La ragazza della nebbia

Informationen über seine Filme und Theaterstücke, seine Rollen, Kritiken unsere Kommentare...

Alessio nel film, televisione e sul palco - Informazioni sul suoi film e opere teatrale, i suoi ruoli, recensioni, nostri commenti...

Alessio in cinema, TV and on stage - Information on his films and plays, his parts, reviews, our comments...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 250

La ragazza della nebbia

Beitragvon mingi17 » 10. Feb 2017 10:04

Infos
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10015
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon mingi17 » 10. Feb 2017 10:04

La ragazza nella nebbia: primo ciak a marzo
By Redazione CineFarm on 10 febbraio 2017@https://twitter.com/@CineFarmer

Donato_Carrisi
Esordio alla regia per lo scrittore italiano più venduto al mondo: Donato Carrisi.

E’ certamente lo scrittore italiano di thriller per eccellenza, colleziona premi ed è tradotto in tutto il mondo, riuscendo in soli sei anni a imporsi nel panorama internazionale con il maggior numero di vendite. I libri di Donato Carrisi, editi da Longanesi, sono pubblicati in 24 paesi, con oltre 1 milione di copie solo in Italia. Con alle spalle una serie di successi, tra cui Il suggeritore, Il tribunale delle anime, La donna dei fiori di carta, L’ipotesi del male e Il cacciatore del buio, i diritti dei suoi romanzi sono stati acquistati per diventare film. Carrisi, come lui stesso ha dichiarato, nasce sul set come sceneggiatore e producer, e questo ha probabilmente influenzato lo stile della sua scrittura molto “cinematografica”.

Intorno alla metà di marzo, l’autore pugliese si cimenterà dietro la macchina da presa per dirigere la sua prima pellicola: La ragazza nella nebbia, tratto dal suo omonimo romanzo uscito nelle librerie il 23 novembre 2015 con oltre 150 mila copie vendute.

Scritto in forma di sceneggiatura, pensando al suo approdo sul grande schermo, La ragazza nella nebbia ha come protagonisti un attore da oscar, Toni Servillo, che se la dovrà vedere con il suo antagonista, l’affascinante Alessio Boni. Ma forse la vera protagonista della vicenda, come si evince dal titolo, è proprio la nebbia, sia per l’atmosfera cupa e angosciosa della storia avvolta nel mistero, che come “nebbia mediatica”. Nella trama, costruita come una ragnatela, si parte da una serie di interrogativi per ricostruire, con l’aiuto di diversi flashback, lungimiranti deduzioni e vari colpi di scena, i pezzi del puzzle. Il racconto inizia con il rapimento di una ragazza in un paese di montagna. La vera novità è rappresentata dalla figura dell’investigatore: solitamente chi indaga non vuole giornalisti tra i piedi, in questo caso l’agente, calcolatore, freddo, cinico, ambiguo, non è tanto interessato alla soluzione del caso, quanto a manovrare la stampa, conquistando l’attenzione mediatica e del pubblico per ottenere fondi utili all’indagine. Dalla tranquillità di alcune descrizioni, Carrisi riesce sapientemente a costruire un crescendo di tensione. La storia si trasforma così in un inquietante racconto sui media, sulle inchieste spettacolari per sbattere il mostro in prima pagina, con la soddisfazione del pubblico, la santificazione della vittima e il linciaggio mediatico del carnefice. Temi attuali e scottanti: l’interesse morboso verso i fatti di cronaca nera, il processo televisivo, il gossip, la seduzione del male. Da qui la domanda: nelle indagini i riflettori sono puntati sulla ricerca della verità o piuttosto sulla ricerca di un capro espiatorio?

La ragazza nella nebbia, girato in Alto Adige, è prodotto da Colorado Film di Alessandro Usai e Maurizio Totti e verrà distribuito da Medusa.

Nicoletta Chiorri

http://www.cinefarm.it/la-ragazza-nella ... k-a-marzo/
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10015
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 15. Mär 2017 13:16

Jean Reno affiancherà Toni Servillo e Alessio Boni in "La ragazza nella nebbia", trasposizione del bestseller di Donato Carrisi, alla sua opera prima come regista. Lo riferisce la Provincia di Bolzano che ha approvato il primo call 2017 di finanziamento a film e docufilm girati in Alto Adige: 5 progetti, un ritorno di 2,1 milioni di euro.
http://www.italpress.com/spettacoli/jea ... to-carrisi
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 27. Apr 2017 11:47

‘La ragazza nella nebbia’: Donato Carrisi in una foto con Toni Servillo e Jean Reno
di Elena Spadiliero / 20 aprile 2017

Donato Carrisi ha pubblicato su Facebook una foto dal set de 'La ragazza nella nebbia', insieme a Toni Servillo e Jean Reno.

Sono partite a marzo le riprese della trasposizione cinematografica de La ragazza nella nebbia, dal romanzo di Donato Carrisi (per l’occasione, regista del lungometraggio). Intanto, ricordiamo il cast: Toni Servillo, Alessio Boni, Jean Reno, Michela Cescon, Lucrezia Guidone, Jacopo Olmo Antinori.

Poi, la trama. Ad Avechot, l’agente speciale Vogel è vittima di un incidente. Da alcuni mesi si trova in quel piccolo centro sulle Alpi per indagare sulla scomparsa della giovane Anna Lou Kastner: un rapimento, forse, che si era trasformato in un gigantesco caso mediatico, grazie all’innata capacità dello stesso Vogel di condizionare i media. Con l’aiuto della televisione e dei giornali, Vogel spera di accendere i riflettori su quella sparizione, così da ottenere i fondi e le attenzioni necessari per le indagini. Dopo tutto quel tempo, però, Vogel dovrebbe essere lontano da Avechot: perché si trova ancora lì?

