Odysseus

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 22787

Re: Odysseus

Beitragvon BettinaL » 14. Aug 2013 13:47

Danke -Gaby für das "Leckerli" von Odysseus!! :lol:
Ich bin ich und anders will ich nicht!!
Benutzeravatar
BettinaL
 
Beiträge: 14
Registriert: 07.2013
Wohnort: NRW Herne
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon gaby » 24. Sep 2013 19:39

IL RITORNO DI ULISSE
1.10.2013 - ore 21.00
Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Dieci anni dopo la fine della guerra di Troia Ulisse,re di Itaca, non ha fatto ancora ritorno alla sua isola. Penelope, privata del suo sposo e suo figlio Telemaco, privato del padre, sono i soli a crederlo ancora in vita e si battono disperatamente tra intrighi e lotte intestine, per mantenere l'ordine sull'isola cercando di tenere lontani i Pretendenti sempre più violenti e facinorosi. Questi, desiderosi di impadronirsi dell'isola e del regno,cercano in tutti i modi di costringere Penelope a sposare uno di loro. Penelope resiste con forza e astuzia,ritardando le nozze con la scusa di tessere la tela per i funerali del suocero Laerte. Tela che di notte continua a disfare per guadagnare tempo. Spera sempre nel ritorno di Ulisse e prega gli dei di farle rivedere il marito a cui è rimasta fedele. Ma anche quando finalmente Ulisse facesse ritorno a casa e riprendesse il trono di Itaca come si confronterebbe con un figlio mai conosciuto? Quali sarebbero i suoi sentimenti verso una donna che non ha visto per così tanti anni? Sarebbe ancora in grado governare l'isola con saggezza? Quanto le ferite della guerra e del viaggio hanno segnato la sua anima? Il suo ritorno atteso con tanto amore e tanta speranza si dimostrerà molto difficile per Penelope e per Telemaco che si dovranno confrontare con un uomo violento e sospettoso incapace di comprendere i sentimenti del figlio costringendolo a sposare una donna che non ama e perso nei ricordi del suo doloroso passato. Non è l'Ulisse che Penelope sperava di riabbracciare ma un uomo che dubita di lei, degli amici, del figlio. Ma pur sempre un eroe che nel momento decisivo saprà combattere con coraggio per salvare il suo regno
http://www.romafictionfest.org/412?scheda=275
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon mingi17 » 30. Sep 2013 21:48

Alessio Boni e Caterina Murino protagonisti de "Il ritorno di Ulisse" al Roma Fiction Fest
Roma - 30 set (Prima Pagina News) Martedì 1 ottobre alle ore 21,00 alla Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica nell’ambito della manifestazione Roma Fiction Fest, verrà presentata la serie “Il ritorno di Ulisse” con Alessio Boni e Caterina Murino che saranno presenti in sala. Composta da 12 puntate, la serie è stata girata in Francia ed è nata dalla collaborazione tra Francia, Italia e Portogallo. La serie racconta la storia di Ulisse e il suo ritorno a Itaca, venti anni dopo la sua partenza. Nei ruoli principali due italiani Alessio Boni e Caterina Murino, rispettivamente Ulisse e Penelope. In Italia dovrebbe andare in onda in autunno. Nel cast anche Niels Schneider (Telemaco), Karina Testa (Clea), Bruno Todeschini (Leocrate), Augustin Legrand (Antinoo) e Joseph Malerba (Mentore). Ecco una sinossi dell'opera:

