANNA E YUSEF UN AMORE SENZA CONFINI Scritto da Maura Nuccetelli, Urbano Lione, Nicola Cometti con la collaborazione di Cinzia TH Torrini e Donatella Diamanti Regia di Cinzia TH Torrini Con Vanessa Incontrada, Adel Bencherif. Una produzione IIF – Italian International Film Miniserie, 2 x 100’ – Social Drama A causa di un banale errore Yusef, il compagno tunisino di Anna, viene costretto a lasciare l’Italia entro quindici giorni. Ben presto Anna, schiacciata dallo struggimento per la forzata separazione, raggiunge Yusef nel suo paese d’origine. Le tensioni dell’incipiente ‘primavera araba’, però, separeranno nuovamente la coppia e quando di Yusef si perderanno le tracce, ad Anna non resterà che tornare in Italia rischiando la vita e imbarcandosi su una carretta che trasporta clandestini. Un social drama che raccontare uno dei temi più rilevanti della nostra contemporaneità.
IL CONFINE – Scritto da Laura Ippoliti e Andrea Purgatori. Regia di Carlo Carlei Con Filippo Scicchitano, Caterina Shulha, Alan Cappelli Goetz Una produzione Paypermoon Miniserie, 2 x 100’ – Drama in costume. L’insensatezza della guerra e la forza dell’amore raccontate attraverso la storia di tre giovani indissolubilmente legati tra loro sul drammatico sfondo del primo conflitto mondiale. Trieste. Travolti dagli eventi bellici, Emma, figlia di un commerciante ebreo, Franz, figlio di un rigido militare Austriaco, e Bruno, figlio di un operaio e fratello di uno dei più vivaci protagonisti dell’irredentismo triestino, saranno costretti a rinunciare alla propria giovinezza, entrando prematuramente nell’età adulta. Si perderanno e si ritroveranno, profondamente uguali a se stessi, nonostante la loro amicizia sia costantemente messa a dura prova. Lotteranno per sopravvivere e per salvare non solo chi amano, ma anche ciò in cui credono.
IO NON MI ARRENDO – Scritto da Marco Videtta, Jean Ludwigg, Enzo Monteleone. Regia di Enzo Monteleone. Con Giuseppe Fiorello. Una produzione Picomedia Miniserie, 2 x 100’ – Civile. La commovente storia di Roberto Mancini, vicecommissario romano che per primo ha scoperto e denunciato il traffico di rifiuti tossici gestito dalla camorra nelle province tra Napoli e Caserta. Una battaglia che Mancini porterà avanti da solo con grande coraggio e tenacia lottando contro i suoi antagonisti e contro quella malattia, contratta durante i sopralluoghi tra le discariche di rifiuti tossici e radioattivi, che nell’aprile 2014 ne causerà la morte.
LAMPEDUSA – Scritto da Andrea Purgatori e Laura Ippoliti. Regia di Marco Pontecorvo Con Claudio Amendola, Carolina Crescentini. Una produzione Fabula Pictures Miniserie, 2 x 100’ – Social Drama. Una madre con i suoi due figli in fuga dalla guerra, ostaggio dei trafficanti di esseri umani sulle coste africane. Serra, comandante di un’unità della Guardia Costiera, che ogni giorno rischia la vita con il suo equipaggio per strappare i migranti alla morte. Viola, responsabile di un Centro di accoglienza, che cerca di restituire dignità a ogni donna, uomo, bambino che riesca a raggiungere l’Italia. Un’isola, Lampedusa – frontiera estrema dell’Europa – che vive la tragedia degli sbarchi, offrendo solidarietà incondizionata in mare e a terra. Non è semplice costruire un rapporto, in quell’emergenza quotidiana, ma Serra e Viola ci riusciranno. Superando le reciproche diffidenze, scoprendo il senso del loro lavoro, aiutando quella famiglia in fuga a ricongiungersi dopo un drammatico salvataggio notturno al quale parteciperà tutta la gente dell’isola.
