Walter Chiari -Fino all'ultima risata

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 25605

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 27. Jun 2011 22:26

Walter Sorrisi 1.jpg
Walter Sorrisi 1.jpg (106.23 KiB) 2417-mal betrachtet
Walter Sorrisi 2.jpg
Walter Sorrisi 2.jpg (88.25 KiB) 2420-mal betrachtet


Dies sind zwei Seiten aus dem Artikel von "Sorrisi e Canzoni TV" , der Rest kommt unten.
Die Ähnlichkeit zwischen den beiden ist enorm, darauf weisen sie auch im Text hin, aber das fällt ja wirklich ins Auge.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10056
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 27. Jun 2011 22:29

Walter Sorrisi 3.jpg
Walter Sorrisi 3.jpg (100.26 KiB) 2411-mal betrachtet
Walter Sorrisi 4.jpg
Walter Sorrisi 4.jpg (95.42 KiB) 2414-mal betrachtet


Vielen Dank an/ mille grazie Silvia Dusi, die uns den Artikel zur Verfügung gestellt hat.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10056
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon gaby » 29. Jun 2011 12:24

schon wieder neue Bilder - fiction Walter Chiari
http://www.olycom.it/news_offertaUo.do?idoff=117689
gaby
 
Beiträge: 1702
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 12. Jul 2011 22:01

Walter Chiari e le sue mille vite
in tv a Natale
Walter Chiari fiction


Accedi o registrati per votare questa pagina.
Condividi1

L'attore più talentuoso, anarchico e libero della sua (grande) generazione è protagonista della fiction Il mio amico Walter, diretta da Enzo Monteleone e interpretata da Alessio Boni. Il regista ha anticipato a Paese Sera la genesi del progetto e i retroscena della tumultuosa vita di Chiari, dal folgorante successo alla caduta in disgrazia dovuta alla droga. "Ha vissuto la vita di cento uomini: ha raggiunto un grandissimo successo sia al cinema sia in tv. E poi ha avuto un grande successo con le donne"

Nel 1986 Luca Barbareschi interpretò e poi portò alla Mostra del Cinema di Venezia Romance, in cui il suo “mito” Walter Chiari vestiva i panni del protagonista e grazie al quale quest'ultimo sfiorò la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile, poi andata a Carlo Delle Piane per Regalo di Natale di Pupi Avati. Nel 1991 quel ”mito” moriva, in solitudine, pochi giorni prima di Natale, dopo una vita così intensa che sembravano mille. Un filo che lega i due eventi, oltre al casuale ritorno del periodo natalizio, lo stringe oggi forte il regista Enzo Monteleone, che sta finendo le riprese della fiction televisiva – due puntate destinate a RaiUno – dal titolo provvisorio Il mio amico Walter. Affresco della parabola di successi e insuccessi vissuta da uno degli attori più anarchici, liberi e talentuosi della sua generazione, ma anche il più ingiustamente dimenticato. Girato e ambientato tra Roma, Stresa e Torino, Il mio amico Walter (speriamo trovino un titolo più originale e accattivante) riporterà quindi alla memoria l’ascesa e la caduta di Walter Chiari andando in onda in occasione del ventennale della sua scomparsa, proprio intorno a Natale. Il regista Enzo Monteleone ha raccontato a Paese Sera la genesi del film, che mostrerà Walter Chiari in molti luoghi della Capitale, tra cui il Fontanone, Villa Borghese e le zone della Dolce Vita .

Perché ha avuto voglia di riportare sullo schermo Walter Chiari?
L’idea è partita proprio da Luca Barbareschi, che ne era grande amico e fan e condivise con lui l’avventura di Romance, che nel 1986 riportò al cinema Chiari dopo un lungo periodo di disgrazia. E’ proprio Luca a produrre questa fiction con la sua società Casanova, ed è sempre lui ad avermi proposto di girarla, anche perché in quei giorni, a Venezia, c’ero anch’io. Quella partecipazione in concorso alla Mostra, con Walter Chari che non lavorava da anni ed era caduto molto in basso, fu vissuta da molti come “il grande ritorno”, ma la mancata vincita del premio fu l’ennesima beffa. E’ un personaggio che ammiro come uomo e come artista, ha avuto una vita incredibile e trovo ingiusto che sia caduto nell’oblio, al contrario di suoi colleghi dell’epoca come Tognazzi, Sordi, Gassmann.

Come si è documentato sulla sua vita?
Sono partito da un lavoro antologico fondamentale fatto da Tatti Sanguinetti dal titolo Storia di un altro italiano, sette puntate di interviste e documentazioni sull’attore, che lui aveva seguito per anni come fosse il suo Sancho Panza, lì ci sono tantissimi bei filmati di repertorio. Poi ho cercato le tante persone che hanno vissuto con lui e condiviso parte del suo percorso, compreso il figlio Simone Annichiarico, che ha letto e approvato la sceneggiatura.

Che cosa ha scoperto su di lui e che taglio ha scelto per raccontare la sua storia?
Il problema è che è stato un uomo che ha vissuto la vita di 100 uomini: era talentuoso e fortunato, ha raggiunto un grandissimo successo sia al cinema – dove ha lavorato con Rosi, Visconti e Welles – sia in tv, dove ha condotto Canzonissima con Mina e Paolo Panelli. Ha poi avuto un grande successo con le donne: è stato con Lucia Bosè, Ava Gardner, Mina, Anita Ekberg… Ho avuto quindi un grande problema nel cercare di sintetizzare la sua parabola.

Sarà Alessio Boni a interpretare Walter Chiari, come l’ha scelto?
Ho fatto provini a diversi attori, cercavo qualcuno che assomigliasse un po’, nella fisicità e nell’atteggiamento, a Chiari. Alessio mi ha convinto anche perché pure lui è del nord e ha un’eleganza, un sex appeal e una simpatia che ricordano Walter. E poi è un suo grande fan.

Che idea si è fatto sulla parabola di questo artista che ha toccato le vette del successo e poi è piombato in una rovinosa caduta?
Walter Chiari aveva un demone: la cocaina, e lui era un cocainomane nel 1948, erano altri tempi, in cui questa droga era più o meno tollerata in un certo ambiente glamour, di artisti. Poi invece negli anni è diventata una cosa più sporca e lui ha avuto uno stop brutale della sua carriera quando è stato arrestato nel maggio 1970 insieme a Califano. Fu cacciato dalla Rai e non lavorò più. E’ stata una storia devastante, ma lui era una persona molto generosa, dicevano che aveva le mani bucate ma in realtà non dava importanza ai soldi nella misura in cui voleva condividere la sua fortuna. D’altra parte lo accusavano di essere inaffidabile, ed è vero che spessissimo si presentava in ritardo – o non si presentava affatto – in teatro o in tv, ma poi quando iniziava un monologo non sapevi mai quando avrebbe finito. Si faceva perdonare, aveva una grande capacità affabulatoria.
di Michela Greco

Cultura e spettacolo

Martedì, 12 Luglio 2011
Tags: RaiUno, Enzo Monteleone, Walter Chiari, Mostra di Venezia, Luca Barbareschi

http://www.paesesera.it/Cultura-e-spett ... v-a-Natale

Die tausend Leben des Walter Chiari
Nach diesem Artikel wird der Zweiteiler voraussichtlich um Weihnachten herum ausgestrahlt, da sich da der Todestag Chiaris zum 20. Mal jährt.

Auf die Frage an den Regisseur, warum er ausgerechnet Alessio ausgewählt hat:
"Ich habe mit verschiedenen Schauspielern Probeaufnahmen gemacht, ich suchte jemanden, der ihm ein wenig ähnelte, in der Figur und im Verhalten. Alessio hat mich schon deshalb überzeugt, weil er aus dem Norden kommt und eine Eleganz, einen Sexappeal und ein sympathisches Auftreten hat, das an Walter erinnert. Und außerdem ist er einer seiner größten Fans."
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10056
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 15. Jul 2011 17:31

Il nostro amico Walter, Alessio Boni: “Chiari ha espiato le sue colpe con la Rai è giusto che sia riabilitato”
15 lug, '11 di Diego Odello
0 commenti

Prossimamente su Raiuno andrà in onda Il nostro amico Walter, la miniserie prodotta da Rai Fiction con Casanova Multimedia, diretta da Enzo Monteleone, incentrata sulla vita artistica e privata del grande Walter Chiari (dai problemi con la droga al periodo passato in prigione, dal rapporto con le donne all’amore provato per Alida Chelli, madre del suo unico figlio, dagli episodi glamour alla morte nel 1991).

Il produttore Luca Barbareschi lo ricorda così: (fonte Il corriere della sera)

Era un anarchico, politicamente scorretto, irriverente nei confronti del potere, mai ruffiano al servizio di qualcuno e gliela fecero pagare.

Alessio Boni che interpreterà Walter Chiari parla della fiction come di un progetto per riabilitare l’immagine dell’attore che, dopo aver fatto uso di cocaina ed essere finito in carcere per possesso e spaccio, si è trovato tutte le porte chiuse, da quelle della Rai a quelle del cinema e del teatro:
Ha espiato le sue colpe con la Rai, dov’era nato, è giusto che sia riabilitato. Non voglio imitarlo, ma ricordarlo attraverso i comportamenti. Ciò che mi ha colpito di più era il cordone ombelicale che aveva col pubblico. Non era narcisismo, ma voglia di condividere l’hic et nunc con chi gli stava davanti: era un cavallo di razza, una simpatica canaglia.

Il regista Monteleone aggiunge:
E’ stato il primo a capire che in tv, per catturare l’attenzione, doveva guardare in macchina: e parlava, parlava … senza annoiare mai. Un vulcano di idee, peccato abbia dissipato tutto.
15 lug, 2011 di Diego Odello Condividi

http://www.fictionitaliane.com/il-nostr ... abilitato/

AB, der Walter Chiari spielt, spricht vom Film wie von einem Projekt um das Bild des Schauspielern zu rehabilitieren, der nach dem Genuss von Kokain und nachdem er schließlich wegen Besitz und Handel im Gefängnis war, alle Türen verschlossen fand, von der der Rai bis zu denen des Kinos und des Theaters:
"Er büßte für seine Sündenbei der Rai, wo er "geboren" Wurde, und es ist gerecht, dass er rehabilitiert wird. Ich will ihn nicht imitieren, sondern an ihn erinnern mittels seiner Verhaltensweisen. Was mich am meisten beeindruckt hat, war die Nabelschnur, die er mit dem Publikum hatte. Es war nicht Narzissmus, aber er wollte das Hier und Jetzt mit denen teilen, vor denen er stand: er war ein Rassepferd, ein sympathischer Gauner."
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10056
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon gaby » 28. Jul 2011 17:57

Il set Dalla passione per Ava Gardner alle accuse sulla droga: fiction Rai
Dolce vita, donne e guai: Walter Chiari, antieroe tv
Alessio Boni: espiò tutte le sue colpe, va riabilitato Il protagonista «Non voglio imitarlo ma mi piacerebbe ricordare lo struggimento di un Peter Pan che si sgretola»

ROMA - La celebre scazzottata di Walter Chiari col paparazzo al Café de Paris, non l' hanno potuta girare in via Veneto, ma è stata ricostruita al Fontanone del Gianicolo. È uno degli episodi glamour dell' avventura umana e artistica dell' attore scomparso vent' anni fa, ora raccontata nella miniserie «Il nostro amico Walter», prodotta da Rai Fiction con Casanova Multimedia, regia di Enzo Monteleone. Protagonista Alessio Boni che ricorda: «Chiari aveva un buon rapporto con i fotografi e, anzi, a volte li convocava proprio lui. Ma quella sera gli fecero perdere le staffe: Fellini si ispirò a quella lite per la sua "Dolce vita"». Una vita, quella di Walter Annichiarico (questo il vero cognome), che si può sintetizzare in «irresistibile ascesa e caduta di una star». Nato da una modesta famiglia, approdò presto al palcoscenico e, dotato di talento naturale, conquistò il successo. Ma il 20 maggio 1970 il destino era in agguato e la sua vita finì nel fango: viene arrestato per consumo e spaccio di cocaina. Resta in carcere fino all' agosto successivo, poi scarcerato, prosciolto dall' accusa di spaccio, condannato solo, con la condizionale, per detenzione di sostanze stupefacenti a uso personale. «Ma ormai - commenta Boni - era iniziata la caduta agli inferi. Trascinato in carcere dal solito "pentito" di turno, fu segregato come il peggiore dei criminali. Certo, Walter Chiari non era Padre Pio, avrà avuto la colpa di usare cocaina, ma non era un delinquente. Tentò di riconquistare il pubblico, ma i burocrati della Rai dell' epoca gli chiusero la porta in faccia, così come i produttori teatrali e cinematografici e, nonostante qualche sporadica ripresa, Walter non riuscì a ritrovare lo smalto definitivamente perso». Ci fu un momento in cui sembrò rinascere l' astro Chiari, quando nel 1986, alla Mostra del Cinema di Venezia, sfiorò la Coppa Volpi come miglior attore nel film «Romance». In quel film recitava al suo fianco, nel ruolo del figlio, un giovanissimo Luca Barbareschi, che dice: «È in ricordo di quella mancata vittoria e per rendere omaggio a un grande attore, a un caro amico, che ho prodotto questa fiction. Io ho iniziato a recitare, perché volevo diventare lui da grande. Walter mi ha dato coraggio, era generoso, credeva nell' amicizia. Ha avuto una vita tragica e anche meravigliosa e, quando potrò, farò un film su di lui». Non fa sconti al personaggio, la fiction che andrà in onda su Raiuno: descrive la solarità del carattere, ma anche le ombre della sua vita sfrenata, il ricadere nell' uso di droga. E poi le donne famose, gli amori, soprattutto quello per il suo unico figlio, Simone, avuto da Alida Chelli, di cui apprese la nascita mentre languiva dietro le sbarre. «Era un anarchico, politicamente scorretto, irriverente nei confronti del potere, mai ruffiano al servizio di qualcuno e gliela fecero pagare», riprende Barbareschi, che ieri ha polemizzato con il produttore Carlo Degli Esposti, definendo «buffonesca» la sua intervista su «Sette», dove afferma che «è delittuoso il modo in cui la politica sta facendo morire il mercato dei prodotti televisivi indipendenti». E Barbareschi gli risponde a distanza: «Siamo certi che lui può dichiarare di non aver mai ricevuto appoggi politici?». Il progetto della fiction è stato accolto dal figlio come risarcimento morale nei confronti del padre. «Ha espiato le sue colpe con la Rai, dov' era nato - si infervora Boni - è giusto che sia riabilitato». Ma l' attore non nasconde le difficoltà di interpretarlo: «Non voglio imitarlo, ma ricordarlo attraverso i comportamenti. Ciò che mi ha colpito di più era il cordone ombelicale che aveva col pubblico. Non era narcisismo, ma voglia di condividere l' hic et nunc con chi gli stava davanti: era un cavallo di razza, una simpatica canaglia». Concorda Monteleone: «È stato il primo a capire che in tv, per catturare l' attenzione, doveva guardare in macchina: e parlava, parlava... senza annoiare mai. Un vulcano di idee, peccato abbia dissipato tutto». Ed è proprio questo l' aspetto che Boni vuole restituirne: «Lo struggimento di un Peter Pan che si sgretola. Come una balena che si lascia spiaggiare per andare a morire, così Walter si lascia andare giù lento, fino a spegnersi, una sera di dicembre, da solo, in un alloggio modesto, davanti alla tv». Emilia Costantini RIPRODUZIONE RISERVATA **** La coppia

Costantini Emilia
gaby
 
Beiträge: 1702
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon gaby » 7. Aug 2011 21:29

Fiction Rai Uno: Alessio Boni si calerà nei panni di Walter Chiari
E’ ormai ufficiale: fra le molte fiction che ci attendono nella prossima stagione televisiva sulla Rai, è in dirittura di arrivo quella diretta da Enzo Monteleone e prodotta Casanova Multimedia di Luca Barbareschi che narrerà della vita del grande attore, comico e conduttore televisivo Walter Chiari, nei panni del quale si calerà Alessio Boni. Su quest’ultimo per un po’ di tempo siamo rimasti col fiato sospeso, perchè non si sapeva bene se avrebbe accettato di girare questa miniserie oppure quella su Enzo Tortora, altro grande personaggio italiano, che sarà diretta da Ricky Tognazzi e prodotta dalla IIF di Fulvio Lucisano. In effetti non sarei voluta essere nei panni di Alessio nel dover decidere chi dei due protagonisti interpretare, ma poi, per una serie di motivi, Boni ha optato per quella su Walter Chiari e i dubbi si sono subito azzittiti, dando il via alle riprese in aprile e maggio.

Il ruolo è senza dubbio difficile. Per quanto uno si immedesimi, cercando di somigliare al personaggio fin nei minimi dettagli, oppure, al contrario, cercando di non emularlo troppo, mettendoci del proprio, il paragone ci sarà sempre. Un confronto che, in questo caso (come in pochi altri) si trasforma di una vera e propria prova del nove. Una sorta di sfida, come dichiara lo stesso attore: qui non si tratta di calarsi nei panni di Puccini o Caravaggio, a cui ho prestato il volto in passato. La gente conosceva Walter Chiari, si ricorda di come parlava, camminava, gesticolava. Mi tremano i polsi solo a pensarci!
La fiction in questione, di cui ancora non si conosce il titolo, sarà divisa in due puntate che (se tutto va bene) verranno trasmesse al momento dell’anniversario della morte di Walter Chiari, ossia il 20 dicembre 2011 e il regista si dice entusiasta di tale progetto (al di là di essere un fan di questo mito nostrano scomparso 20 anni fa). Walter, per molto tempo è stato dimenticato, racconta Enzo Monteleone, i suoi film sono stati passati e ripassati in tv, così come le sue gag nei vari show, ma di lui non si è parlato più, non è mai stato realmente ricordato. Ecco dunque che questo “omaggio” arriva a porre rimedio a tale “dimenticanza” da parte nostra. Le tappe e gli avvenimenti fondamentali della sua vita ci saranno tutti, comprese le miriadi di donne innamorate che sono cascate ai suoi piedi, dando spazio a quelle realmente importanti come Marisa Maresca, Ava Gardner, Lucia Bosè, Alida Chelli e l’amica di sempre Valeria Fabrizi, interpretata da Bianca Guaccero.

Insomma, uno spettacolo da non perdere, che ci farà tornare indietro nel tempo, commuovendoci e facendoci sorridere. Segnare la data sul calendario, mi raccomando!
gaby
 
Beiträge: 1702
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Il nostro amico Walter (Chiari)

Beitragvon mingi17 » 24. Aug 2011 17:20

Il nostro amico Walter: la fiction prodotta da Luca Barbareschi sul grande Walter Chiari – Trama 1° episodio
Pubblicato da Giuseppe il 24 ago 2011. in Fiction Rai, Il nostro amico Walter, News Argomenti simili: alessio boni, alida chelli, bianca guaccero, casanova multimedia, fiction rai, fiction walter chiari, Luca Barbareschi, trama il nostro amico walter

Già da tempo abbiamo cominciato ad annunciare e parlare di una nuova fiction Rai prodotta da Luca Barbareschi e la sua Casanova Multimedia sulla vita del grande Walter Chiari, Il nostro amico Walter questo il titolo scelto andrà in onda prossimamente su Rai Uno, per le fiction Rai in autunno cliccate qui.

Nel cast della fiction confermato Alessio Boni nel ruolo impegnativo senz’altro di Walter Chari, al suo fianco Bianca Guaccero che interpreterà Valeria Fabrizi, Dajana Roncione invece vestirà i panni della altrettanto grande Alida Chelli compagna di Walter per moltissimi anni. La regia è affidata a Enzo Monteleone.

Al momento non è ancora disponibile una data ufficiale di messa in onda ma intanto ecco una breve sinossi del primo episodio della fiction che sarà composta da sei puntate di 100 minuti ciascuna.

1970. Appena tornato dall’Australia dove si è sposato con Alida Chelli, Walter Chiari è prelevato dalla Guardia di Finanza e portato in carcere. L’accusa è spaccio di droga: Walter nega tutto, ma il giudice non gli fa sconti e lo sbatte in cella.

Fine anni ’40: Walter è un pugile dilettante che lavora alla catena di montaggio della Isotta-Fraschini. La sua carriera artistica inizia casualmente: una sera, accompagnando l’amica Valerie, ballerina nella compagnia della famosa soubrette Sophie Blondel si ritrova sul palco, e grazie al suo talento per la battuta e al suo sorriso marpione fa subito breccia. La Blondel lo vuole con sé, poi quando la soubrette lo scarica lui si vendica mettendo su una nuova compagnia con Campanini e Valeria, con la quale ha un enorme successo, prima al teatro poi al cinema, riproponendo il numero dei fratelli De Rege.

Via|Casanova Multimedia


http://www.teleblog.it/37161/news-serie ... sodio.html
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10056
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Il nostro amico Walter (Chiari)

Beitragvon gaby » 1. Sep 2011 09:40

A Walter Chiari l’omaggio del Roma Fiction Fest
In occasione del ventennale della scomparsa la manifestazione dedicata alla tv dedica all'attore una retrospettiva dal titolo "Noi ridevamo". Le novità del festival, a Roma dal 25 al 30 settembre

La quinta edizione del RomaFictionFest, promossa dalla Regione Lazio e dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dall’APT (Associazione Produttori Televisivi) si terrà dal 25 al 30 settembre 2011 all’Auditorium Parco della Musica. La direzione artistica è affidata per il quarto anno consecutivo a Steve Della Casa, mentre la direzione dell’Industry è guidata sempre da Antony Root. Interpreti indimenticabili vivi ancora oggi nel cuore e nei ricordi degli italiani saranno i protagonisti della retrospettiva organizzata dal Festival insieme alle Teche Rai e curata da Claudio De Pasqualis, dal significativo titolo Noi ridevamo e che avrà come sede La Casa del Cinema di Roma.
Prima erano gli sceneggiati, gli sketch, le grandi trasmissioni che accendevano le serate televisive degli italiani, modelli che hanno segnato un’epoca e che hanno contribuito a far emergere nuovi talenti. Ma la televisione d’altri tempi è stata animata anche da una rosa di grandi attori di cinema e di teatro che con il loro prezioso contributo artistico e professionale hanno “aiutato” il piccolo schermo a crescere sempre di più.

Partendo dal ventennale della scomparsa di Walter Chiari al quale il RomaFictionFest dedica uno speciale tributo, la Retrospettiva celebrerà oltre all’indimenticabile interprete di “Sarchiapone”, (trasmesso per la prima volta nel 1958 durante il programma televisivo La via del successo insieme a Carlo Campanini, sua fedele “spalla”) altri tre grandi personaggi del nostro cinema che hanno fatto numerose e memorabili incursioni nella televisione: Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi. Ma Noi ridevamo avrà un occhio di riguardo anche su tanti altri attori che vanno da Alberto Sordi a Enrico Maria Salerno, da Monica Vitti fino a Marcello Mastroianni. Ci saranno, infine, incontri con personaggi, autori o, semplicemente amici, che hanno contribuito alla nascita e alla crescita di questi personaggi.
(11 agosto 2011)
gaby
 
Beiträge: 1702
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Il nostro amico Walter (Chiari)

Beitragvon gaby » 3. Okt 2011 22:04

gaby
 
Beiträge: 1702
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

VorherigeNächste

Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast

cron