Dieci anni dopo la fine della guerra di Troia Ulisse, Re di Itaca, non ha fatto ancora ritorno alla sua isola. Penelope, privata del suo sposo e suo figlio Telemaco, privato del padre, sono i soli a crederlo ancora in vita e si battono disperatamente tra intrighi e lotte intestine, per mantenere l'ordine sull'isola cercando di tenere lontani i pretendenti sempre più violenti e facinorosi. Questi, desiderosi di impadronirsi dell'isola e del regno, cercano in tutti i modi di costringere Penelope a sposare uno di loro. Penelope resiste con forza e astuzia, ritardando le nozze con la scusa di tessere la tela per i funerali del suocero Laerte. Tela che di notte continua a disfare per guadagnare tempo. Spera sempre nel ritorno di Ulisse e prega gli dei di farle rivedere il marito a cui è rimasta fedele. Ma anche quando finalmente Ulisse facesse ritorno a casa e riprendesse il trono di Itaca come si confronterebbe con un figlio mai conosciuto? Quali sarebbero i suoi sentimenti verso una donna che non ha visto per così tanti anni? Sarebbe ancora in grado governare l'isola con saggezza? Quanto le ferite della guerra e del viaggio hanno segnato la sua anima? Il suo ritorno atteso con tanto amore e tanta speranza si dimostrerà molto difficile per Penelope e per Telemaco che si dovranno confrontare con un uomo violento e sospettoso incapace di comprendere i sentimenti del figlio costringendolo a sposare una donna che non ama e perso nei ricordi del suo doloroso passato. Non è l'Ulisse che Penelope sperava di riabbracciare ma un uomo che dubita di lei, degli amici, del figlio. Ma pur sempre un eroe che nel momento decisivo saprà combattere con coraggio per salvare il suo regno.

Con: Alessio Boni / Ulisse, Caterina Murino / Penelope, Niels Schneider / Telemaco, Bruno Todeschini / Leocrito, Karina Testa / Clea, Vittoria Scognamiglio / Eurinome, Joseph Malerba / Mentore

(PPN) 30 set 2013 19:32
http://www.primapaginanews.it/dettaglio ... 9592&ctg=2
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon gaby » 3. Okt 2013 07:18

Al Roma Fiction Fest presentata la serie 'Il ritorno di Ulisse'. Quasi mezzo secolo dopo l'Odissea di Rosi i due attori italiani protagonisti di una produzione girata in Francia e nata dalla collaborazione tra Francia, Italia e Portogallo. In autunno su RaiUno
GIAMMARCO SPINEO
ROMA - Ulisse torna a navigare le acque della tv con il chiaro intento di superare con agio gli scogli degli ascolti. Lo aveva fatto, l'ultima volta, nel lontano 1968, e 45 anni dopo l'Odissea diretta da Franco Rosi, impressa nella memoria collettiva dei telespettatori per la qualità e il successo ottenuto - ma anche per la sigla iniziale del Quartetto Cetra e per la voce di Ungaretti che, a mo' di introduzione, legge i versi del poema omerico - le gesta di Ulisse tornano di moda.

Il Roma Fiction Fest ha ospitato l’anteprima di “Il ritorno di Ulisse” una serie di 4 puntate di un’ora e quaranta diretta da Stephane Giusti, in dicembre su RaiUno. Due stili e due epoche a confronto in cui talentuosi attori si scambiano il testimone: da Bekim Fehmiu ad Alessio Boni nel ruolo di Ulisse; da Irene Papas a Caterina Murino in quello di Penelope. Il ritorno di Ulisse è un ritorno ambizioso su cui punta molto Rai Uno e la coproduzione europea di GMTProductions, MakingProd, Raifiction. Una scelta coraggiosa che punta molto sulla qualità e la semplificazione-spettacolarizzazione di un’opera di notevole portata culturale. Si cerca quindi di riannodare stretto il legame fra televisione e cultura, fra fascinazione dei personaggi e la figura dell’eroe leggendario.

Una bella sfida e responsabilità per Alessio Boni “L'onore di interpretare Ulisse mi fa tremare i polsi” confessa l'attore bergamasco, barba incolta come un Ulisse in completo blu che prende in braccio la sua Penelope e la fa volteggiare nel pink carpet davanti a fotografi e fan in visibilio. Anche la bella e brava Caterina Murino si trova dinanzi ad una sfida non comoda, quella di interpretare una Penelope sola e appassionata sposa in attesa del ritorno di Ulisse nella sua casa e regno: l'isola di Itaca. Caterina di isole ne sa qualcosa, dato che la sua terra di origine è la Sardegna: “Ho regnato più di te caro Ulisse” afferma la Murino incalzando scherzosamente il collega partner Ulisse-Boni. In effetti sarà un Ulisse diverso quello che ci viene presentato dal regista Giusti.