SOTTO COPERTURA – Soggetto di Salvatore Basile, Mara Nuccetelli, Umberto Gnoli. Sceneggiatura di Salvatore Basile, Francesco Arlanch Regia di Giulio Manfredonia. Con Claudio Gioè, Guido Caprino, Filippo Scicchitano, Raffaella Rea, Simone Montedoro. Una produzione Lux Vide Miniserie, 2 x 100’ – Poliziesco. A Casal di Principe si nasconde Antonio Iovine, super boss della camorra, uno dei trenta latitanti più pericolosi d’Italia. L’uomo è ricercato da quasi quindici anni e la sua cattura è ormai un chiodo fisso per Michele Romano, primo dirigente della Squadra Mobile di Napoli. Poco a poco, tra pedinamenti e intercettazioni, le vite dei membri della squadra di Polizia si intrecciano on quella della vivandiera del super latitante. Il suo nome è Anna e ha solo vent’anni. La ragazza è divisa tra il prestigio e la responsabilità di lavorare per Iovine, di cui forse non conosce tutte le atrocità, e l’amore nascente per un giovane ragazzo del posto che nulla ha a che fare con la camorra. È Anna la pista principale per arrivare al criminale, il punto d’unione tra la Polizia e il boss. E dovrà decidere da che parte stare… Una miniserie evento dall’alto valore civile che racconta una delle pagine più importanti della lotta contro la criminalità organizzata.
++RAI 1 – TV MOVIE++
LEA – Scritto da Monica Zapelli, Marco Tullio Giordana. Regia di Marco Tullio Giordana. Con Vanessa Scalera, Linda Caridi, Alessio Praticò, Mauro Conte, Antonio Pennarella. Una produzione Bibi Film Tv Movie, 1 x 100’ – Drama. Lea Garofalo è cresciuta in una famiglia criminale. E un criminale è anche il padre di sua figlia Denise, l’uomo di cui Lea si è innamorata da ragazza: Carlo Cosco. Lea, però, desidera per Denise una vita diversa, senza violenza, menzogna e paura. Nel 2002 decide di collaborare con la giustizia e viene sottoposta con sua figlia al regime di protezione. Poi, per incomprensibili motivi burocratici, la protezione le viene revocata. Rimasta senza soldi e senza la possibilità di trovarsi un lavoro, Lea chiede aiuto a Carlo per il mantenimento della figlia e lui ne approfitta nel più vile dei modi. Lea viene rapita per strada, torturata e alla fine uccisa. Pur essendo solo una ragazzina, Denise non si piegherà e permetterà di individuare e processare tutti i responsabili dell’omicidio della madre, costituendosi parte civile contro suo padre. Una grande storia di denuncia e impegno che rende omaggio a una donna semplice diventata un modello civile di coraggio. Una testimonianza esemplare, affrontata con un linguaggio realistico, sul desiderio di giustizia e sull’affermazione della legalità nel nostro paese.
LE NOZZE DI LAURA – Scritto da Pupi Avati, Tommaso Avati, Francesco Petrulli. Regia di Pupi Avati. Con Neri Marcorè, Lina Sastri, Nicola Rignanesi, Alessandro Sperduti, Marta Iagatti. Una produzione DueA Film Tv movie, 1 x 100’ – Social drama. Le nozze di Cana nella Calabria di oggi. Laura, ragazza ingenua e non bella, lascia Roma per tornare in Calabria dai genitori, proprietari di un grande agrumeto. Porta dentro di sé un segreto: è incinta di un uomo incontrato per caso, Hermes. Quando Laura incontra Karimu, un raccoglitore d’arance, i due ragazzi subito si innamorano. Ma gli unici famigliari su cui la ragazza può contare per proteggere la relazione sono la zia Maria, vedova di un falegname, suo figlio, il cugino con cui Laura è cresciuta, e i suoi amici Andrea e Giovanni. Informati della relazione, i genitori di Laura non la accettano e quando scoprono che la ragazza è incinta di uno sconosciuto, non esitano a cacciarla via di casa. Sarà solo grazie all’intervento provvidenziale della zia Maria e del cugino che i due giovani riusciranno a vivere il loro sogno d’amore.
