Sinestesia

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 20016

Re: Sinestesia

Beitragvon mingi17 » 25. Jul 2011 22:12

Sinestesia": film sulla disabilità che in Italia non trova un distributore
Alessio Boni

25 luglio 2011. Si tratta dell'opera prima del regista svizzero Erik Bernasconi e vede Alessio Boni nei panni del protagonista. L'autore: "Non si parla solo di handicap, ma di tutta quella serie di aspetti che possono far sentire diversi"

ROMA - Un film che vuol raccontare come il caso entra nella vita delle persone cambiandone direzione e senso. "Sinestesia", opera prima del giovane regista svizzero Erik Bernasconi, è uscito nel 2010 in Svizzera prodotto da Imago Film di Lugano e racconta la storia di Alan (interpretato da Alessio Boni), giovane adulto che si ritrova su una sedia a ruote, e delle tre persone a lui più vicine: la moglie Françoise (Giorgia Wurth), la giovane amante Michela (Melanie Winiger) e Igor (Leonardo Nigro), il suo migliore amico.

Il film, tutto girato in Svizzera e ancora non in distribuzione in Italia, ha partecipato a diversi appuntamenti e festival internazionali anche nel nostro paese, ricevendo una buona accoglienza da parte di pubblico e stampa: dal Festival des Films du Monde di Montréal in Canada al Durres International Film Summerfest in Albania, dal Viareggio Europacinema al Festival di Gand in Belgio, dal californiano Tiburon Film Festival allo Würzburg tedesco fino alla Corea del Sud. In Italia ha anche partecipato a Stresa Cinema e, ultima tappa in ordine di tempo, lo scorso 9 luglio come invitato speciale al Film video di Montecatini. "E' stato un periodo fecondo", afferma il regista e sceneggiatore, Erik Bernasconi, prima insegnante di lettere, poi - dopo avere studiato cinema a Parigi - da anni aiuto regista in Svizzera. "L'aver scritto e realizzato molti cortometraggi mi ha permesso di sperimentare diversi linguaggi e piani narrativi".

Bernasconi, da dove nascono l'idea e la scelta di girare un film che ha per protagonista una persona disabile?
"Tutto è nato da una fatto reale, da una notizia letta su un trafiletto di un giornale: era una storia forte, che non voglio raccontare perché implica rivelare il finale del film, una storia che mi ha colpito molto ed ha sedimentato in me. Da qui è nata la voglia di farne un film. Anche altre persone che conosco hanno avuto il ruolo di ispiratrici, tra queste una ragazza che ha perso l'uso delle gambe per un ramo che le è caduto addosso mentre andava in moto con il marito appena sposato. A lei ho anche chiesto di leggere la sceneggiatura una volta ultimata, per avere un feedback da parte di chi quei problemi li vive ogni giorno sulla propria pelle".

Tuttavia 'Sinestesia' non è un film totalmente incentrato sulla disabilità...
"Non si parla solo di disabilità, ma di tutta quella serie di aspetti che possono far sentire 'diversi'. E il filo conduttore è il caso, il destino che ogni tanto, in modo aleatorio, decide di mettere un bivio nelle vite delle persone".

Per la resa del personaggio lei in quanto regista e sceneggiatore e Alessio Boni come protagonista avete frequentato persone con disabilità?
"In fase di scrittura sono andato con le mie conoscenze, che mi derivano anche da anni di volontariato. Ma poi per altri aspetti - per esempio per sapere come si fa a viaggiare in una strada romana o in una svizzera su carrozzina o come ci si sente quando ci si imbatte contro barriere architettoniche e di altro tipo - abbiamo chiesto la consulenza di persone con disabilità. Nel film c'è anche una scena in cui Alan, il protagonista, gioca a basket: in questo caso abbiamo chiesto una specifica assistenza di un atleta disabile".