Orgoglioso, sofferente, geloso e austero. Un padre severo, un uomo vendicativo e un marito un po' possessivo. Insomma un Ulisse quasi attuale coi problemi di coppia e con grane familiari che deve anche arginare forti attriti nel suo regno. Un’Odissea nello spazio non solo dello share ma anche dell'intrigo narrativo dove il protagonista non intraprende un viaggio dell’eroe di solo andata, ma un qualcosa di diverso e meno ponderato: il viaggio di ritorno. Un iter narrativo che rappresenta lo spirito che permane e ci si porta a casa in ogni viaggio, percorso o esperienza simbolica o reale che sia. Un mito e un segno che traccia una rotta precisa, quella di “Il ritorno di Ulisse” che ci riproietta all’interno di pulsioni meno epiche e più pratiche.

Quelle di uomini e donne che, al di là dell’impresa storico-leggendaria, hanno personalità, passioni, sentimenti, difficoltà e dubbi della stessa sostanza di tutti gli uomini di ogni epoca. L’Ulisse di Giusti è un Ulisse che torna e che ci torna in mente quando ha dei dubbi, quando ha paura di fermarsi e quando entra nel mito anche dalla porta di servizio perché ci specchiamo in lui, sia come eroi mancati che come persone che resistono eroicamente nel quotidiano. A vedere questa miniserie, sembra che anche Ulisse strizzi l’occhio a noi, a tutti quelli che a volte hanno un po’ di resistenza ad accendere i motori e restano gorgoglianti e indifferenti ad aspettare a terra che la nave salpi da

sola. Finita la proiezione, pubblico in piedi ad applaudire i due attori italiani che rappresentano la prima coproduzione Italiana, francese e portoghese della rete ARTE'
http://www.repubblica.it/spettacoli/tv- ... -67726410/
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon mingi17 » 3. Okt 2013 17:16

http://eviltwincaps2.blogspot.it/2013/0 ... -boni.html

Hallo Mädels, ein bisschen was Nettes zum Nationalfeiertag!
Baci BB
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon mingi17 » 3. Okt 2013 18:44

Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon mingi17 » 3. Okt 2013 21:22

Sei in: HOME > PERSONAGGI > INTERVISTE
Il ritorno di Ulisse - Parla Alessio Boni


Gli hanno fatto spesso interpretare personaggi del passato, eroi dannati o poetici di un mondo che non c’è più: Giacomo Puccini, Caravaggio, anche il profumo di varietà in bianco e nero di Walter Chiari. Adesso, per lui, il futuro è un nuovo tuffo nel passato. Sarà Ulisse in una serie televisiva che – dopo aver debuttato su Arte – sarà trasmessa dalla Rai questo inverno

alessio boniVolto bello, nobile, misurato. Con quel garbo un po’ d’altri tempi, nel porgere il sorriso, nel guardare con una sorta di quieta inquietudine. Sarà per questo che ad Alessio Boni hanno fatto spesso interpretare personaggi del passato, eroi dannati o poetici di un mondo che non c’è più: Giacomo Puccini, Caravaggio, anche il profumo di varietà in bianco e nero di Walter Chiari. Adesso, per lui, il futuro è un nuovo tuffo nel passato. Sarà Ulisse in una serie televisiva che – dopo aver debuttato su Arte – sarà trasmessa dalla Rai questo inverno. Alessio Boni è stato premiato al Salento Finibus Terrae, il festival di cinema itinerante diretto da Romeo Conte. Una specie di “carovana del cinema” di altissima qualità che ha attraversato in pratica tutto il Salento.

Alessio, parliamo dell’Ulisse che porterà su Raiuno.

E’ una serie tv che abbiamo girato in Portogallo, e che si chiama Il ritorno di Ulisse. Con me c’è Caterina Murino, che è Penelope. Raccontiamo un Ulisse poco conosciuto: anche quello che gli succede dopo che è tornato ad Itaca e ha ucciso i Proci. Saranno quattro puntate, per la Rai.

Ma chi è Ulisse per lei?

Il primo uomo dell’antichità che comincia a pensare con la testa sua, invece di regolarsi secondo i vaticini, le interiora, i segni della volontà degli dèi.