LIMBO – Scritto da Laura Paolucci, Francesco Piccolo. Dall’omonimo romanzo di Melania Mazzucco. Regia di Lucio Pellegrini. Con Kasia Smutniak, Adriano Giannini. Una produzione Fandango Tv Movie, 1 x 100’ – Drama. Manuela Paris, maresciallo del plotone Pegaso, 10° reggimento alpini è stata in missione in Afghanistan e adesso torna dopo sei mesi di ospedale, per una delicata operazione al cervello, per un intervento per ricomporre le ossa sbriciolate di una gamba. È rimasta vittima di un attentato: un bomba ha ucciso due dei suoi uomini e l’interprete. Tornare al lavoro è ciò che Manuela desidera di più, ma per fare questo deve prima guarire e ricordare, annotando meticolosa mente in un diario quanto avvenuto prima dell’attentato. E nel suo diario i ricordi dell’Afghanistan si intrecciano con quelli del passato. Intanto la vita va avanti e ogni sera, Manuela si ferma a osservare un uomo nascosto dal buio, che fa la stessa cosa. Un giorno i due per caso si incontrano. Lui si chiama Mattia. La invita a fare un giro al lago, si baciano, si innamorano. Ma Mattia, proprio come Manuela, è sospeso in un suo personale limbo di attesa e speranza e ha un segreto che non può confessare.
PURCHÈ FINISCA BENE IL VICINO DEL PIANO DI SOPRA – Scritto da Alberto Taraglio e Fabrizia Midulla. Regia di Fabrizio Costa. Cast da definire. Una produzione Pepito Produzioni Srl Tv Movie, 1 x 100’ – Commedia romantica. Claudia ha comprato la casa di Bruno e farebbe qualunque cosa per mandarlo subito via. Bruno non vuole andarsene, ma è pronto a tutto pur di riconquistare la sua ex moglie Susanna, ora in coppia con un ricco dentista. Così, quando viene invitato alla festa di fidanzamento di Susanna e del dentista, Bruno decide di giocarsi l’ultima disperata carta: la gelosia. Propone a Claudia un accordo: se lei accetta di accompagnarlo alla festa in veste di fidanzata, lui lascerà per sempre l’appartamento. Lo strampalato piano sembra risvegliare l’interesse di Susanna per Bruno, ma ha anche l’effetto di complicare seriamente la vita di tutti.
PURCHE’ FINISCA BENE NON È COME PENSI – Scritto da Alberto Taraglio e Fabrizia Midulla. Regia di Fabrizio Costa. Cast da definire. Una produzione Pepito Produzioni Srl Tv Movie, 1 x 100’ – Commedia romantica. Mara è la caporedattrice di una rivista che si occupa di turismo di lusso. Donna brillante e in carriera ha un unico problema: la sfortuna con gli uomini. L’incontro con Luca sembra cambiare il corso delle cose: Luca è bello, gentile, ma soprattutto single. L’idillio tra i due, però, dura poco: Mara scopre, infatti, che Luca è il proprietario dell’albergo diffuso di Matera che lei ha ‘distrutto’ con la sua ultima negativa recensione. Ciò che peggio, però, è che nell’albergo Mara non ci è mai stata e l’articolo è frutto di una schermaglia competitiva tra lei e un collega. Tra gag, malintesi e batticuore, il castello di bugie di Mara non potrà che crollarle addosso… ma nemmeno Luca si rivelerà così trasparente come sembra.
++RAI 2 – SERIE++
L’ISPETTORE COLIANDRO – IL RITORNO – Scritto da Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi, Marco e Antonio Manetti. Regia di Marco e Antonio Manetti. Con Giampaolo Morelli, Paolo Sassanelli, Giuseppe Soleri. Una produzione Vela Film Srl Serie, 6 x 100’ – Poliziesco, comedy. Dopo quattro anni di assenza, tornano in tv le appassionanti avventure dell’ispettore Coliandro, il poliziotto sgangherato e fuori dalle righe creato da Carlo Lucarelli. Nuove rocambolesche indagini per questo rappresentante delle Forze dell’Ordine sui generis, pasticcione e testardo, deciso a battersi sempre e comunque – anche a dispetto delle sue capacità – per un innato senso della giustizia e della legalità. In un irresistibile mix di crime e comedy, L’ispettore Coliandro – Il ritorno riporta in scena uno dei personaggi televisivi più amati, con nuove ed entusiasmanti avventure alla scoperta del lato più pulp dell’Italia di oggi.