Quando vedremo 'Sinestesia' nei cinema italiani?
"Al momento non c'è una data. La questione delle distribuzione cinematografica, ultimo anello di una catena difficile e costosa, è complicata, specie in Italia, e ad oggi non abbiamo trovato un distributore che voglia investire su un regista svizzero sconosciuto e convincersi che possa farci soldi. Forse una uscita a breve del film sarà in una sala milanese"

Fonte: Redattore Sociale)
http://www.inail.it/Portale/appmanager/ ... 192637.jsp

Bernasconi berichtet hier, dass der Film in Italien keinen Verleger findet!
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10054
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon gaby » 27. Jul 2011 18:07

Sinestesia» film con Boni
Applaudito nei festival internazionali, si scontra con il rigido mercato italiano
Facebook Twitter Oknotizie Delicious RSS Print Increase Font Decrease font 27 luglio 2011 | spettacoli

Gli ingredienti ci sarebbero tutti. Un cast di tutto rispetto (il bergamasco Alessio Boni, Giorgia Wurth, Melanie Winiger, Leonardo Nigro), una tematica che scotta (i cambiamenti radicali di un uomo finito sulla sedia a rotelle, Boni), una grande visibilità, frutto delle tante vetrine internazionali che lo hanno proiettaro (Festival des Films du Monde di Montréal in Canada, Durres International Film Summerfest in Albania, Viareggio Europacinema, Festival di Gand in Belgio, Tiburon Film Festival in California, Würzburg in Germani, Stresa Cinema e Film video di Montecatini).
Eppure Sinestesia, opera prima dello sceneggiatore e regista svizzero Erik Bernasconi, girato nel 2009, non riesce a trovare un distributore sul mercato italiano.
«Al momento non c’è una data per l’approdo dei film nelle sale italiane. La questione delle distribuzione cinematografica, ultimo anello di una catena difficile e costosa, è complicata, specie in Italia, e ad oggi non abbiamo trovato un distributore che voglia investire su un regista svizzero sconosciuto e convincersi che possa farci soldi. Forse una uscita a breve del film sarà in una sala milanese», spiega Bernasconi a Libero.it.
Un vero problema quello del cinema indipendente in Italia, legato principalmente alla promozione e alla distribuzione. E non - come ha rivelato un recente convegno dedicato alla filmografia indipendente - per una mancanza di mercato, ma perché la distribuzione in Italia è affidata a pochi soggetti che tendono a sposare solo progetti con formule ormai consolidate e con attori famosi, di sicuro successo al botteghino.
Come uscire dalle sabbie mobili? Sposando una massima di Spike Lee: «If you have a film and you're talented and someone is not seeing it, it's your fault».
Ma torniamo alla trama del film di Bernasconi, che racconta la storia di Alan (Boni), un uomo che si ritrova paralizzato agli arti inferiori, e delle tre persone a lui più vicine: la moglie Françoise (Wurth), la giovane amante Michela (Winiger) e Igor (Nigro), il suo migliore amico.
«Non si parla solo di disabilità, ma di tutta quella serie di aspetti che possono far sentire diversi. E il filo conduttore è il caso, il destino che ogni tanto, in modo aleatorio, decide di mettere un bivio nelle vite delle persone», commenta il regista. «Tutto è nato da una fatto reale, da una notizia letta su un trafiletto di un giornale: era una storia forte, che non voglio raccontare perché implica rivelare il finale del film, una storia che mi ha colpito molto, ha sedimentato in me ed è nata la voglia di farne un film. Anche altre persone che conosco hanno avuto il ruolo di ispiratrici, tra queste una ragazza che ha perso l’uso delle gambe per un ramo che le è caduto addosso mentre andava in moto con il marito appena sposato. A lei ho anche chiesto di leggere la sceneggiatura una volta ultimata, per avere un feedback da parte di chi quei problemi li vive ogni giorno sulla propria pelle».
Un lavoro che ha implicato una grande preparazione anche per l’attore bergamasco. «Per sapere come si fa a viaggiare in una strada romana o in una svizzera su carrozzina o come ci si sente quando ci si imbatte contro barriere architettoniche e di altro tipo, abbiamo chiesto la consulenza di persone con disabilità. Nel film c’è anche una scena in cui Boni gioca a basket: in questo caso abbiamo chiesto una specifica assistenza di un atleta disabile».
Continua il momento d’oro del bell’attore (soprattutto bravo) originario di Sarnico. Dopo l’exploit con La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana, nel Sanremo del 2004 (undici anni dopo il diploma all’accademia Silvio D’Amico), arrivato a poca distanza dalla notorietà popolare - ottenuta con la fiction Incantesimo e riconfermata da una serie tv amata anche da chi solitamente ha un po’ più di puzza sotto il naso (Tutti pazzi per amore) - un palmarès di tutto rispetto: Quando sei nato non puoi più nasconderti, La bestia nel cuore, Arrivederci amore, ciao, Viaggio segreto, Sanguepazzo, Complici del silenzio, Christine Cristina e l’hollywoodiano The Tourist.
Il pubblico orobico potrà applaudire molto presto il figliol prodigo, in due occasioni. La prima il prossimo 30 agosto, teatro Donizetti, quando Boni porterà anche nella città natale il suo secondo Caravaggio, ovvero quello teatrale (nel 2008 Rai Uno trasmise una miniserie in due puntate sulla vita del Merisi, interpretato da Alessio che rimase folgorato dal personaggio; «Dopo Caravaggio, per un po’ non ho guardato un quadro: dovevo tornare ad essere Alessio. Sono personaggi che ti mangiano, che ti erodono. Sono come figli: ti ci devi staccare perché viverli rischia di diventare psicologicamente duro. Da quando l’ho interpretato, vedo le luci in modo diverso», raccontò in un’intervista al nostro giornale). Lo spettacolo si intitola Caravaggio. Nero d’avorio e si svolge nella forma del concerto e monologo in sei stanze (ingresso al costo di 10 euro: il ricavato sarà interamente devoluto alla mensa dei poveri dei frati Cappuccini).
La seconda e ghiotta occasione si articola su più recite, dal 31 gennaio al 5 febbraio, sempre al Donizetti. All’interno della nuova stagione di prosa compare, infatti, Art, di Yasmine Reza: le dinamiche dell’amicizia al maschile, attraverso i racconti di tre uomini, delle loro vite sentimentali più o meno spericolate e delle loro serate a base di confidenze e racconti. Oltre a Boni e Gigio Alberti, uno strepitoso Alessandro Haber in un’inedita versione comica.
gaby
 