Ci sono suoi film in arrivo?

Giro adesso a Bolzano Fuori mira, un film di Erik Bernasconi in cui sono via di mezzo tra il Drugo del ‘Grande Lebowski’ e Kurt Cobain: stonato, drogato, strascicato… E ho finito di girare Maldamore, una commedia di Angelo Longoni con Luca Zingaretti, Claudia Gerini, Maria Grazia Cucinotta, Ettore Bassi, Ambra Angiolini.

Che tipo di “Maldamore" racconta il film?

Racconta due coppie che scoppiano. Nel mio caso, lei scopre che la ho tradita: cerco di farmi perdonare, ma la mia donna ammette di aver tradito anche lei. E allora sì che scoppia il finimondo! Siamo ancora antichi: pensiamo che in fondo in fondo l’uomo possa tradire, mentre la donna assolutamente no.
- See more at: http://www.sentieriselvaggi.it/6/53105/ ... Bca23.dpuf
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon mingi17 » 4. Okt 2013 08:11

Oltre il mito
Recensione Il ritorno di Ulisse (2013)
a cura di Marco Minniti pubblicato il 03 ottobre 2013
L'archetipico poema di Omero viene utilizzato in modo creativo, in un prodotto che sta a metà tra la reinterpretazione e il sequel. I 100 minuti visti in anteprima mostrano buone idee e una confezione curata, ferma l'impossibilità di dare un giudizio più compiuto.
Lascia un commento

condividi su Facebook

Oltre il mito
Nonostante il potenziale cinematografico dell'epica omerica, e il suo carattere archetipico (nonché fondativo di una parte importante della narrativa - e della cultura - occidentale) sono state sorprendentemente poche le riduzioni cinematografiche e televisive delle opere del leggendario poeta greco. L'Odissea in particolare, prototipo ancestrale della narrativa incentrata sul viaggio, radice di tutte le opere (letterarie e non) che affrontino i temi della ricerca solitaria, del ritorno a casa, della perdita e ritrovamento dell'identità, ha visto pochi registi cimentarsi con le sue vicende: tra questi, vanno ricordati ovviamente Mario Camerini col suo Ulisse, Franco Rossi con lo sceneggiato televisivo Odissea, e buon ultimo Andrei Konchalovsky con la sua omonima serie tv del 1997. Nonostante i temi di Omero (e dell'Odissea in particolare) abbiano influenzato in lungo e in largo le strutture del racconto cinematografico (e televisivo) fin dalla sua nascita, cimentarsi direttamente con la sua opera ha evidentemente provocato in molti cineasti un (giustificato) timore reverenziale. Al novero delle riduzioni destinate al piccolo schermo, si aggiunge ora questo Il ritorno di Ulisse, co-produzione franco-italo-portoghese in dodici puntate, che vede i nostri Alessio Boni e Caterina Murino rispettivamente nei ruoli dell'eroe e di sua moglie Penelope. Di questa nuova opera, che reinterpreta creativamente la seconda parte del poema (quella che vede l'approdo di Ulisse a Itaca, e la sua lotta per tornare sul trono) abbiamo potuto vedere in anteprima, nel corso del RomaFictionFest, il secondo episodio, preceduto da un breve riepilogo del pilot.

