Caravaggio Porto Ercole 14.8.2010

Hier findet ihr Fotos von Alessio und Links zu Fotos und Videos.
Qui trovate foto e links a foto e video.
Here you can find fotos of Alessio and links to fotos and videos.

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 2719

Re: Caravaggio Porto Ercole 14.8.2010

Beitragvon gaby » 29. Aug 2010 14:34

ich wolte schon nicht estwas sende,aber trotzdem hie ist video von Porto Ercole
http://www.youtube.com/watch?v=B_yUfXI4QUE
http://www.youtube.com/watch?v=6eowhKoGRm4
gaby
 
Beiträge: 1623
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Caravaggio Porto Ercole 14.8.2010

Beitragvon gaby » 29. Aug 2010 15:35

noch etwas zu Porto Ercole
August 21, 2010 - Saturday
Caravaggio e quel qualcosa di sé

Porto Ercole: non per vana pompa ma per allegria indosso un abito caravaggesco, in occasione della serata dedicata, a piazza Santa Barbara, al pittore maledetto. Gabriella Sica che nel 2000 ha pubblicato per Marsilio un libro (Sia dato credito all'invisibile) sulle affinità tra Caravaggio e Pasolini, mi guida alla scoperta del paese sul Monte Argentario.





Metti una sera di mezz’agosto a sentir parlare di Caravaggio, nel quattrocentesimo anno del chiuder della sua vita. Un’enorme vela sul palco funge da schermo per i capolavori del geniale artista barocco che ha inventato magistrali chiaroscuri. La platea è seduta in piazza Santa Barbara che affaccia sulla baia di Porto Ercole.


Sul palco un attore e un giornalista, Alessio Boni e Andrea Dusio, due coetanei, quarantenni, in abiti casual, che dialogano come fossero amici e si raccontano come e perché lo amano da impazzire Michelangelo da Merisi detto il Caravaggio.


[img]http://c3.ac-images.myspacecdn.com/images02/113/l_d5108718f3014157a[album]78[/album]532228f63da.jpg[/img]

Alessio Boni-Caravaggio è stato diretto da Angelo Longoni



L’attore, infatti, di rientro dalla Lituania dove ha girato un film in costume, due anni fa per RaiUno, è stato un magnifico interprete del pittore lombardo. Si sente che lo ha amato davvero, perché ne conosce i segreti della luce, rivelatigli dal grande direttore della fotografia Vittorio Storaro, e i misteri della vita, dopo aver letto e riletto sette biografie e scoperto, per caso, un mare di similitudini con la sua storia personale: dalla passione per i carciofi alla discesa a Roma dal bergamasco a 21 anni, dalla famiglia composta da tre figli maschi a un fratello sacerdote, dallo stesso nome e cognome, Orazio Costa, banchiere toscano che commissionò la prima opera al Caravaggio, regista e maestro con cui Boni si diplomò all’Accademia d’arte d’Arte drammatica, ad alcune alcune date cabalistiche. Tutti segni con i quali Alessio Boni ha avvicinato il personaggio, interpretato prima di lui da Amedeo Nazzari, Gian Maria Volonté, Nigel Terry (nella versione di Derek Jarman).


[img]http://c4.ac-images.myspacecdn.com/images02/133/l_e64b[album]7[/album]1ca54444cae069f44ffabc1d3.jpg[/img]

Alessio Boni è Caravaggio



Il giornalista, invece, ha scritto Caravaggio. White Album, un libro edito da Cooper, un saggio romanzato con bei riferimenti musicali che sono stati utilizzati durante la serata (da Miles Davis alla viola a gamba, suonata da Jorgi Savall)

[img]http://c3.ac-images.myspacecdn.com/images02/136/l_8986fe5a[album]736485[/album]80a9e4[album]405[/album]30d12.jpg[/img]

Andrea Dusio



Gli spettatori (all’inizio qualche centinaio) sono arrivati a riempire l’angolo più bello di Porto Ercole in punta di piedi e alla fine non c’entravano più neanche seduti sul muretto antico che affaccia sulle barche bianche e ordinate. In religioso silenzio (io ho assistito prima da un punto privilegiato, un balcone sopra il palco e poi sono scesa a sedermi sulle scale cinquecentesche che salgono in paese e infine in platea) il pubblico è rimasto in religioso silenzio.

Bild

Porto Ercole, piazza Santa Barbara, Dialogo su Caravaggio con Alessio Boni e Andrea Dusio, regia di Marcello Prayer. Le immagini dei capolavori erano impaginate al montaggio da Ugo Lopinto





Anche se quel dialogo qualche volta era poco comprensibile, per via dell’inesperienza del giornalista che dava sempre le spalle al pubblico e si diceva le cose addosso, avendo premura di dire quel che sapeva, anziché dirle a chi era lì per ascoltare.


Bild

Alessio Boni-Caravaggio proiettato su una vela, un elemento suggestivo e funzionale per la serata a Porto Ercole



Quello che è stato un esperimento estivo, suffragato da qualche lettura al leggio di Alessio Boni (apprezzate dal pubblico che ne reclamava di più) e brevi interventi del regista Marcello Prayer che dalla platea leggeva le parole di Roberto Longhi, scopritore del Caravaggio nel Novecento, contiene in nuce l’idea di uno spettacolo.