Beiträge: 1701
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon gaby » 10. Aug 2011 20:55

Home Page Avvenire > Spettacoli > Boni disabile: l'Italia snobba il film sociale
Spettacoli

stampa quest'articolo segnala ad un amico feed
10 agosto 2011
CINEMA E IMPEGNO
Boni disabile: l'Italia snobba il film sociale
Troppo intellettuale per i distributori commerciali, troppo commerciale per i distributori intellettuali. È forse tutta nella «doppia» natura del suo primo film, secondo il giovane regista svizzero Erik Bernasconi, la motivazione della mancata distribuzione italiana di Sinestesia, pellicola uscita in Svizzera nel 2010, che vede protagonista un Alessio Boni che finisce sulla sedia a rotelle a causa di un incidente, insieme ad un giovane cast. La piccola produzione Imago Film di Lugano da un anno cerca di prendere contatti con il mercato nostrano, per ora però senza successo.

Sinestesia segue le vicissitudini di quattro giovani adulti in due momenti della loro vita, a ridosso di due episodi drammatici separati l’uno dall’altro da tre anni. In questo lasso di tempo i personaggi sono confrontati con le gioie della quotidianità e con le normali difficoltà della vita. Ma si trovano anche a reagire ai colpi di quel destino che ogni tanto, decide di mettere un bivio nelle vite delle persone. Il personaggio centrale è Alan (Alessio Boni), attorno a lui sua moglie Françoise (Giorgia Wurth), la sua giovane amante Michela (Melanie Winiger), e Igor (Leonardo Nigro), il suo migliore amico. Le loro vite saranno sconvolte, appunto, dall’incidente che rende paraplegico il protagonista. Boni, in una interpretazione ricca di profondità psicologica (d’altronde per il ruolo si è preparato con l’aiuto di veri portatori di handicap), passa da una prima fase di depressione alla riscoperta della gioia di vivere e dell’amore della moglie, da cui avrà anche un figlio.