++RAI 2 – SKETCH-COMEDY++
ZIO GIANNI 2 – Scritto da Luigi di Capua, Matteo Corradini, Daniele Grassetti, Devor de Pascalis, Luca Ravenna, Giulia Steigerwalt, Luca Vecchi. Regia di Daniele Grassetti. Con Paolo Calabresi, Cristel Checca, Francesco Russo, Luca Di Capua. Una produzione Ascent Film Serie, 35 x 8’ – Sketch comedy. “Gianni dimmi per una volta la verità: sei andato a letto con Giulia, la vicina?”. La risposta affermativa di Gianni all’ex moglie Fiorella distrugge ogni speranza di riconciliarsi con lei. La sua convivenza con i tre coinquilini ventenni Rodolfo, Chiara e Fulvio deve dunque continuare. Ma questa volta la coabitazione tra Gianni e i ragazzi, di cui il protagonista ha imparato a condividere esigenze e abitudini, arriverà al limite della sopportazione. Gianni si troverà così di nuovo di fronte a un bivio: rimanere com’è o ritrovare il suo rapporto con Fiorella? Ideata dallo scanzonato team della serie web The Pills (oltre tredici milioni di visualizzazioni su Youtube), questa frizzante seconda serie si arricchisce di nuovi personaggi ed esilaranti situazioni per raccontare in modo surreale l’incontro-scontro tra due generazioni nella Roma dei nostri giorni.
++RAI 3 – SERIE++
NON UCCIDERE – Scritto da Claudio Corbucci. Con Monica Zapelli, Stefano Grasso, Peppe Fiore, Viola Rispoli, Francesco Cioce Regia di Giuseppe Gagliardi. Con Miriam Leone, Monica Guerritore. Una produzione Fremantle Media Serie, 12 x 100’ – Poliziesco. Valeria Ferro è un’agente di polizia specializzata nel campo dei delitti maturati in famiglia. Sullo sfondo misterioso di Torino e della sua provincia, Valeria si confronta quotidianamente con drammi e storie di violenza privata. Allo stesso tempo dovrà affrontare la propria complicata vita familiare, resa ancora più difficile dalla convivenza con la madre Lucia, appena scarcerata dopo anni di prigione per l’assassinio del marito. Per Valeria ciò significa confrontarsi inevitabilmente con il suo doloroso passato, ma ben presto la giovane donna inizierà a intuire che la vicenda della madre presenta risvolti inediti e sorprendenti: la verità non è quella che Valeria pensa di conoscere. Un serie crime che getta luce sugli angoli più oscuri della nostra società dando voce a quei silenzi di cui la famiglia è ancora troppo spesso l’ermetica custode.
++RAI 3 – SKETCH-COMEDY++
IL PRESIDENTE ZUCCA – Scritto da Pier Mauro Tamburini, Carlo Bassetti, Simone Laudiero, Fabrizio Luisi. Regia di Ludovico Bessegato. Con Filippo Timi, Lunetta Savino, Antonio Catania, Bebo Storti, Christian Ginepro, Flavio Furno, con la partecipazione di Massimo Ghini. Una produzione Cross Productions Serie, 30 X 8’ – Sketch comedy. Nonostante lo 0% di voti, un vero record da quanto esiste la Repubblica, il candidato premier Piero Zucca viene scelto dal Presidente della Repubblica per guidare un governo di transizione con il compito di portare avanti le riforme impopolari e i tagli drastici che l’Europa richiede. Zucca e il suo staff si trovano così catapultati a palazzo Chigi, con l’improbo compito di governare l’Italia, evitare il default e affrontare le questioni quotidiane che affliggono il nostro Paese. Tra incontri con Obama, riforme impossibili, tradimenti, inciuci parlamentari e gaffe storiche, i nostri eroi, puntata dopo puntata, offriranno uno spaccato grottesco e tragicomico, ma non per questo meno verosimile, della politica nazionale
++RAY++
140 SECONDI – Scritto da Valerio Bergesio. Regia di Valerio Bergesio. Con la collaborazione di Marcello Saurino, Marisa Vallone Con Valerio Bergesio Una produzione Cross Productions Web series, 15 x 120” – Comedy. Jacopo Alighieri ha quasi 30 anni. Nella vita spera di trovare un lavoro, andare a vivere da solo e incontrare l’amore della sua vita. Piccoli obiettivi, in realtà molto difficili da raggiungere, che scatenano una serie rocambolesca di avventure, imprevisti, fraintendimenti, lotte e precarie conquiste quotidiane nell’Italia dei nostri giorni. Una storia formata da tanti piccoli racconti raccolti in pillole di 140 secondi, narrati con un linguaggio dinamico che si modella su quello di social network come Twitter, in cui ci si può esprimere in soli 140 caratteri.
ADVERTISEMENT
gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

VorherigeNächste

Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 2 Gäste

cron