Alessandro HABER

Hier findet ihr Informationen über Freunde und Kollegen von Alessio.

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 2130

Alessandro HABER

Beitragvon Sweety » 16. Feb 2011 01:05

"Wir sind auf Erden, um das Glück zu suchen, nicht um es zu finden." - Sidonie-Gabrielle Colette
Benutzeravatar
Sweety
 
Beiträge: 4543
Registriert: 01.2008
Wohnort: Wien
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon Sweety » 16. Feb 2011 01:06

"Wir sind auf Erden, um das Glück zu suchen, nicht um es zu finden." - Sidonie-Gabrielle Colette
Benutzeravatar
Sweety
 
Beiträge: 4543
Registriert: 01.2008
Wohnort: Wien
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon mingi17 » 1. Jul 2011 13:11

Unglaublich, aber wahr: unser Freund Haberer kriegt Probleme, weil er bei den Proben für die nächste Saison, in der er den Othello spielt, seine 19jährige Desdemona zu heftig geküßt haben soll. Die junge und wohl noch etwas unerfahrene Dame beschwerte sich! Er versichert, der Kuss sei nur im Rahmen der Rolle gewesen.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon gaby » 1. Jul 2011 13:49

Si legge nel comunicato:

“La Cooperativa Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna – ha deciso di risolvere con effetto immediato il rapporto di lavoro con Alessandro Haber in relazione allo spettacolo Otello con regia di Nanni Garella, il cui debutto è previsto al Teatro Romano di Verona per il 13 luglio 2011. La risoluzione del rapporto con Haber è conseguenza dei gravi comportamenti tenuti nel corso delle prove dello spettacolo nei confronti di Lucia Lavia. Per tutelare con forza, la sua dignità di giovane donna e di attrice, Lucia Lavia ha dato mandato al proprio legale, avvocato Francesco Brizzi, di presentare querela nei confronti di Alessandro Haber
La produzione non ha avuto dubbi, ha licenziato immediatamente Alessandro Haber e chiamato Franco Branciaroli per sostituirlo.
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon gaby » 1. Jul 2011 13:54

noch etwas
Bacio troppo focoso sulla scena. Rissa tra Haber e la figlia di Lavia

Alessandro Haber
A proposito di baci che fanno discutere, ce n’è uno destinato a lasciare il segno. Magari in tribunale. Protasgonisti Alessandro Haber, attore, e Lucia Lavia, figlia d’arte di un certo peso. Durante le prove dell’Otello, da parte di Alessandro Haber ci sarebbe stato un «approccio eccessivo» nei confronti di Lucia Lavia. Lo dice il legale della giovane attrice, Francesco Brizzi. Un comportamento, ha ribadito l’avvocato «eccessivo da parte di un uomo di 65 anni nei confronti di una ragazza di 19». L’intenzione è quella, ha proseguito il legale, di presentare una querela, confermando quindi quanto riportato da una nota del teatro Arena del Sole di Bologna che ha risolto il contratto con l’attore. Alla domanda se il comportamento tenuto da Haber possa essere qualificato come una molestia sessuale, il legale ha risposto che la sua intenzione è di presentare i fatti nella querela, lasciando al magistrato il compito di valutarli. Si tratta, comunque, ha aggiunto non «di un evento unico», ma di un comportamento proseguito nel corso delle settimane di prova. «Lei – ha detto, riferendosi all’attrice – ha sopportato, come altri attori e tecnici. Poi correttamente non ha più sopportato». Giovedì scorso, Lavia «è stata schiaffeggiata, perchè si è difesa di fronte ad un approccio eccessivo». Ci sono testimoni che sono intervenuti per difendere Lucia. Se le persone intervengono per difendere una ragazza di 19 anni da un uomo di 65 significa che il suo comportamento è stato eccessivo.- «Non vi è mai stato alcun comportamento scorretto o tentativi di baciare l’attrice Lucia Lavia con intento differente da quello di dare vita e corpo al mio Otello. Come sempre stavo unicamente cercando di fornire un’interpretazione del mio personaggio, del tutto in linea con il mio ruolo di attore e di interprete, replica nero su bianco Haber mette nero su bianco in un comunicato diffuso dopo la vicenda accaduta lo scorso 22 giugno sul palco dell’Arena del sole di Bologna, durante le prove di Otello, costatagli appunto anche la rescissione immediata del suo contratto di ingaggio per la messa in scena dello spettacolo prodotto da Nuova Scena. L’attore risponde dunque anche all’annuncio di querela da parte della giovane Lucia Lavia, figlia di Gabriele Lavia e Monica Guerritore e promette, con gli avvocati Claudio Zaza e Giuseppe Rossodivita, «reagirò in tutte le sedi competente per difendere la mia immagine, la mia professionalità e la mia dignità di uomo e di artista». «Si è trattato peraltro di un episodio accaduto durante le prove alla presenza di attori, registi e tecnici» precisa Haber che si dice «illegittimamente estromesso» dalla cooperativa Nuova Scenae e parla di affermazioni «infamanti» contro di lui. «La mia – rimarca – era esclusivamente un’interpretazione creativa, non colta dall’attrice Lavia, la quale ha avuto una reazione del tutto ingiustificata ed eccessiva, forse anche per la sua giovane età ed inesperienza, benchè figlia di attori importanti e potenti del mondo del teatro italiano». «Ritengo a questo punto – rincara Haber – che quanto accaduto sia divenuto oggetto di una strumentalizzazione finalizzata a dare pubblicità allo spettacolo, alla compagnia e alla giovane attrice». Ma l’attore se la prende anche con l’Arena del Sole. «Sono molto sorpreso, avvilito e amareggiato – conclude l’artista – per come la cooperativa Nuova Scena, con la quale ho collaborato ad alti livelli per più di 20 anni proprio perchè apprezzato interprete creativo dei personaggi, si sia piegata alle richieste della potente famiglia Lavia e Guerritore». Haber fa, infine, sapere di stare ricevendo in queste ore «attestati di solidarietà da tanti colleghi».

Articoli correlati:
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon mingi17 » 1. Jul 2011 15:53

Aus den Artikeln von Gaby geht hervor, dass ihm mittlerweile der Vertrag gelöst worden ist für die Rolle des Othello. Es habe sich nciht nur um die eine Szene gehandelt, sondern angeblich seien während der ganzen Zeit der Proben da schon - ich nenne es mal Zudringlichkeiten gewesen. Die junge Dame ist die Tochter zweier bekannter Schauspieler und Haber sieht sich in diesem Fall als Opfer dieser Familie, die die Theatercompagnie, mit der er schon seit über 20 Jahren zusammenarbeitet, dazu gebracht habe ihn zu entlassen. er kämpfe um seine Würde und sein Ansehen als Mensch und Künstler. Von beiden Seiten sind die Anwälte eingeschaltet. Das klingt nicht gut! Hoffentlich hat das keine Auswirkungen auf unser "Art"
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon mingi17 » 3. Jul 2011 19:29

http://www.libero-news.it/news/775489/H ... vo___.html

Alessandro Haber verteidigt sich, dass der Kuss im Eifer des Gefechts auf der Szene etwas heftiger ausgefallen sei als vielleicht nötig, dass es ihm aber rein um das Stück gegangen sei, keinesfalls wollte er die junge Dame bedrängen. Sie habe ihn geohrfeigt, er hat wohl zurückgeschlagen, so hab ich das verstanden. Die Nuova Scena, die Theatergesellschaft, die das Stück auf die Bühne bringt, hat wissen lassen, dass sein Vertrag gelöst sei. Er schreibt die Reaktion der jungen Kollegin ihrer Unerfahrenheit zu, wohl habe die Gesellschaft auch sparen wollen, indem junge Kräfte eingesetzt werden (stand in einem anderen Artikel). ER sagr jedenfalls, dass alle die ihn kennen das wohl nicht glauben würden und dass er 40 Jahre als Schauspieler hinter sich habe, mit vielen Auszeichnungen und allgemein anerkannt. So in etwa.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10016
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon gaby » 5. Jul 2011 10:54

nochmall Alessandro HAber
martedì 5 luglio 2011
Sto dalla tua parte anche se
del Disagiato

Quando ho letto l’accusa nei confronti di Dominique Strauss-Kahn ho pensato subito che lui fosse colpevole. Ho messo in moto quello che tutti chiamano Pregiudizio e cioè un giudizio senza prova. Perché? Semplice: DSK è un uomo potente e mia mamma e mio papà mi hanno insegnato sin da bambino a diffidare degli uomini potenti, perché gli uomini potenti spessissimo non badano alle regole e alla morale e anche perché, forse questo è il nocciolo della questione, i potenti sono più ricchi di me e del mio vicino di casa. Allora, sommando tutte queste cose pensate con la pancia, ho pensato che lui fosse colpevole di aver stuprato una povera e indifesa cameriera di colore. Pregiudizio, insomma.

Di fronte a casa mia c’è una bella casa abitata da un signore che, tenetevi forte, ha in garage due Ferrari (l’ho visto al volante della sua macchina rossa anche poco fa, mentre tornavo dalla libreria). Io lo detesto, inutile dirlo. Lo detesto perché tiene accesa la sua Ferrari una buona ventina di minuti prima di uscire dal suo cancello e sgommare chissà dove. Lo detesto perché non ha ansie, perché non prova rimorso e perché se ne fotte altamente di me e del mio vicino di casa. Però, se devo essere sincero, io la musica, in casa, la tengo a palla almeno un tre quarti d’ora al giorno e nessuno, che io sappia, ha mai detto nulla. Quindi ritengo il signore con le due Ferrari un coglione per il semplice fatto di avere due Ferrari. Pregiudizio. Che magari, invece, è un uomo intelligente e sensibile, nonostante le due Ferrari. Magari.


Le accuse nei confronti di DSK si sono complicate e sgonfiate, ma nulla cambia: il mio pregiudizio rimane, insistente, a farmi pensare certe cose da vecchio socialista. Però è successo che l’altro giorno ho letto quello che avrebbe, o ha fatto, Alessandro Haber. Accuse non di certo paragonabili a quelle di stupro, però schiaffeggiare un’attrice non è proprio corretto. E infatti è stato cacciato dalla compagnia teatrale per la quale stava lavorando. E allora io ho pensato subito, senza neppure pensarci un momento, che era innocente. Ancora un pregiudizio, accidenti. E anche ora penso che lo sia, innocente, e penso che non può essere che abbia fatto questa cosa di baciare e poi schiaffeggiare una donna. Le prove e i testimoni sono contro di me, però per me è innocente o giustificabile, la situazione in cui si è trovato Haber deve essere stata contorta, colma di fraintendimenti e poi, si sa, recitare l’Otello deve essere mestiere stressante. Come può un uomo che per mesi ha viaggiato in Italia per leggere le poesie di Raymond Carver in pubblico possa fare una cosa del genere? Non può essere, anche se i testimoni dicono il contrario. O magari ci sono delle giustificazioni che possono spiegare e metter d’accordo tutti.

E quando ho letto questa cosa di Haber mi è venuta una voglia un po’ malata di scrivere una lettera all’attore (che si dice distrutto per le falsità che circolano sul suo conto) per dirgli che sto dalla sua parte. Una lettera lapidaria e incisiva: “Caro Haber, anche se hai picchiato una donna, io sto dalla tua parte”. Perché? Non lo so. Forse perché hai girovagato per la penisola con un libro di Carver in mano o forse perché mi piace tantissimo come fai l’ansioso in un film di Nanni Moretti. Sto con te, ti voglio bene.

E poi ho pensato a Pier Paolo Pasolini, che amo da ormai troppi anni in maniera acritica e viscerale E vorrei tanto scrivere una lettera a Veltroni: “Caro Walter, smettila di romperci i coglioni con questa cosa di riaprire il processo. Pier Paolo Pasolini non è stato ammazzato dai fascisti, non c’è stato nessun complotto. È stato invece un regolamento di conti, cose che riguardano papponi, omosessuali e poveri giovani”. Suo cugino, Nico Naldini, lo dice grosso modo, con mezzi termini. Ma io, anche se Pasolini pagava per fare sesso con i giovani, sto dalla sua parte. Ma io, anche se Pier Paolo Pasolini ebbe una vita piena di contraddizioni, lo difendo anche senza sapere come sono andate veramente le cose. Perché? Perché amo le sue poesie, penso. O forse perché a leggere le Lettere Luterane mi sembra di leggere un palinsesto Mediaset. Sembra di leggere quello che avverrà, come fossero pagine di un profeta.

O forse sto dalla sua parte, dalla loro parte, perché mamma e papà mi hanno insegnato a sputare sui potenti e ad amare i poeti. Senza pensare, con pregiudizio, raccontandomi tante bugie. Che è più comodo.
Condividi su FriendFeed
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon gaby » 10. Jul 2011 10:28

Haber: «Scusate il bacio, ero posseduto da Otello»

L'attore, licenziato dopo le molestie sul palco a Lucia Lavia/Desdemona, in un'intervista al Corriere della Sera dice: «Si è scatenato l'inferno»
Otello è montato dentro di me. E mi è scappato un bacio vero». Alessandro Haber, a una settimana dalla sua cacciata dal Teatro Romano di Verona in seguito a una scena vissuta troppo intensamente con Lucia Lavia/Desdemona, dalle pagine del Corriere della Sera parla al pubblico «che chissà cosa pensa». Si scusa. Lo fa «da bestia ferita che ha dato al palcoscenico tutti i giorni della sua vita». Ritorna a quelle prove: «Era la prima volta che provavamo col regista Garella l'ultima scena. Inizia con quattro baci come da copione: sulla guancia, uno schiaffetto, nei limiti. Poi Otello è montato dentro di me, quel nero col complesso di inferiorità verso il mondo civile, europeo, borghese, incredulo che quella ragazza lo voglia davvero sposare. E a un certo punto, irrazionalmente, mi è scappato un bacio vero ma niente di più e lei mi ha spinto a terra e poi gli schiaffi». E ancora: «Lo giuro, non
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Alessandro HABER

Beitragvon gaby » 10. Jul 2011 10:33

Haber: “La mia carriera rovinata da un bacio
Con Bologna ho chiuso, aspetto le scuse”
A quindici giorni dallo scandalo e dal licenziamento che lo ha coinvolto, torna a parlare l’attore accusato di avere baciato, palpato e schiaffeggiato oltre misura la collega di scena Lucia Lavia si difende: “Non ho fatto niente di male a nessuno. Sono avvilito e arrabbiato perché scaricato da una compagnia teatrale con cui lavoro da vent’anni”
Non ho fatto niente di male a nessuno. Per un bacio è stato montato un caso ridicolo e vergognoso”, racconta il sessantaquattrenne attore bolognese. Casus belli: l’eccessiva esuberanza con cui l’attore avrebbe interpretato il “suo” Otello sovraccarico di baci, palpeggi e schiaffi nei confronti di una Desdemona diciannovenne come Lucia Lavia, figlia di Gabriele Lavia e Monica Guerritore.

“Sono avvilito e allo stesso tempo arrabbiato”, continua Haber, “E’ da vent’anni che lavoro con questa compagnia teatrale: mi hanno sempre sostenuto e definito corretto professionalmente e va da sé che il mio contributo ha permesso loro di avere successo. E’ chiaro che ho dato molto di più di quello che ho ricevuto”.

Nei giorni successivi all’accaduto con tanto di querela della Lavia ai danni di Haber, si sono succedute voci sull’ultima prova incriminata sul palco dell’Arena del Sole: lo Iago/Maurizio Donadoni che si scaglia contro Haber/Otello per menarlo dopo l’ennesimo “eccesso di scena” ai danni della Lavia; il regista Nanni Garella che per separare i due si rompe il dito mignolo. “Ho fatto 120 film e 50 spettacoli teatrali ed interpretato personaggi fragili e dolci, irruenti ed estremi. Il mio metodo è quello di cercare la verità. E’ un mio modo di entrare nella parte, del resto non facile di Otello. Voglio dire: da Roma a Milano non ci si arriva solo in autostrada, no? Ci sono mille altre strade, vero?”.

E per un Otello che scompare (sarà Franco Branciaroli a sostituirlo, “peccato, nemmeno una telefonata per salutarmi”) ci sono altri appuntamenti artistici che attendono Haber a breve: una piccola parte nel nuovo film di Ermanno Olmi che sarà Fuori Concorso a Venezia, un disco da solista con musiche di Alessio Bonomo, altra particina in Nero Wolfe a settembre in tv, ad ottobre una tournée teatrale assieme ad Alessio Boni in Art (testo di Jasmine Reza) e la reprise di Una notte in Tunisia dove interpreta nuovamente Craxi, su testo di Vitaliano Trevisan.

“Comunque a Bologna non ci torno più”, chiosa furioso Haber che di Bologna ne è cittadino fin dalla nascita, passando per i film con Pupi Avati e proprio dai ruoli teatrali con la Compagnia dell’Arena del Sole, “sempre che non riceva delle scuse”.
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Nächste

Zurück zu "Freunde und Kollegen von Alessio"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast

cron