Il film è stato accolto con entusiasmo e diversi premi in molti festival in giro per il mondo, compresa l’Italia: il Festival des Films du Monde di Montréal in Canada passando al Durres International Film Summerfest in Albania, fino al Viareggio Europacinema al Festival di Gand in Belgio, senza tralasciare il californiano Tiburon Film Festival e lo Würzburg tedesco arrivando alla Corea del Sud, e infine a Stresa Cinema e al Film video di Montecatini. Passaggi definiti «consolatori», benché gratificanti, da Alessio Boni, che vede nella sola attenzione alle commedie l’anello debole del mercato italiano, forse scarsamente interessato a temi più complessi: «La crisi economica – ha tagliato corto l’attore – in primis è una crisi etica, culturale, dell’uomo, figuriamoci quindi sentir parlare di un disabile! Comunque ci consoliamo con i Festival e i premi…».

Ma per il regista il problema non è solo collegato alla presenza del tema della disabilità o della «diversità». A soffocare il panorama cinematografico italiano, secondo Bernasconi, c’è anche e soprattutto, «il sovraccarico dei film hollywoodiani. In questo scenario un film svizzero di un regista sconosciuto, pur avendo come protagonista un attore del calibro di Boni, moltiplica le sue difficoltà». La vera chiave di volta, per il regista, sarebbe quella di approdare ad un grande festival di cinema europeo, ma nel frattempo qualche speranza la ripone in un contatto preso con una sala di proiezione milanese: «Una distruzione nazionale è certamente cosa ben diversa, ma mi auguro che la visione del film possa sbloccare qualche meccanismo per Sinestesia».
Paola Simonetti
gaby
 
Beiträge: 1701
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon gaby » 20. Aug 2011 10:24

Sinestesia al Salento Film Festival, continua il successo di Bernasconi

sinestesia-19082011 19/8/2011
LUGANO - Sinestesia al Salento Film Festival. Il film sarà proiettato sabato 3 settembre alle ore 20.30 all’hotel Borgo Egnazia a Savelletri di Fasano (Brindisi) e domenica 4 settembre alle ore 20 al Cinema Politeama Italia di Bisceglie (Lecce).
SINESTESIA di Erik Bernasconi con Alessio Boni, Giorgia Wurth, Melanie Winiger, Leonardo Nigro, Teco Celio, Roberta Fossile. Produzione Imago Film Lugano e RSI Radiotelevisione svizzera Lugano Sinestesia invitato al Salento Film Festival.
Prosegue in Italia l’importante percorso festivaliero di Sinestesia.
Sinestesia racconta in tono agrodolce due momenti della vita di quattro giovani adulti, legati da due episodi drammatici. Confrontati con le normali difficoltà del quotidiano sono anche costretti a reagire ai colpi del destino. La narrazione si compone, con una struttura circolare, in quattro capitoli: uno per personaggio, ognuno ispirato a un genere cinematografico.
Sinestesia è il primo lungometraggio del regista ticinese Erik Bernasconi. Musiche di Zeno Gabaglio e Christian Gilardi. Sinestesia è stato inoltre selezionato in concorso al Portobello Film Festival di Londra (Gran Bretagna, 01 - 18.09.2011, www.portobellofilmfestival.com) e al Bogotà Film Festival (Colombia, 10 - 18.10.2011, www.bogocine.com.
Trailer su youtube.
www.sinestesia-film.ch
www.imagofilm.ch
www.salentofilmfestival.com
gaby
 
Beiträge: 1701
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon mingi17 » 28. Sep 2011 22:41

Spettacoli
28 set 2011 - 10:41


Sinestesia in prima serata su RSI La1

Sinestesia, la rivelazione cinematografica ticinese dello scorso anno nuovamente sui nostri schermi


Mentre non si ferma la sua carriera festivaliera internazionale, Sinestesia del regista ticinese Erik Bernasconi torna sugli schermi della RSI in prima serata, sabato 1 ottobre 2011, alle ore 21.05 su RSI La1.

Tre nomination ai Quarzi (gli Oscar del cinema svizzero), oltre trenta selezioni in festival internazionali e il record di incassi per un film ticinese, fanno di Sinestesia, prodotto da Imagofilm Lugano e RSI Radiotelevisione svizzera, con Alessio Boni, Melanie Winiger, Giorgia Wurth, Roberta Fossile e Leonardo Nigro, uno dei film ticinesi di maggior successo in assoluto.

Il film, che continua a suscitare grande interesse pure all’estero, è stato recentemente selezionato al Bogotà Film Festival (10 – 18.10.2011, Colombia, http://www.bogocine.com) e al Festival International du film d’amour di Mons (24.02 – 02.03.2012, Belgio, http://www.fifa-mons.be).

Sinestesia racconta in tono agrodolce due momenti della vita di quattro giovani adulti, legati da due episodi drammatici. Confrontati alle normali difficoltà del quotidiano sono anche costretti a reagire ai colpi del destino. La narrazione si compone, con una struttura circolare, in quattro capitoli: uno per personaggio, ognuno ispirato a un genere cinematografico.

La colonna sonora del film è stata composta dai ticinesi Christian Gilardi e Zeno Gabaglio.

am 1. Oktober um 21.05 im Schweizer Fernsehen RSI La1.

http://www.ticinolibero.ch/?p=80898
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10054
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon gaby » 24. Okt 2011 15:56

http://www.ekino.tv/film,Synestezja-Sin ... 3465.html#
hier habe ich Sinestesia angekuckt,aber die lesen polnischen Komentar dazu,trotzdem geht alles gut auch italienisch hoerren
gaby
 
Beiträge: 1701
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon mingi17 » 28. Jan 2012 09:21

lassio. Prima nazionale per Sinestesia di Bernasconi
Scritto da Redazione ARTE & SPETTACOLO, SAVONA 27 gennaio 2012

Alassio. Continuano alla Biblioteca “Deaglio” di Alassio le proiezioni della rassegna cinematografica, organizzata dal regista alassino Beppe Rizzo per cercare di riaprire nella “Città del Muretto” un vero e proprio cinema cittadino. Il film in programma lunedì (alle ore 21) è “Sinestesia” di Erik Bernasconi. “Si tratta per Bernasconi davvero di una prova di indubbia classe – dice Adalberto Guzzinati, giornalista e critico cinematografico – la sua scelta di dare una struttura circolare alla narrazione poteva nascondere dei rischi. Invece il risultato finale è davvero buono. Oltretutto optare per l’utilizzo, nella costruzione dell’intreccio, per ognuno dei quattro personaggi chiave della storia, uno stile cinematografico così diverso rende il film davvero interessante”.

Il film del trentottenne regista svizzero non è stato ancora distribuito in Italia e questa di Alassio è dunque una vera e propria prima nazionale. Girato quasi completamente nella Svizzera Italiana, è la storia di quattro giovani a ciascuno dei quali il regista ha dedicato un capitolo della narrazione. Interpretato dal famoso attore italiano Alessio Boni, narra due momenti particolari della vita dei quattro soggetti su cui si accentra l’attenzione di Bernasconi: Alan, sua moglie Francoise, Michela e Igor. Per i quattro protagonisti la quotidianità verrà interrotta da un incidente che costringerà Alan sulla sedia a rotelle. Bernasconi è diplomato alla Scuola di cinema di Parigi.

Già segnalato al festival del cinema di Locarno il film è stato prodotto da Villi Hermann e coprodotto da Giulia Fretta per la

Rsi.

I protagonisti sono oltre a Boni, Melanie Winiger, Giorgia Wurth e Leonardo Nigro. Il film è candidato a tre Quarzi, che sono i corrispondenti degli Oscar svizzeri, per la miglior sceneggiatura (Bernasconi), per la miglior attrice (Winiger) e per la miglior attrice esordiente (Wurth).
(Claudio Almanzi)
http://www.liguria2000news.com/alassio- ... sconi.html

Sinestesia endlich auch in Italien!
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10054
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon mingi17 » 21. Mär 2012 23:00

Home Attualità DOPO NOVE ANNI NEL SALENTO IL SIFF ALLARA IL RAGGIO D'AZIONE IN SVIZZERA
DOPO NOVE ANNI NEL SALENTO IL SIFF ALLARA IL RAGGIO D'AZIONE IN SVIZZERA
Mercoledì 21 Marzo 2012 05:54 REDAZIONE
E-mail Stampa

Il Salento International Film Festival (SIFF), una realtà affermata nel panorama degli eventi cinematografici nazionali ed internazionali, è un festival cinematografico che si svolge da 9 anni a Settembre nel Salento, la punta estrema d’Italia, “Finibus Terrae” , la Porta d’Oriente, da sempre centrifuga di culture e tradizioni. Il SIFF nasce dalla volontà di far conoscere e diffondere il Cinema indipendente nazionale, internazionale e il Cinema Giovane, creando un’occasione di confronto tra le produzioni cinematografiche, consapevoli del fatto che il cinema è la forma più potente di comunicazione culturale e di legame tra culture e popoli. Una formula innovativa che si caratterizza per l'alta qualità dei contenuti e un attento lavoro di ricerca sulle espressioni culturali contemporanee.

Il SIFF ZURICH: BEST OF THE FEST prevede, Sabato 31 Marzo, dopo la proiezione del film Svizzero SINESTESIA, opera prima del regista Ticinese Erik Bernasconi, presente alla proiezione, una serata di Gala con specialità pugliesi e salentine con i prodotti del Consorzio Sapori Mediterrranei 'Aproquality' che ha selezionato la migliore produzione artigianale per promuovere un Menù di " Dieta Mediterranea" nel mondo, che è stata nominata dall'UNESCO, “Patrimonio Immateriale e Culturale dell'Umanità”. A preparare sapientemente i prodotti saranno gli Chef della Scuola Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme (Lecce), denominati Ambasciatori del Gusto dal Ministero dell’Istruzione a seguito dell’esperienza maturata in vari eventi culturali ed enogastronomici internazionali in cui hanno contribuito a far conoscere il Salento e la Puglia nella sua eccellenza culinaria. Il binomio SIFF/Ambasciatori del Gusto ha rafforzato la valenza culturale degli eventi “SIFF nel Mondo”, poiché il pubblico ha la possibilità non solo di vedere il vero cinema indipendente internazionale, ma anche di gustare i sapori della Puglia e del Salento, patria del SIFF. Master Chef designato dalla Scuola il Prof. Pietro D’Urso, accompagnato dal Maitre e Sommelier Prof. Giovanni Martella e da 4 alunni meritevoli. Nel corso della serata di Gala l’attore protagonista del film Sinestesia, l’Italo-Svizzero Leonardo Nigro, di origini salentine, riceverà il Salento Award – Emerging Actor. A conclusione della serata saranno messi in palio 2 soggiorni di una settimana a Tricase, nel Salento, durante la nona edizione del SIFF 2012 (9-15 Settembre). L’Evento è Patrocinato dall'Assessorato al Mediterraneo Cultura & Turismo della Regione Puglia, dalla Città di Tricase, dall'Istituto Italiano di Cultura di Zurigo e dall'Agenzia Nazionale del Turismo.Ospite d’Onore SIFF ZURICH Leonardo Nigro (Grounding, Nachbeben, Happy New Year, Sinestesia) attore italo-svizzero attivo finora soprattutto in area germanofona, ma che vedremo presto sugli schermi Italiani con l’ultimo film di Silvio Soldini “Cosa Voglio di Più”. Nel film “Sinestesia” è l’amico del cuore del protagonista (Alessio Boni), un ruolo in cui si cala a pennello, anche a costo di ingrassare otto chili per “indossarlo” meglio, e in cui è capace di mescolare ironia, tenerezza e anche romanticismo. L’Attore riceverà il “Salento Award – Emerging Actor” un premio dell’artista ceramista Salentino Agostino Branca. SINESTESIA Un film di Erik Bernasconi. Con Alessio Boni, Giorgia Wurth, Leonardo Nigro, Melanie Winiger Drammatico, durata 90 min - Svizzera 2010 - Imago film.3 nominations ai Quartz, i premi del cinema svizzero per miglior sceneggiatura, miglior attrice e miglior attrice emergenteCoprodotto dall’Imago film di Villi Hermann e dalla RSI, Sinestesia è il primo lungometraggio di Erik Bernasconi ed è nato da un soggetto originale dello stesso Bernasconi che nel 2007 era stato premiato come miglior progetto opera prima del DECS e della RSI. Un riconoscimento e una borsa di studio che hanno certo consentito la realizzazione del film e che sottolineano quello che è uno dei punti di forza del film: la scrittura.Di per sé la vicenda sta tutta in poche righe come quelle del trafiletto che ha ispirato Bernasconi: un giovane uomo e una giovane donna innamorati ma non liberi (lui è sposato ma sul punto di lasciare la moglie), un drammatico incidente stradale che costringe lui su una sedia a rotelle e lei a un’apatia profonda aggravata dalla lontananza forzata dopo che la moglie ha scoperto il tradimento, il tempo che in parte aggiusta e in toto modifica sentimenti, percezioni e visioni della vita. Una storia che nella sua quotidianità potrebbe essere semplicemente banale e che il regista ha il merito di saper tradurre in veri sentimenti, in veri dialoghi, in vere relazioni umane, siano d’amicizia o d’amore. ALBERGHIERO “ALDO MORO” SANTA CESAREA TERMEL’I.P.S.E.O. “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme, diretta dal Prof. Avv. Paolo Aprile, ha lo scopo di creare delle figure professionali nel settore turistico-alberghiero con solide competenze specifiche spendibili sul mercato del lavoro, sia a livello locale che internazionale.E’membro AEHT (Association Européenne des Ecoles d’Hotellerie et de Tourisme) e fa parte di un ristretto pool di 26 Istituti Alberghieri di eccellenza in rete ne Progetto “Alta Ristorazione a Scuola”. Collabora con vari enti, operatori economici ed Istituzioni Scolastiche, a livello nazionale che internazionale. Ha in atto scambi con scuole europee, dal 2006 ospita presso la propria sede allievi provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese. Attualmente ha in corso di svolgimento una prestigiosa collaborazione con la Camera di Commercio della località turistica Giordana di Aqaba sul Mar Rosso. CONSORZIO MEDITERRAE – SAPORI MEDITERRANEI - APROQUALITY

Nata per fornire reali servizi alle imprese del sud attive sui mercati Nazionali e internazionali, il Consorzio SAPORI MEDITERRANEI " APROQUALITY " insieme ai suoi produttori artigianali di qualità, hanno selezionato i migliori prodotti per promuovere la Dieta Mediterranea nel mondo che è stata nominata dall' UNESCO, Patrimonio Immateriale e Culturale dell'Umanità. Attiva nel realizzare il suoi nuovi progetti in collaborazione con punti vendita, punti di degustazione e ristoranti in italia e all'estero. www.aproquality.com
Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Marzo 2012 14:34

http://www.polveredistellelecce.it/inde ... n-svizzera
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10054
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon mingi17 » 28. Mär 2012 16:44

