Come un soffio 2010 - Regie Michela Cescon

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 1856

Come un soffio 2010 - Regie Michela Cescon

Beitragvon mingi17 » 2. Aug 2010 13:06

Il 5 settembre 2010, al Festival di Venezia, verrà proiettato il cortometraggio "Come un soffio", regia di Michela Cescon con Valeria Golino, prodotto da Giovanni Veronesi, sceneggiatura di Michela Cescon e Linda Ferri, direttore della fotografia Maurizio Calvesi e montaggio di Marco Spoletini.


Hier sind Bilder des Kurzfilms von Michela Cescon, der in Venedig präsentiert wird:

Bild

Bild

Bild
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 9986
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Come un soffio 2010 - Regie Michela Cescon

Beitragvon mingi17 » 1. Sep 2010 13:54

Mercoledì 01 Settembre 2010 Chiudi chiudi finestra






di GLORIA SATTA

Nell’anno dell’Oscar alla “pioniera” Kathryn Bigelow, nel momento in cui il cinema al femminile conquista spazi sempre più ampi, la Mostra di Venezia si presenta nel segno delle donne. Stasera il festival viene inaugurato da Black Swan, il thriller di Darren Aronofsky interpretato da Natalie Portman (e già si favoleggia del suo bacio lesbico con la coprotagonista Mila Kunis).
Toccherà alla madrina Isabella Ragonese, con tutta la sua freschezza di attrice in ascesa, il compito di aprire le danze del festival.
E se Jessica Alba, protagonista di Machete a mezzanotte, ha già battuto un paio di record (è stata la prima star straniera a sbarcare al Lido, sarà oggi la prima a benedire lo spazio Nastro Azzurro Club), a dispetto di Cannes ”maschilista” (quest’anno non c’era nemmeno una donna in concorso), la 67ma Mostra di Venezia schiera un numero considerevole di registe.
Alleluja. A caccia del Leone andranno Sofia Coppola, che il 9 presenta il nuovo “Gioiello” Somewhere interpretato da Steven Dorff e dalla sorprendente undicenne Ellen Fenning, la greca Athina Tachel Tsangari con Attenberg, Rula Jebreal autrice dell’atteso Miral diretto dal marito Julian Schnabel. Fuori concorso ritroviamo la caleidoscopica Julie Taymor con una personalissima versione della Tempesta di Shakespeare, mentre a Controcampo italiano abbondano le signore, in buona parte debuttanti: Roberta Torre con I baci mai dati, Giorgia Cecere con Il primo incarico interpretato dalla Ragonese, Giada Colagrande di nuovo regista del marito Willem Dafoe (A Woman), Paola Randi (Into paradiso), e poi Elisabetta Sgarbi, Giorgia Farina, Monica Maggioni, Giovanna Taviani.
Nella stessa sezione, il 5 si vedrà il corto Come un soffio che riunisce due grandi attrici: Michela Cescon, al suo debutto nella regia, e Valeria Golino protagonista accanto ad Alessio Boni. Prodotto da Giovanni Veronesi, scritto dalla Cescon con Linda Ferri, magistralmente illuminato da Maurizio Calvesi, il film di sette minuti ruota intorno a un’assistente di volo e al suo singolare incontro, che avviene all’alba in un albergo nei pressi dell’aeroporto, con un uomo che ha tutta l’aria di ”perseguitarla”. Ma nulla è scontato, le apparenze lasciano spazio al colpo di scena conclusivo, le emozioni finiscono per spiazzare nel gioco raffinato dei dialoghi, degli ambienti, delle inquadrature mai banali. «Ho progettato questo film, una mia personalizzazione del testo teatrale La conversazione di Linda Ferri», spiega Michela Cescon, «pensando proprio a Valeria, al mio grande desiderio di lavorare con lei. E mentre tutti hanno aderito con entusiasmo e generosità, sono felice di aver fornito un’immagine inedita di questa magnifica attrice».
Aggiunge la Golino, molto bella e femminile nel ruolo della hostess, alla Mostra anche nel film di Capuano L’amore buio: «La sceneggiatura di Come un soffio mi ha sorpresa e profondamente commossa per ragioni personali, legate alla mia storia familiare. Ho accettato di lavorare con Michela perché la stimo e so cosa vuol dire debuttare nella regia. Anch’io ho diretto un corto, Armandino e il Madre, e penso che per un’attrice sia inevitabile saltare dall’altra parte della barricata. Io ho cominciato a recitare a 16 anni e fino a oggi ho visto, ascoltato, imparato tantissime cose: mi è venuto poi naturale traferirle in un film tutto mio...».
Un grande sorriso illumina il viso che ha incantato Dustin Hoffman, Tom Cruise, Sean Penn, i grandi autori italiani e i maestri francesi: «Da sempre sognavo di debuttare nella regia ma non ne parlavo per pudore, per non rischiare di sembrare velleitaria, fino a quando mi è stato chiesto dai finanziatori di realizzare Armandino e il Madre», racconta Valeria. «Spesso, nella vita, le occasioni mi sono arrivate all’improvviso, io devo molto agli altri. E accettando di interpretare Come un soffio ho investito molto su Michela, so che progetta un lungometraggio e mi auguro con tutto il cuore che voglia scritturarmi ancora». Anche la Golino ha in programma di tornare dietro la cinepresa. «Con Valia Santella e Francesca Marciano sto adattando per il cinema un libro, è una storia dura, scrivere è una bellissima avventura». Ultimamente ha girato in Francia Le baiser papillon e al festival di Roma la vedremo protagonista di La scuola è finita di Jalongo. L’attrice continua a essere, per via del suo legame ormai collaudato con Riccardo Scamarcio, una delle donne italiane più invidiate: «Sono molto serena», racconta, «è un bel momento della mia vita». Non c’è dubbio.

http://carta.ilmessaggero.it/view.php?d ... e=STANDARD

Übersetzung kommt
Es geht in dem Film um die Begegung eine Flugbegleiterin mit einem Mann in einem Hotel am Flughafen, der alles hat, sie verführen zu können (wer mag den wohl spielen? ;) )
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 9986
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Come un soffio 2010 - Regie Michela Cescon

Beitragvon gaby » 4. Sep 2010 11:27

Controcampo Italiano
COME UN SOFFIO [CORTOMETRAGGIO] - MICHELA CESCON
Tutte le sezioni »
SINOSSI
È l’alba, l’arrivo di un aereo, un cavallo che passa, i rumori ovattati del mattino, la giornata sta per cominciare. Una voce ci accompagna. C’è attesa. Lui incontra lei. S’incontrano dopo tanti anni in una stanza d’albergo. Ma niente è ciò che sembra.


5 settembre 11:00 - Sala Grande

5 settembre 18:00 - PalaBiennale

CONTROCAMPO ITALIANO
Come un soffio [cortometraggio] di Michela Cescon - Italia, 7'
v.o. italiano - s/t inglese
Valeria Golino, Alessio Boni
gaby
 
Beiträge: 1593
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Come un soffio 2010 - Regie Michela Cescon

Beitragvon gaby » 12. Sep 2010 16:42

gaby
 
Beiträge: 1593
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Come un soffio 2010 - Regie Michela Cescon

Beitragvon mingi17 » 14. Sep 2010 10:07

http://www.alessioboni.it/come_un_soffio.html

Alessio hat Bilder von der Präsentation in seiner Homepage eingestellt!
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 9986
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Come un soffio 2010 - Regie Michela Cescon

Beitragvon gaby » 6. Aug 2016 22:56

gaby
 
Beiträge: 1593
Registriert: 04.2009
Geschlecht:


Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast

cron