Caravaggio a Roma, nella notte bianca del suo quattrocentesimo anniversario della scomparsa, ha richiamato una folla da rockstar. Pare che in venticinquemila siano accorsi il 18 luglio a Roma, a vedere i capolavori nelle chiese e nei musei. Senza contare il pubblico alle Scuderie di Roma e a Palzzo Pitti di Firenze per le mostre dove ho visto code interminabili a tutte le ore.


L’esposizione del San Giovannino, l’ultimo dipinto di Caravaggio, alla Chiesa di Sant’Erasmo, a Porto Ercole, è stata vista da migliaia di persone (io ci sono andata tutti i giorni che ero lì). Per non dire poi dell'affluenza alla Galleria Borghese, in occasione dell'audace e bellissimo confronto tra Bacon e Caravaggio che ho amato tantissimo.



Bild


"Chiuder la vita", il titolo della mostra, a cura di Valeria Merlini e Daniela Storti, nella Chiesa di Sant'Erasmo, a Porto Ercole, dove era esposto il San Giovanni Battista, ovvero il San Giovannino, di Michelangelo da Merisi, detto il Caravaggio. Il dipinto era nella feluca sulla quale viaggiava nell'estate del 1610 il pittore che morì stremato, solo e disperato, ammalato di malaria o forse sifilide o forse (nuova ipotesi) ucciso per mano di un inseguitore.





Caravaggio, dunque, tira.

Mi colpisce l’umiltà di Alessio Boni che non solo si è dilungato durante la serata a parlar bene di un collega, Maurizio Donadoni, con cui tirava di spada sul set di Caravaggio (nessun attore lo fa) ma ha anche aiutato promuovere un libro su Caravaggio (Dusio quella sera vendeva le copie del suo libro).

Bild

Alessio Boni prova la lettura a Porto Ercole





Sarà che Alessio Boni si è fatto tutto da solo (figlio di un piastrellista, parlava in stretto bergamasco e dormiva in macchina quando ha deciso di andare a Roma per fare l’attore) e che nella sua carriera ha avuto il meritato riconoscimento del pubblico e della stampa non subitissimo, sarà che fino ad ora l’ho visto recitare a teatro soltanto in una compagnia con quattro attori, ecco mi piacerebbe vederlo presto in una prova tutta sua. Magari su Caravaggio, visto che gli appartiene. Così potrà anche sfigurarsi il volto, cosa veramente accaduta al pittore, cosa che nella fiction invece gli hanno proibito.

Bild

la folla a Porto Ercole ha seguito in religioso silenzio il dialogo tra Alessio Boni e Andrea Dusio.


Philippe Daverio, statte accuorto!



Uno spettacolo tutto suo, come fa qualche suo altrettanto bravo collega, Fabrizio Gifuni o Fabio Battiston i primi che mi vengono in mente. O come fa Alessandro Preziosi che investe i suoi denari, guadagnati grazie alla fiction, per mettere in piedi addirittura una compagnia dove qualche volta recita Amleto e qualche altra fa recitare altri attori.

Bild

Alessio Boni durante la prova luci e musiche



Io credo che si possa crescere come artista non aspettando che qualcuno ti regali un personaggio (o nella vita un’opportunità) ma andandosi a cercare un ruolo, per impegnarsi solo nei lavori dove mettere qualcosa di sé stessi.




Stamattina al mercato ho incontrato una coetanea che avevo perso di vista da lungo tempo. Fa la maestra. Un lavoro da poco (secondo il tono di voce con cui me lo ha riferito, lo sguardo a terra) ma i suoi occhi azzurri le brillavano quando mi ha detto che con i suoi piccoli alunni fa un laboratorio teatrale. Una gran soddisfazione per lei, visto che da giovane aveva frequentato una scuola per attori e ora mette a frutto nel suo lavoro anche la sua passione, ovvero qualcosa di sé.


Valeria Paniccia




Read more: http://blogs.myspace.com/valeriapaniccia#ixzz0y0[album]3[/album]zYV
gaby
 
Beiträge: 1623
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Caravaggio Porto Ercole 14.8.2010

Beitragvon mingi17 » 29. Aug 2010 16:07

Gaby, ganz toll! Es freut mich sehr, dass doch noch Videos aufgetaucht sind!Danke. Und der Bericht ist auch schön. Einige der Bilder konnte ich schon einfügen, die anderen muss ich mal schauen.
Für die anderen Bilder danke Gabi/Sweety. Gemeinsam kriegen wir da doch was Schönes hin.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10006
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Caravaggio Porto Ercole 14.8.2010

Beitragvon mingi17 » 29. Aug 2010 19:00

Bild

Das ist ein Blick auf Porto Ercole, dort irgendwo am Strand ist der arme Caravaggio ums Leben gekommen. Rechts im Bild oben mit der Festung La Rocca ist der alte Teil mit der Kirche und der Piazza Sta. Barbara, wo die Veranstaltung stattgefunden hat.

Bild

Hier noch einmal eine Draufsicht, in der Mitte die Kirche und der Platz.

Bild

Links anschließend, hier nicht mehr im Bild, der Teil, wo die Veranstaltung stattgefunden hat, in Hintergrund Forte Stella.

Bild

Ungefähr der Blick von der Piazza auf den Hafen.

Bild

Bild

Forte Stella, wo die Caravaggio-Ausstellung mit Präsentation der sterblichen Überreste stattgefunden hat.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10006
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Vorherige

Zurück zu "Fotos und Links"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast

cron