Niels Schneider è Telemaco nella serie tv Il ritorno di Ulisse Ferma l'impossibilità di dare un giudizio minimamente compiuto, dopo la visione di un semplice spezzone (circa 100 minuti) di un'opera ben più articolata, va detto che agli ideatori di questo Odysseus (questo il più secco titolo internazionale) non è certo mancato il coraggio: la strada scelta è infatti qualcosa che sta a metà tra la reinterpretazione e il vero e proprio sequel. La serie risolve in due episodi la riappropriazione del trono da parte dell'eroe (con notevoli differenze rispetto alla narrazione omerica), concentrandosi poi su ciò che dal poema è rimasto fuori: il nuovo regno di Ulisse, il governo di Itaca, e la vita personale e pubblica del ritrovato sovrano. In questa narrazione, lo script non fa alcun riferimento alle tante, ipotizzate prosecuzioni della vicenda di Ulisse (compresa quella descritta da un indovino nello stesso poema) scegliendo invece una strada del tutto originale. Il motivo prescelto dagli sceneggiatori sembra infatti essere quello, già presente in Omero e qui prolungato e diversamente declinato, del riconoscimento: riconoscimento che non si limita più all'avvenuta presa d'atto dell'identità del protagonista, ma si estende alle trasformazioni da lui subite in un ventennio di assenza, assumendo inoltre una doppia direzione. E' anche lo stesso Ulisse, infatti, a non riconoscere più il suo popolo, le persone a lui fedeli, persino i suoi familiari: il tema dello scorrere del tempo irrompe prepotentemente nel racconto, mentre il carattere dello stesso protagonista assume sfumature diverse e originali rispetto alla descrizione a cui siamo abituati. L'Ulisse che vediamo qui è infatti rabbioso, ossessionato dal tradimento, incapace di discernere tra alleati e nemici, tra complotti reali e immaginari: l'autocontrollo frutto della metis, la proverbiale astuzia che Omero gli attribuisce, sembra averlo definitivamente abbandonato. Un accenno (da verificare) dei temi shakespeariani legati al potere, alla sua capacità di logorare l'individuo, e di mettere in crisi gli stessi affetti familiari (il rapporto padre-figlio è descritto da subito come problematico) sembra far capolino nel racconto, aprendo scenari inediti per il personaggio.

Alessio Boni è Ulisse nella serie tv Il ritorno di Ulisse In tutto questo, la prova offerta da Boni sembra decisamente efficace, nel dar vita ad un protagonista arso dai dubbi, dalla frustrazione del mancato riadattamento, dal mancato ritrovamento di luoghi e persone così com'erano ricordati, dalla costante preoccupazione del tradimento (che arriva a sfiorare la paranoia). Il nuovo Ulisse potrà forse far storcere il naso ai puristi, ma per capire quanto, effettivamente, questo personaggio si allontani da quello descritto da Omero, quanto la visione di Frédéric Azémar (ideatore) e Stéphane Giusti (regista) sia libera reinterpretazione, e quanto risulti invece, eventualmente, indebito travisamento, l'episodio a cui abbiamo assistito è indubbiamente troppo poco. Qualche dubbio resta sulla prova di Caterina Murino, che già in questi 100 minuti risulta spesso inutilmente sopra le righe, nonché gravata da un'enfasi poco indicata per il personaggio. La ricostruzione scenografica dell'isola di Itaca, caratterizzata da un uso abbastanza parco (ma presente) del digitale, sembra invece di buon livello, segno dell'impegno profuso in questa coproduzione internazionale (ai capitali di Rai Fiction si sommano, tra gli altri, quelli dell'emittente franco-tedesca Arte - sui cui teleschermi la serie ha già debuttato a giugno - e della portoghese RTP). La confezione del prodotto, più in generale, sembra decisamente curata, così come il realismo, in termini di graficità della rappresentazione, delle scene d'azione: non siamo ai livelli di prodotti come Spartacus, ovviamente, ma il regista non si tira certo indietro quando c'è da mostrare il sangue, né si fa spaventare, pur nei limiti di un prodotto destinato alla tv generalista, dalla rappresentazione del sesso. Per una valutazione più compiuta, attendiamo ovviamente l'approdo della serie sui teleschermi Rai, previsto per il prossimo dicembre.
http://www.movieplayer.it/serietv/artic ... ito_11389/

Tenor des Textes: nix Gewisses weiß man nicht. Sie gehen auf die Unterschiede zur klassischen Odyssee ein, schreiben, dass Alessio gut ist, die Murino, na ja, und dass eine abschließende Beurteilung nach den 100 gezeigten Minuten noch nicht möglich ist.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon gaby » 5. Okt 2013 23:00

45 anni dopo, un altro Ulisse in tv, è Alessio Boni
E' Alessio Boni, ex bond girl Caterina Murino è Penelope
05 ottobre, 16:41
OMA - L'abbiamo visto interpretare per la televisione Caravaggio, in teatro Michelangelo e Amerigo Vespucci, questa volta Alessio Boni sarà a dicembre su Rai1 con una nuova ambiziosa sfida che lo vedrà tendere l'arco di Ulisse. Il Roma Fiction Fest ha ospitato l'anteprima di "Il ritorno di Ulisse" il kolossal serie di 4 puntate.