Cinema
Sinestesia in concorso al Busto Arsizio Film Festival
Il film diretto dal regista svizzero Erik Bernasconi vede come protagonista uno dei migliori attori italiani, Alessio Boni
Ingrandisci testo Riduci testo | Versione stampabile Stampa | Invia articolo a un amico Invia | Scrivi alla redazione Scrivi
immagine di separazione
Prosegue in Italia l’importante percorso festivaliero di Sinestesia. Il film del giovane regista svizzero Erik Bernasconi, prodotto da Imagofilm Lugano e RSI Radiotelevisione svizzera, con Alessio Boni (La meglio gioventù, Arrivederci amore ciao), Giorgia Wurth, Melanie Winiger, Leonardo Nigro, Roberta Fossile e Teco Celio è programmato al Busto Arsizio Film Festival..

Il film racconta due momenti della vita di quattro giovani adulti confrontati con le prove del destino. Alan, sua moglie Françoise, la sua amante Michela, il suo migliore amico Igor, vivono le sfaccettature del quotidiano dopo un incidente che costringe Alan su una sedia a rotelle. Per questo la narrazione si compone, con una struttura circolare, in quattro capitoli: uno per personaggio, ognuno ispirato a un genere cinematografico. Sono quattro momenti di una stessa storia, che esplorano le emozioni dei personaggi da quattro angolature diverse. La trama si basa in larga parte sull’osservazione di fatti realmente accaduti e affronta con accenti diversi (thriller psicologico, commedia, dramma…) i temi dell’amicizia, dell’amore, dell’infedeltà e della disabilità.


La pellicola sarà proiettata domani, mercoledì 28 marzo, alle ore 21.00 al Cinema Teatro Manzoni di Busto Arsizio nell’ambito del Busto Arsizio Film Festival, in presenza del regista Erik Bernasconi dopo la proiezione.

Musiche di Zeno Gabaglio e Christian Gilardi.
27/03/2012
redazione@varesenews.it

http://www3.varesenews.it/busto/articolo.php?id=229701
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10054
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Sinestesia

Beitragvon gaby » 1. Apr 2012 17:12

IFF LONDON: BEST OF THE FEST

-

SIFF LONDON: BEST OF THE FEST Welcome to SIFF: BEST OF THE FEST London
A collection of awarded films from the Salento International Film Festival (SIFF) is a celebration of films and filmmakers, promotes international independent films, in recognition of the fact that movies are the most powerful form of cultural communication and link between cultures and peoples.

Founded in 2004 by Luigi Campanile, the Salento international film festival emerged as a major cultural event and one of the top film festival in Southern Italy. Each year it introduces filmamakers worldwide to the Salento area. 10 days of world premieres, special events, seminars, future films, short-films, and documentaries.

The Italian Cultural Institute is a partner in this year event, and our special thanks go to the Director Carlo Presenti and his staff for their continous cooperation and support to SIFF events through the past year.

The 3 day London event will bring you a selection of SIFF movies, but it will also be an opportunity to know more about Salento and Puglia and its fantastic food and tourist sights. Bring your business card for your chance to win a short break to Puglia and Salento.

SCHEDULE

VENERDI’ 13 APRILE
Ore 18:30 -Film SINESTESIA di Erik Bernasconi - Svizzera 2010, 91 min.
Ore 20:30 - Film 6 GIORNI SULLA TERRA di Varo Venturi, Italia 2011, 105 min.

SABATO’14 APRILE
Ore 17:00 -IMMIGRANT SON Doc di Frank Cappiello - USA 2011, 57 min.
Ore 18:30 - Film A PASSIONATE WOMAN di Kay Mellor - UK 2011, 105 min.

DOMENICA 14 APRILE
Ore 17:00-Film THE DUCK HUNTER di Egidio Veronesi - Italia 2011, 92 min.
Ore 19:00 - Film THE BLACK TULIP di Sonia Nassery Cole - Afghanistan 2011, 110 min
http://www.icilondon.esteri.it/IIC_Lond ... tta=Londra
gaby
 
Beiträge: 1701
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

VorherigeNächste

Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 2 Gäste

cron