Di padre in figlia

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 2340

Re: Di padre in figlia

Beitragvon mingi17 » 9. Dez 2016 09:59

Bild

Di padre in figlia', la lunga strada dell'emancipazione femminile
di SILVIA FUMAROLA
52
Mail

Stampa
Lo leggo dopo
Pubblicato il 08 dicembre 2016
Aggiornato il 08 dicembre 2016

In un arco di tempo che va dal 1958 ai primi anni Ottanta, 'Di padre in figlia' di Riccardo Milani (ad aprile si Raiuno) racconta la storia di una famiglia patriarcale in cui il potere della figura paterna viene sostituita dalle tre figlie e dalla madre. Nel cast Stefania Rocca, Cristiana Capotondi e Matilde Gioli
Tags

Argomenti:
televisione
di padre in figlia

Protagonisti:
cristiana capotondi

Una saga familiare al femminile che racconta la lunga marcia verso l’emancipazione, con un padre padrone re della grappa che sogna il figlio maschio. C’è la provincia, con i suoi riti e le sue ipocrisie, ma è soprattutto un omaggio al coraggio e alla sensibilità delle donne Di padre in figlia la serie in quattro puntate diretta da Riccardo Milani presentata in concorso al Roma fiction fest (andrà in onda su RaiUno ad aprile). Nata da un’idea di Cristina Comencini, ambientata a Bassano del Grappa, racconta la storia della famiglia Franza dalla fine degli anni 50: il padre Giovanni (Alessio Boni), rozzo, insensibile, determinato nel lavoro, a suo modo un visionario nell’immaginare le potenzialità della sua distilleria, sposato con Stefania Rocca, ignora le figlie Cristiana Capotondi e Matilde Gioli, per dedicarsi solo al lavoro e al figlio maschio.

Mix tra costume e melò, questa 'Meglio gioventù' dal punto di vista delle donne, segue le battaglie combattute in casa e fuori per i diritti civili. La scena iniziale è spiazzante e potente: Rocca, incinta, va a cercare il marito nel bordello dove incontra l’amante e minaccia di partorire lì se non torna a casa. Ma anni dopo sarà proprio la prostituta (Francesca Cavallin) che l’uomo frequentava, a diventare la sua migliore alleata. Il 68 bussa alle porte quando la figlia maggiore Maria Teresa (Capotondi) va a iscriversi, contro il volere del padre, all’Università a Padova (le immagini in bianco e nero delle contestazioni sulle note della Canzone del Maggio di De André si mescolano alla fiction) "perché nella serie entra la Storia" spiega Riccardo Milani "e senti la responsabilità quando racconti le battaglie femministe per i diritti civili, la legge sul divorzio, sull’aborto". La figlia minore, Gioli, resta incinta e la madre non vuole che segua le sue orme e si sposi senza amore. "Tieni il bambino – le dice - lo cresceremo noi in questa casa, tutti insieme, ma non ti sposare". Nel cast Denis Fasolo, Domenico Diele, Alessandro Roja, Demetra Bellina, Roberto Gudese.

Scritta da Giulia Calenda con Francesca Marciano e Valia Santella, prodotta da Angelo Barbagallo e RaiFiction, Di padre in figlia indaga sui legami tra sorelle, sulla solidarietà ma anche l’invidia, le gelosie. "Avevamo precedenti illustri come La meglio gioventù" spiega Marciano "ma il nostro romanzo è dal punto di vista femminile. Le sorelle nel nostro racconto sono molto diverse tra loro, hanno un approccio personale sulle cose, mi è venuto da pensare un po’ a Piccole donne, in cui tutte ci siamo identificate in Jo. Nella serie il contrasto è tra Elena (Gioli) che punta la propria sicurezza sulla bellezza, sul suo essere seduttiva e Maria Teresa (Capotondi), che cerca l’attenzione del padre per tutta la vita perché le riconosca la sua intelligenza senza riuscire a vederla fino alla fine. Con gli anni Elena capirà che la sua non è stata una vita vincente. Un altro aspetto che ci interessava era rappresentare un matrimonio infelice, senza amore, un percorso esistenziale tormentato. La Storia ha cambiato la vita delle nostre madri, delle nostre sorelle più grandi, ma quelli che davvero contano sono i cambiamenti interiori".

Ideata da Comencini, firmata da tre donne, questa saga che svela l’ipocrisia della provincia del nord est (come fece Pietro Germi in Signore & signori), è un romanzo dell’Italia dal 58 agli anni 80 "con risvolti sorprendenti e moderni: la prostituta che vuole saldare il suo debito e restituisce i soldi a Stefania Rocca “perché così siamo pari”, la madre che invita la figlia a crescere un figlio da sola pur di non condannarla a un matrimonio deludente" osserva Marciano. Se ci fosse stato un uomo tra gli autori, cosa avrebbe cambiato? "Un uomo avrebbe sicuramente protestato" sorride la sceneggiatrice "perché il personaggio di Giovanna Franza è troppo ignorante, troppo negativo.
Ma alla fine vuoi bene pure a lui, non ha ricevuto un’educazione sentimentale, è il simbolo di una generazione che non si curava di fare il padre. Un po’ di umanità c’è sempre, ma non gliel’abbiamo data vinta. Ci siamo divertite a scriverlo".

http://www.repubblica.it/spettacoli/tv- ... 153689067/
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon mingi17 » 9. Dez 2016 10:02

Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon gaby » 9. Dez 2016 18:10

gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon mingi17 » 11. Dez 2016 23:34

http://www.viaggidafilm.it/2016/01/26/d ... el-grappa/

Drehort in Bassano del Grappa, übrigens wirklich ein hübscher Ort.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon gaby » 17. Dez 2016 22:24

gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon gaby » 1. Jan 2017 01:32

Fiction Rai 2017, Di padre in figlia ad aprile. Tra le fiction Rai 2017 su Rai Uno è atteso per aprile il debutto di Di Padre in Figlia. Si tratta di una saga familiare firmata da Cristina Comencini e Riccardo Milani. La serie è ambientata in Veneto tra il 1958 e il 1980. Giovanni Franza, interpretato da Alessio Boni, è il severo padre di due ragazze interpretate da Matilde Gioli e Cristiana Capotondi. Giovanni sogna di avere un figlio maschio, ma non ha fatto i conti con le donne di casa.
gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon mingi17 » 17. Feb 2017 11:34

L'appuntamento con le 4 puntate di "Di Padre in Figlia" su Rai1 in prima serata e' previsto per martedi 11, 18 e 25 aprile e 2 maggio prossimi.

Sendetermin für Di Padre in Figlia: auf Rai1 jeweils dienstags 11, 18., 25 April und 2. Mai zur Hauptsendezeit
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon gaby » 20. Mär 2017 20:49

Di padre in figlia: data d’inizio, trama e cast della nuova fiction di Rai1
Di padre in figlia è una nuova fiction interpretata da Cristiana Capotondi e Alessio Boni che andrà in onda in primavera su Rai1. Molto probabilmente la serie Rai sarà trasmessa nel mese di aprile 2017. Nel cast di attori sono presenti anche altri nomi noti al grande pubblico come Francesca Cavallin Alessandro Roja, Denis Fasolo. La storia è ambientata in un arco di tempo che comincia negli anni ’50. Racconta le vicende travagliate della famiglia Franza, in particolare di Giovanni, padre discutibile, e delle sue figlie. L’uomo diventa nuovamente genitore di due gemelli, uno dei quali il tanto desiderato maschio, Antonio, futuro erede dell’azienda che produce grappa. Quest’ultimo attira tutte le sue attenzioni, facendo sentire le altre figlie più grandi, Maria Teresa ed Elena, poco amate. La storia a questo punto fa un salto temporale di 10 anni.
Di Padre in figlia: la storia della nuova fiction di Rai1

Di Padre in figlia poi si ‘sposta’ negli anni ’60, esattamente 10 anni dopo la nascita dei gemelli. In quel periodo la primogenita Maria Teresa, interpretata da Cristiana Capotondi, 18enne vorrebbe andare all’università, dopo essersi diplomata. Il padre (Alessio Boni) dapprima è perplesso ma poi viene convinto dalla madre a lasciar proseguire gli studi alla figlia. Nel frattempo però la ragazza vivrà una serie di drammi personali e familiari: la sorella Elena forse le ha rubato il fidanzato e dal passato della madre sbucano fuori questioni complicate e dolorose. Insomma, la nuova fiction di Rai1 ha tutti gli ingredienti in regola per appassionare il pubblico: cast di attori di prim’ordine, intreccio avvincente, sfondo vintage, colonne sonore di qualità… Non ci resta dunque che aspettare la messa in onda entro la fine di questa stagione televisiva!

Di padre in figlia, 4 puntate in prima serata su Rai1

Il nuovo sceneggiato di Rai1 è un racconto sull’emancipazione femminile che intreccia vicende private su sfondo storico e narra un’epoca che parte dagli anni ’50. Molto curata nei dettagli e dalle ambientazioni prestigiose, è un prodotto godibile e ben fatto. L’appuntamento è fissato ad aprile, in prima serata sulla prima rete Rai, con le quattro puntate della fiction.
http://www.gossipetv.com/di-padre-in-fi ... zio-285855
gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon mingi17 » 3. Apr 2017 22:46

Bild
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10008
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Di padre in figlia

Beitragvon gaby » 6. Apr 2017 16:30

Tre figlie in guerra per la libertà, ecco 'Di padre in figlia'
Alessio Boni padre padrone nella saga di Riccardo Milani ambientata tra la fine degli anni Cinquanta e i primi anni Ottanta in cui le donne diventano capitane d'industria. La fiction in quattro puntate, su RaiUno dal 18 aprile, racconta il lungo cammino per l'emancipazione
La scena iniziale è spiazzante: Stefania Rocca, incinta, va a cercare il marito nel bordello dove incontra l’amante e minaccia di partorire lì se non torna a casa. Ma anni dopo sarà proprio la prostituta (Francesca Cavallin) che l’uomo frequentava, a diventare la sua migliore alleata. La lunga strada per l'emancipazione femminile diventa un omaggio al coraggio delle donne nella serie in quattro puntate Di padre in figlia diretta da Riccardo Milani, in onda dal 18 aprile su Rai1.
Nata da un’idea di Cristina Comencini, ambientata a Bassano del Grappa, racconta la famiglia Franza, dominata dal padre padrone Alessio Boni, proprietario della distilleria, il rapporto complesso con le figlie Cristiana Capotondi e Matilde Gioli. Il 68 bussa alle porte quando la figlia maggiore Maria Teresa (Capotondi) va a iscriversi, contro il volere del padre, all’Università a Padova (le immagini in bianco e nero delle contestazioni sulle note della Canzone del Maggio di De André si mescolano alla fiction) "perché nella serie entra la Storia" spiega Riccardo Milani "e senti la responsabilità quando racconti le battaglie femministe per i diritti civili, la legge sul divorzio, sull’aborto". Nel cast Denis Fasolo, Domenico Diele, Alessandro Roja, Demetra Bellina, Roberto Gudese e Corrado Fortuna.

Scritta da Giulia Calenda con Francesca Marciano e Valia Santella, prodotta da Angelo Barbagallo e RaiFiction, Di padre in figlia indaga sul rapporto tra sorelle, sulla solidarietà, sul desiderio di essere liberi, non a caso l'unico figlio maschio verrà schiacciato dalla personalità paterna. "Le sorelle nel nostro racconto sono molto diverse tra loro, hanno un approccio personale sulle cose, mi è venuto da pensare un po’ a Piccole donne, in cui tutte ci siamo identificate in Jo. Nella serie il contrasto è tra Elena che punta la propria sicurezza sulla bellezza e Maria Teresa, che cerca l’attenzione del padre per tutta la vita perché le riconosca la sua intelligenza senza riuscire a vederla fino alla fine". Boni fa visitare la figlia Maria Teresa per controllare che sia ancora vergine e sarà il punto di rottura del loro rapporto.
"Maria Teresa è una piccola, pacifica rivoluzionaria. Negli anni in cui le ragazze si preparavano a studiare alle magistrali per diventare insegnanti decide di andare contro il potere paterno e di studiare Chimica a Padova" dice Cristiana Capotondi, che la interpreta con una tenacia e una grazia commoventi. "E' una ragazza seria in un periodo in cui la ragazze si aprono all'adolescenza, ai colori, ai primi amori... Ma per me è piena di fantasia, s'immagina un mondo diverso in cui donne e uomini abbiano gli stessi diritti. La cosa bella è che in questo romanzo di formazione al femminile si incontrano tanti tipi di donne, lasciamo alle figure femminili il compito di raccontare l'Italia. Nel contrasto tra le due sorelle, una decisa a riscattarsi con lo studio, l'altra inebriata dalla sua bellezza e forse anche un po' ingabbiata dalla bellezza, si costruirà una dinamica di confronto". Il contrasto col padre è forte, la scena in cui decide di farla visitare è drammatica: "E' stata una scena all'interno della quale si giocava la fine del rapporto, la disperazione dell'età adulta, quando il padre muore dentro di lei" continua l'attrice. "Una scena molto emozionante, la strada per diventare grandi".
o sono la figlia turbolenta, vivace, il classico tipo che fa disperare i genitori" spiega Matilde Gioli "E' bella la contrapposizione di Elena con Maria Teresa. Io mi sono molto emozionata a girare la serie, sono nata nel 1989 e le ragazze della mia generazione non hanno idea di cosa sia stato fatto per conquistare quello che abbiamo oggi, spero che la fiction verrà vista da tante ragazze che capiscano la fatica e le battaglie che sono state combattute. Anche se è interessante perché all'interno del racconto ripercorriamo il cambiamento del costume, ci sono tanti momenti gioiosi. Milani mi ha regalato la scena in cui ballo sulle note della Bambola di Patty Pravo, ho cercato anche di imitarla".
http://www.repubblica.it/spettacoli/tv- ... 162324669/
gaby
 
Beiträge: 1634
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

VorherigeNächste

Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast

cron