''Ho visto la versione francese sono curioso di vedere quella per il pubblico italiano che sarà ridotta''. L'ex bond girl Caterina Murino è una assai seducente Penelope. Lo sguardo della regina di Itaca è centrale tesse e disfa la sua celebre tela per tenere a bada i vari principi che aspirano alla sua mano.

Un Ulisse insomma, meno conosciuto rispetto a quello studiato a scuola e che Franco Rossi nel '68 aveva raccontato in una Odissea televisiva popolarissima con Bekim Fehmiu, Irene Papas, Scilla Gabel.

''Si e' puntato - fa notare l'attore bergamasco - più sul ritorno che sulle avventure nel Mediterraneo che si vedranno solo a sprazzi. Un Ulisse orgoglioso, sofferente, possessivo. Un padre severo, un uomo vendicativo e scaltro. Sa usare il cervello e sfidare gli dei. Ma si narrerà anche il dopo''. E' indubbiamente un ritorno coraggioso questo di Ulisse, che su cui punta molto Rai1 e la coproduzione europea di GMTProductions, MakingProd, Raifiction. La trama si rifà naturalmente alla storia classica ma approfondisce altri aspetti.

A dieci anni dalla fine della guerra di Troia, tutti i guerrieri sono tornati a casa, fatta eccezione di Ulisse, che si dice sia disperso in mare. Penelope, convinta che il suo amato sia ancora vivo, mantiene il trono del marito, e spera nel suo ritorno. La donna deve anche tenere a freno le mire di Leocritus, il capo dei guerrieri che ambisce al trono, e proteggere suo figlio Telemaco. Il tutto in una Itaca che, orfana del suo re, vive un periodo di grande difficoltà, con la gente che comincia a lamentarsi. Soltanto il ritorno di Ulisse potrebbe restituire la tranquillità Anche Murino si trova dinanzi ad una sfida non comoda, quella di confrontarsi con un ruolo che fu dell' indimenticabile Irene Papas.Nel cast anche Niels Schneider (Telemaco), Karina Testa (Clea), Bruno Todeschini (Leocrate), Augustin Legrand (Antinoo) e Joseph Malerba (Mentore).
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Odysseus

Beitragvon gaby » 6. Okt 2013 21:23

Alessio Boni nei panni di Ulisse
E Penelope sarà Caterina Murino
L'abbiamo visto interpretare per la televisione Caravaggio, in teatro Michelangelo e Amerigo Vespucci, questa volta Alessio Boni sarà a dicembre su Rai1 con una nuova ambiziosa sfida che lo vedrà tendere l'arco di Ulisse. Il Roma Fiction Fest ha ospitato l'anteprima di "Il ritorno di Ulisse" il kolossal serie di 4 puntate.

L'ex bond girl Caterina Murino è una assai seducente Penelope. Lo sguardo della regina di Itaca è centrale tesse e disfa la sua celebre tela per tenere a bada i vari principi che aspirano alla sua mano. Un Ulisse insomma, meno conosciuto rispetto a quello studiato a scuola e che Franco Rossi nel '68 aveva raccontato in una Odissea televisiva popolarissima con Bekim Fehmiu, Irene Papas, Scilla Gabel. Si è puntato - fa notare l'attore bergamasco - più sul ritorno che sulle avventure nel Mediterraneo che si vedranno solo a sprazzi. Un Ulisse orgoglioso, sofferente, possessivo. Un padre severo, un uomo vendicativo e scaltro. Sa usare il cervello e sfidare gli dei. Ma si narrerà anche il dopo".

Nel cast anche Niels Schneider (Telemaco), Karina Testa (Clea), Bruno Todeschini (Leocrate), Augustin Legrand (Antinoo) e Joseph Malerba (Mentore).
ww.ecodibergamo.it/stories/Cultura%20e%20Spettacoli/396842_alessio_boni_nei_panni_di_ulisse_e_penelope_sar_caterina_murino/
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

VorherigeNächste

Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast