Walter Chiari -Fino all'ultima risata

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 26385

Walter Chiari -Fino all'ultima risata

Beitragvon mingi17 » 1. Feb 2011 17:38

Un personaggio amato dal pubblico, poliedrico, controverso: il ricordo di Walter Chiari non è mai tramontato. Proprio per la sua vita, tra mondanità e un processo per droga e per il suo fascino, Raifiction ha deciso di realizzare per Raiuno una miniserie dedicata alla vita dell’attore e conduttore televisivo nato a Verona nel 1924 e morto a Milano nel ’91.

A interpretare l’attore, il cui vero nome è Walter Annichiarico, sarà Alessio Boni, lo rivela il settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, mentre l’attrice Dajana Roncione sarà la moglie Alida Chelli. Nel cast ci sarà anche Bianca Guaccero nei panni di Lucia Bosè, con la quale Chiari ebbe una relazione.

http://www.televisioneblog.it/2011/02/0 ... er-chiari/

Ein Charakter geliebt von der Öffentlichkeit, vielseitig, umstritten: die Erinnerung an Walter Chiari hat nie nachgelassen. Wegen seines Lebens, zwischen Mondanität und Drogenverfahren und wegen seiner Faszination hat RaiFictionbeschlossen, für Raiuno eine Miniserie über das Leben des Schauspielers und TV-Moderators zu machen, der in Verona im Jahre 1924 geboren wurde und in Mailand 1991 starb.
Der Darsteller des Schauspielers, dessen wirklicher Name Walter Annichiarico ist, wird Alessio Boni sein, enthüllt die TV-Wochenzeitschrift Sorrisi e Canzoni,während die Schauspielerin Dajana Roncione seine Frau Alida Chelli sein wird . Bei der Besetzung wird auch Bianca Guaccero in die Rolle der Lucia Bose sein, mit der Chirari eine Beziehung hatte.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10099
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 15. Feb 2011 13:38

Die Dreharbeiten beginnen laut Alessio im April. Er sagt, dass es für ihn schwieriger sei, diesen in Filmen etc. reichlich dokumentierten Menschen darzustellen als z.B. Caravaggio, von dem niemand wußte, wie er sich bewegt oder benommen hat. Aber ich bin sicher, er kriegt das schon hin. ;)
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10099
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 23. Feb 2011 17:35

Tv: a Torino Le Riprese Del Film Su Walter Chiari

da 7 minuti
Asca


(ASCA) - Roma, 23 feb - Continua la ''cinefuga'' dalla capitale. Sempre piu' produzioni lasciano la capitale per girare altrove, dopo il doppio film di Brizzi dedicato a ''maschi'' e ''femmine'' molti altri film verranno girati a Torino e in Piemonte. Ficarra e Picone inizieranno a girare il 6 Giugno proprio a Torino,seguiti dal ''Sex 3D'' nuova commedia di Fausto Brizzi. Poche settimane prima inizieranno sempre a Torino le riprese del film tv su Walter Chiari interpretato da Alessio Boni e diretto da Enzo Monteleon

Der Film wird in Turin gedreht.
http://it.notizie.yahoo.com/19/20110223 ... 1c902.html
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10099
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 8. Mär 2011 19:12

Wer sich den echten Walter Chiari mal anschauen möchte:

http://www.youtube.com/watch?v=3bMU-Eh9QkI

Hier ein Querschnitt durch sein Leben.

Auf dieser Seite sind noch mehr Filmchen mit ihm:
http://www.youtube.com/results?search_q ... hiari&aq=0

Hier macht er sich über jemanden lustig, ich kann mir Alessio gut vorstellen in der Rolle.
http://www.youtube.com/watch?v=1U2Ao2nktlA
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10099
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 10. Mär 2011 07:18

Walter Chiari, 20 anni dalla scoparsa (das müßte scompara = Tod heißen, denn scoparsi qualcuno heißt bumsen :mrgreen: )
Milano ricorda l'attore con un ricco programma di iniziative, patrocinate dall’Assessorato alla Cultura: una rassegna al Cinema Gnomo, un libro biografico e una mostra fotografica dedicate al grande artista
Milano, 9 marzo 2011 – A vent’anni anni dalla scomparsa, Milano ricorda Walter Chiari con un ricco programma di iniziative, patrocinate dall’Assessorato alla Cultura: una rassegna al Cinema Gnomo, un libro biografico e una mostra fotografica dedicate al grande artista. “Quando Milano inizia a prendersi troppo sul serio - ha detto l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory - può sempre attingere all'ironia intelligente di Walter Chiari che, parlando della propria morte, proponeva sempre questo epitaffio: ‘Non piangete amici, è solo sonno arretrato!’. Walter Chiari era personaggio e persona in un unico uomo. Un’unica voce. Un unico volto. Un artista generoso, ironico, talvolta scomodo, capace di narrare con la sua verve comica la storia dei nostri costumi. Vita e arte, nel suo caso, sono state un binomio inscindibile, filtrato dallo sguardo del cinema ‘fatto di gente, più una storia che succede sullo schermo’, come affermava Italo Calvino”.

Le celebrazioni inizieranno martedì 15 marzo, alle ore 17.30, nella Sala Piccola del Teatro Dal Verme, con un incontro aperto al pubblico in cui l'assessore Finazzer Flory presenterà il volume Walter Chiari, un animale da palcoscenico di Michele Sancisi e verrà inaugurerà l'omonima mostra fotografica allestita nel foyer del teatro.
All'incontro, moderato da Francesco Castelnuovo, interverranno amici e colleghi di Walter Chiari. Tra questi Paolo Limiti, Valeria Fabrizi, Luca Barbareschi, Alessio Boni, Roberto Brivio, Morando Morandini, Iva Zanicchi e il figlio Simone Annicchiarico. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Il libro Walter Chiari, un animale da palcoscenico di Michele Sancisi ripercorre per la prima volta la sua carriera in cinema, teatro e televisione attraverso altrettanti percorsi. Non una classica biografia, ma un’analisi completa della sua produzione: circa 110 film, 50 stagioni teatrali, innumerevoli apparizioni televisive e radiofoniche. La sezione dedicata al cinema contiene una serie competa di schede su tutti i film, raggruppate per temi e filoni. Il volume, con
traduzione inglese a fronte, è realizzato con il patrocinio del Comune di Milano.

La mostra fotografica, aperta dal 16 al 30 marzo, illustra il periodo della “dolce vita” di cui Walter Chiari fu protagonista tra gli anni ’50 e ’60, assieme a molti altri volti del cinema e della televisione italiani. In mostra immagini inedite provenienti dagli archivi dei “paparazzi” romani e foto che testimoniano il lavoro sui set di un’industria cinematografica allora fiorente e celebrata in tutto il mondo.
L’esposizione è arricchita da una selezione delle tante copertine di riviste d'epoca dedicate a Walter Chiari. La mostra è visitabile tutti i giorni, dalle 14 alle 19 (oltre agli orari di spettacolo del Teatro Dal Verme) con ingresso libero.

Dal 16 al 20 marzo il Cinema Gnomo dedica invece una rassegna all’attore articolando cinque serate con un doppio programma, introdotto e commentato da ospiti e critici. Autentiche rarità degli esordi e film drammatici, incursioni nel teatro e scorribande nella sua raffinata comicità, con un programma selezionato tra tutte le pellicole girate durante la sua lunga carriera.

Biglietti cinema Gnomo
Ingresso valido per tutte le proiezioni della giornata: 4,10 euro
Ingresso ridotto: 2,60 euro
Tessera associativa Cinema Gnomo obbligatoria: 2,60 euro

Per informazioni: Ufficio Cinema del Comune
Via U. Foscolo 5
tel. 02 88462452/56/60/69
c.uffcinema@comune.milano.it
http://www.comune.milano.it/spettacolo

Große Ereignisse zur Feier von Walter Chirai, ein Buch, eine Fotoshow und eine Veranstaltung, bei der auch Alessio anwesend sein wird.

http://www.comune.milano.it/portale/wps ... a+scoparsa

Bild
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10099
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon gaby » 16. Mär 2011 22:02

Personaggi Gli amici, i colleghi e il figlio Simone ricordano l' attore nella sua città d' adozione
Carissimo Walter
Irrefrenabile Spadroneggiava dal Nuovo al Lirico e prima ancora da ragazzino con le soubrette del Mediolanum

Per ricordare Walter Chiari, di cui siamo orfani dal 20 dicembre del ' 91, quando morì in solitudine e povertà in una stanza di un residence milanese di periferia, si preparano incontri, cicli, omaggi, un bio libro (bilingue) di Michele Sancisi edito da Mediane, mentre Alessio Boni sarà la star di una biografica fiction tv diretta da Enzo Monteleone e prodotta da Barbareschi, che a sua volta, fra gli ultimi partner di Walter, verrà a Milano a dar peso alla memoria. Chiari merita di tutto e di più, è stato un grande comico della rivista, un entertainer irrefrenabile, protagonista di 110 film, attore di prosa e vedette tv con programmi come «La via del successo» e «Canzonissima». Protagonista dello spettacolo, anche nel temperamento auto distruttivo pronto a conquistare e dissipare belle donne e denari in clamorosi episodi giudiziari: ma i paparazzi andavano in tilt quando arrivava a via Veneto con Ava Gardner. Veronese di nascita, Chiari fu milanese di adozione e porta le prove: flirt con Lucia Bosè, commessa del Galli di Porta Romana e amicizia con la famiglia Rota del Nazionale, oltre al fatto che la sua piazza teatrale era Milano, dove spadroneggiava, imitando facendo Marlon Brando, dal Nuovo, al Lirico e prima ancora, quando ragazzino si faceva amare dalla soubrette Marisa Maresca, del Mediolanum. Nel libro di Sancisi c' è materiale per studiare il caso di un grande attore nemico di se stesso, che ha conosciuto stagioni d' oro, ha lavorato con Garinei e Giovannini («Buonanotte Bettina», «Un mandarino per Teo» con la Mondaini), ha fatto del teatro da camera (anche diretto da Zeffirelli) lanciando il primo Modugno e Laura Betti, ha recitato con Franca Valeri e Tedeschi, ha condiviso con Rascel le bizze della «Strana coppia» di Neil Simon ma a fine carriera pure i bidoni della spazzatura del «Finale di partita» di Beckett. Colto, simpatico, logorroico, ma quando entrava in scena, fin dalle riviste «Tutto fa Broadway»,«Gildo», non si poteva guardare che lui, che con una sua dialettica trasversale conquistava diversi pubblici: lo sketch cult del Sarchiapone con Campanini, ancora oggi conquista. Sancisi titola il suo bel libro «Walter un animale da palcoscenico», grande complimento in gergo teatrale. Se è vero che pochi sono i suoi film che restano («Bellissima» di Visconti, «Il giovedì» di Risi, «Romance» di Mazzucco per cui gli sfuggì il premio a Venezia) è anche vero ma dal 1950 in poi fu uno dei nomi di punta del cinema comico che usava tutte le risorse della rivista col box office sempre dalla sua parte e registi come Soldati e Mattoli, re appunto del varietà. Arrivano così a Milano i suoi amici, l' amata Valeria Fabrizi, che conserva gelosamente le sue lettere d' amore, Barbareschi e Sanguineti, Paolo Pillitteri, Rosalina Neri, Gemma Ghizzo che col marito Franco lo volle star al Nuovo con Ivana Monti e il figlio Simone che ha girato un documentario su papà. Allo Gnomo dal 16 al 20 marzo «Più Chiari di così» è una rassegna di film, tra cui il cult «Walter e i suoi cugini» ma anche di spezzoni rari di varietà e tv, mentre nell' atrio del Dal Verme ci sarà una mostra di foto e articoli dal 16 al 30/3 per muovere giuste nostalgie e far scattare curiosità su un personaggio straordinario che la tv dovrebbe ricordare. Maurizio Porro RIPRODUZIONE RISERVATA Colto, simpatico, logorroico Milano celebra il suo Chiari **** Allo Gnomo Dal 16 al 20 marzo allo Gnomo (via Lanzone 30/a, 4,10) omaggio a Walter Chiari (nella foto con De Sica) con film, incontri, nuovi libri

Porro Maurizio

Pagina 15
gaby
 
Beiträge: 1767
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon gaby » 19. Mär 2011 18:19

Alessio Boni sarà Walter Chiari in film
Il regista Monteleone racconta la miniserie Rai a 20 anni dalla morte dell'attore
19 marzo, 17:39

* salta direttamente al contenuto dell'articolo
* salta al contenuto correlato

*
* riduci
* normale
* ingrandisci

* Indietro
* Stampa
*
Invia
*
Scrivi alla redazione
* Suggerisci ()

Walter Chiari
Guarda le foto 1 di 3
Walter Chiari
Alessio Boni sarà Walter Chiari in film

di Alessandra Magliaro

ROMA - Enzo Monteleone non ha difficoltà a definire quasi "un risarcimento" la miniserie in due puntate con Alessio Boni protagonista nei panni, anche un po' scomodi, di Walter Chiari, di cui quest'anno (il 20 dicembre) ricorrono 20 anni dalla morte. Progetto della Casanova di Luca Barbareschi (con cui Chiari recitò in Romance nel 1988) per Rai Fiction, andrà sul set a fine aprile, inizio maggio, tra Roma, Torino e il lago di Stresa.

"Per 20 anni fu totalmente dimenticato, i suoi film passati e ripassati in tv ma lui mai ricordato", dice in un'intervista all'ANSA Monteleone. Promette il regista che "pur con inevitabili tagli perché Chiari ha avuto mille vite, altrettanti amori, altrettante esperienze professionali, si tenterà di fare un ritratto completo di quest'uomo così speciale. Forzatamente faremo delle scelte drastiche ma gli appuntamenti immancabili della sua vita ci saranno tutti e anche quelli con le donne più importanti, Marisa Maresca, Lucia Bosé, Ava Gardner ovviamente, Alida Chelli, Valeria Fabrizi che per tutta la vita è stata sua amica e che sarà interpretata da Bianca Guaccero. Ci prenderemo delle libertà perché non è un documentario biografico su Walter Chiari e saremo infedeli quanto basta per restituire la grande personalità e umanità di questo grandissimo attore".

Il bergamasco Alessio Boni, riferisce Monteleone, "ha una passione sfrenata per Walter Chiari e pur non essendo certo un sosia ha un sorriso che lo può ricordare". Certo, interpretare un attore che "negli anni '50 era il piu' famoso, amato, ricco e invidiato d'Italia, l'unico a recitare con il tutto esaurito per tre mesi a Broadway e a ricevere gli applausi dalla tv per Canzonissima o Studio Uno, sarà una bella sfida così come raccontarne la Caporetto con l'arresto, il processo e la condanna per droga negli anni '70.

Nella nostra fiction - dice ancora Monteleone - ci sara' anche questo suo lato oscuro, il suo rapporto con la cocaina e la parabola di un uomo che fu generosissimo e amatissimo, che mai dimenticò le sue origini, figlio di un brigadiere di ps e di una maestra elementare e che morì solo in un residence a Milano". In un'intervista al settimanale Grazia, Boni ammette: "Certo, è una bella sfida. Qui non si tratta di interpretare Puccini o Caravaggio, a cui ho prestato il volto sempre in tv: la gente conosceva Walter Chiari, si ricorda di come parlava, camminava, gesticolava. Mi tremano i polsi solo a pensarci...".

Con la famiglia, essenzialmente con Simone Annichiarico, figlio di Walter e di Alida Chelli, "abbiamo parlato", dice Enzo Monteleone, padovano, regista al cinema con El Alamein e Come due partite, in tv con Il capo dei capi, "e anche con altri personaggi coinvolti a cominciare da Valeria Fabrizi. Simone ci é stato vicino, ci ha raccontato Walter come un padre fantastico, pieno di forza e di energia anche quando si sentiva sconfitto, un fuoco d'artificio di uomo. Noi speriamo di restituirlo al pubblico che lo ha amato, senza censure".

*
gaby
 
Beiträge: 1767
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon gaby » 19. Mär 2011 18:30

Walter Chiari, la vita incredibile
di un comico allegro

Walter Chiari a Fregene nel 1959
CHIUDI

A 20 anni dalla morte, fiction, mostre e la biografia del figlio
EGLE SANTOLINI

Come lui nessuno mai, e avrà di che spaventarsi Alessio Boni, che pure fisicamente gli somiglia parecchio, a farlo rivivere prossimamente in un film tv per la Rai. Walter Chiari è morto da quasi vent’anni (l’anniversario cade a dicembre) ma la sua fantasia vitale non ha lasciato eredi: immaginatevi, ma si va solo per approssimazione, un Fiorello a ventimila volts, un Peter Sellers nato nel Nord Italia da immigrati pugliesi, un David Letterman degli Anni Sessanta.

Le celebrazioni sono cominciate ieri sera a Milano, la città che più di tutte è rimasta la sua, con l’inaugurazione di una mostra nel foyer del Teatro Dal Verme e con la presentazione del libro di Michele Sancisi «Walter Chiari, un animale da palcoscenico», edito da Mediane. Tonnellate di foto dal fascino cocente: Walter che fa fare il botto alla bottiglia di Piper accanto a una Lucia Bosè ventenne e sorridente, Walter con Ava (Gardner) e con Ave (Ninchi), vestito da Diabolik e mentre fa la pubblicità della Carne Simmenthal, a Manhattan e in Australia, a Fregene con Mina e in camerino con Totò. In attesa delle memorie, ancora senza titolo, che suo figlio Simone Annicchiarico farà uscire a dicembre per Baldini Castoldi Dalai. E proprio con Simone, «uno che, per dire, da bambino ha dormito cinque notti nello stesso letto con Macario, e che con papà ha fatto la più meravigliosa delle vite», vien voglia di saperne di più.

«E allora cominciamo col chiarire che Walter Chiari era Walter Chiari sempre», attacca Simone. «Peter Sellers aveva una comicità irresistibile, e certi fuori onda di Oltre il giardino dove nessuno riesce a rimanere serio, nemmeno il regista Hal Ashby, mi hanno fatto venire in mente papà. Però dicono tutti che, fuori dal set, Sellers fosse un uomo di una noia abissale. Non Walter. Anzi, lui per la vita vera riservava il meglio: per me, per le cene con gli amici, per i miei compagni di scuola. Affascinava tutti dai quattro ai novant’anni. Merito anche della sua cultura sterminata, che si era costruito da completo autodidatta, senza maestri e senza preconcetti. Mia nonna era maestra elementare, mio nonno poliziotto. In origine erano braccianti, emigrati dalla Puglia prima a Verona e poi a Milano. Papà aveva abbandonato gli studi, ma aveva letto tutto e preso il meglio dalle persone speciali che conosceva in continuazione».

In quella fantasmagorica età dell’oro dov’era possibile che un italiano venuto dalla rivista debuttasse a Broadway, in The Gay Life diretto da Herbert Ross, e che, come racconta Simone, «Orson Welles venisse a vederlo estasiato tutte le sere e poi gli proponesse una parte in un suo film», Walter Chiari, secondo una frase di Dino Risi citata nel libro di Sancisi, «parlava, parlava, e, a differenza di quelli che parlano, parlano, diceva anche delle cose intelligenti». Con il mondo romano del cinema non legò mai del tutto, e anzi ne rimase scottato. L’ultima volta in modo feroce, quando alla Mostra di Venezia del 1986 perse all’ultimo momento una Coppa Volpi che credeva già sua, e della quale si era già rallegrato al telefono con Gianni Agnelli e Pietro Barilla. Piuttosto, era una bestia da teatro, un talento naturale del palcoscenico: «l’anello di congiunzione con la vecchia guardia di prima della guerra», ricorda Simone, «Perché negli Anni Quaranta era stato il capocomico più giovane di tutti, e con i Macario, i Dapporto e i Totò conservò un rapporto di filiazione più forte rispetto, per esempio, a Vianello, Tognazzi e gli altri. Anche se consideravo Ugo come uno zio: andavamo a vedere il Milan insieme. E da Sandra e Raimondo passavo i weekend».

Annicchiarico junior ha scelto anche lui lo spettacolo, ma «non sa raccontare le barzellette», confessa. Sarà mica una questione edipica? «Mi ritengono tutti una persona divertente, ma le barzellette proprio no». C’è qualcuno che, oltre al Sellers di quei fuori onda, gli ricorda suo padre? «Spesso mi citano Fiorello, ma io questa somiglianza proprio non riesco a vederla. Mia madre la coglie, per me sono due oggetti completamente diversi. Non faccio questioni di qualità: Fiorello è perfetto per i tempi di oggi, con Walter Chiari non ha nulla a che spartire. C’entra di più Grillo, che però ora è stato fatto fuori dalla tivù». Un’ultima cosa, Simone: ma è vero che suo padre fece a pugni con Ernest Hemingway? «Eccome, un match in bagno, nella casa di Cuba. Hemingway gli disse: ma è vero che sei stato campione di boxe? Era vero sì, campione lombardo pesi piuma nel 1939. Gli propose un incontro in cucina, ma la signora Hemingway non era d’accordo. Credo sia stata una cosa accennata, papà non avrebbe mai fatto male a un signore di una certa età. Non faceva male neanche alle mosche. Si alzava, le acchiappava e le faceva volare da un’altra parte».
gaby
 
Beiträge: 1767
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon mingi17 » 20. Mär 2011 08:22

A fine Aprile inizieranno le riprese della nuova miniserie per la tv diretta da Enzo Monteleone che ricordiamo per aver diretto le fiction “Il capo dei capi” e “Due partite”.

La storia sarà quella dell’attore, presentatore e comico Walter Chiari e andrà in onda sulla Rai.



L’attore che dovrà interpretare il difficile ruolo del protagonista, sarà Alessio Boni che ricordiamo per aver vestito i panni di Puccini e di Caravaggio in altre fiction per la tv.

La serie sarà prodotta dalla Casanova Multimedia di Luca Barbareschi e le riprese si terranno tra Roma, Torino e il lago di Stresa.


Il regista Enzo Monteleone ha affermato che lo scopo di questa fiction è quello di ricordare a tutti Walter Chiari, un personaggio poliedrico tanto amato e tanto chiacchierato, e che a quanto pare sta andando piano piano nel dimenticatoio.


Il regista ha affermato che la serie sarà un vero e proprio “risarcimento” per Walter Chiari che “Fu totalmente dimenticato, i suoi film passati e ripassati in tv ma lui mai ricordato”.

Alessio Boni vestirà i panni di una figura sicuramente complicata, dalla variegatissima carriera e con una vita personale molto intensa.



L’attore Boni in un’intervista per la rivista “Grazia”ha affermato: “Certo, è una bella sfida, qui non si tratta di interpretare Puccini o Caravaggio, a cui ho prestato il volto sempre in tv: la gente conosceva Walter Chiari, si ricorda di come parlava, camminava, gesticolava. Mi tremano i polsi solo a pensarci.."

Un viaggio nell’Italia degli anni ’50 e ’60 e ’70 dietro le quinte della tv e del cinema italiano.

Written by Maristella Occhionero modificated by Manager_Igor Scarabel

http://www.spettacolo.we-news.com/progr ... i-per-rai-
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10099
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Walter Chiari

Beitragvon gaby » 21. Mär 2011 12:55

Alessio Boni sarà Walter Chiari
notizia a cura di Valentina D'Amico | scritta il 21.03.2011

Il popolare attore si calerà nei panni dell'interprete di tante pellicole brillanti, icona della comicità italica degli anni '50 e '60.

Condividi
Il regista Enzo Monteleone si accinge a dirigere una miniserie tv in due puntate dedicata alla vita del popolare Walter Chiari. A interpretare il brillante attore sul piccolo schermo sarà Alessio Boni. La serie sarà prodotta dalla Casanova Multimedia di Luca Barbareschi per Rai Fiction e le riprese si terranno tra Roma, Torino e il lago di Stresa. Il film verrà trasmesso in concomitanza col ventesimo anniversario della morte di Chiari, che cadrà il 20 dicembre. Per Monteleone questo lavoro rappresenta "un risarcimento dovuto a un personaggio complesso e discusso come Walter Chiari. Una star dalla vita pubblica e privata molto intensa che, dopo la morte, fu totalmente dimenticata. I suoi film sono passati e ripassati in tv, ma lui non è mai stato ricordato''.

Dopo essere apparso nel blockbuster The Tourist, Alessio Boni si accinge af affrontare uno dei ruoli più complessi della sua carriera. Al riguardo, l'attore dichiara: "Interpretare Chiari è una bella sfida. Qui non si tratta di calarsi nei panni di Puccini o Caravaggio, a cui ho prestato il volto in passato. La gente conosceva Walter Chiari, si ricorda di come parlava, camminava, gesticolava. Mi tremano i polsi solo a pensarci".


GALLERY

Vai alla Gallery
gaby
 
Beiträge: 1767
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Nächste

Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast

cron