A questo link trovate la nostra recensione del romanzo, edito da Longanesi. Di seguito, invece, una foto dal set pubblicata su Facebook da Carrisi. Ricordiamo che La ragazza nella nebbia è prodotto da Colorado Film e verrà distribuito da Medusa Film.
https://cinema.labottegadihamlin.it/la- ... reno-14327
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 7. Mai 2017 17:10

Ultimo ciak per esordio regia Carrisi
La ragazza nella nebbia con Servillo e Boni
ANSA) - ROMA, 7 MAG - Ultimo ciak per l'esordio alla regia dello scrittore Donato Carrisi, La ragazza nella nebbia, tratto da un suo romanzo. Carrisi, che firma anche la sceneggiatura del film, è l'autore italiano di thriller più venduto al mondo, pubblicato in 24 paesi. In Italia ha venduto oltre 1 milione di copie, il suo primo romanzo, "Il Suggeritore", è rimasto in classifica per oltre 30 settimane, vincendo numerosi premi tra cui il premio Bancarella. Prodotto da Maurizio Totti e Alessandro Usai per Colorado Film in collaborazione con Medusa, che ne sarà anche distributore, La Ragazza nella nebbia vede nel cast Toni Servillo, Alessio Boni, Lorenzo Richelmy, Galatea Ranzi, Michela Cescon, Lucrezia Guidone, Daniela Piazza, Ekaterina Buscemi, Thierry Toscan, Jacopo Olmo Antinori, Marina Occhionero, Sabrina Martina, con Antonio Gerardi e con Greta Scacchi e con Jean Reno.
http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura ... b6a8c.html
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 7. Mai 2017 18:38

[Esplora il significato del termine: Toni Servillo e Jean Reno tra caso di cronaca e caso mediatico Il romanzo «La ragazza nella nebbia» di Donato Carrisi diventa film. All’agente speciale Vogel non interessano il dna o le prove. Non cerca la verità, cerca un’audience di Renato Franco, inviato a Nova Levante (Bolzano) shadow 263 «La giustizia non fa ascolti, la giustizia non interessa a nessuno». È la cinica filosofia dell’agente speciale Vogel, investigatore che al buio delle indagini preferisce i riflettori del caso mediatico. A lui non interessano il dna o le prove. Non cerca la verità, cerca un’audience. E si serve dei media per allestire uno spettacolo di cui lui è il burattinaio. È un giallo ma può essere un modo seducente di raccontare la realtà. Così il romanzo di Donato Carrisi La ragazza nella nebbia esce dalle librerie per andare al cinema e lo scrittore debutta alla regia con il film tratto dal suo libro. Toni Servillo è lo scorretto agente speciale Vogel; Jean Reno lo psichiatra Augusto Flores; Alessio Boni il professore di letteratura Loris Martini; Galatea Ranzi la giornalista d’assalto Stella Honer. Il giallo si accende con la scomparsa di una sedicenne dai capelli rossi, il circo mediatico si alimenta grazie alle strategie di Vogel. Spiega Donato Carrisi: «Non credo che dietro l’attenzione per i casi di cronaca ci sia voyeurismo o morbosità. Piuttosto è la paura che ci induce a seguire la cronaca nera, una paura dell’oscurità che va in qualche modo esorcizzata». Ragiona da scrittore e sembra avere una stima per gli esseri umani che forse non meritiamo. Alessio Boni è più critico, soprattutto nei confronti dei mass media: «Non cercano la verità ma un colpevole, trattano i casi come serial a puntate, la tv ha alimentato questo fenomeno: è possibile che i media abbiano più mezzi della polizia per indagare? È possibile che spesso i giornalisti ne sappiano di più degli investigatori? È un’invadenza che nel film si avverte in maniera forte, la denuncia di un sistema distorto». I protagonisti hanno tutti un lato oscuro, nessuno ne esce bene: «Non è mai tutto o bianco o nero — prosegue Boni —, ci sono infinite sfumature, tutti si pongono in un modo che nasconde qualcosa. In tutti noi c’è una percentuale di marcio, ma le convenzioni sociali ci aiutano a tenerla sedata. Il film è anche un modo per sfruculiare le nostri parti oscure». ADVERTISING inRead invented by Teads ] Toni Servillo e Jean Reno
tra caso di cronaca e caso mediatico
Il romanzo «La ragazza nella nebbia» di Donato Carrisi diventa film. All’agente speciale Vogel non interessano il dna o le prove. Non cerca la verità, cerca un’audience


«La giustizia non fa ascolti, la giustizia non interessa a nessuno». È la cinica filosofia dell’agente speciale Vogel, investigatore che al buio delle indagini preferisce i riflettori del caso mediatico. A lui non interessano il dna o le prove. Non cerca la verità, cerca un’audience. E si serve dei media per allestire uno spettacolo di cui lui è il burattinaio. È un giallo ma può essere un modo seducente di raccontare la realtà. Così il romanzo di Donato Carrisi La ragazza nella nebbia esce dalle librerie per andare al cinema e lo scrittore debutta alla regia con il film tratto dal suo libro. Toni Servillo è lo scorretto agente speciale Vogel; Jean Reno lo psichiatra Augusto Flores; Alessio Boni il professore di letteratura Loris Martini; Galatea Ranzi la giornalista d’assalto Stella Honer.

Il giallo si accende con la scomparsa di una sedicenne dai capelli rossi, il circo mediatico si alimenta grazie alle strategie di Vogel. Spiega Donato Carrisi: «Non credo che dietro l’attenzione per i casi di cronaca ci sia voyeurismo o morbosità. Piuttosto è la paura che ci induce a seguire la cronaca nera, una paura dell’oscurità che va in qualche modo esorcizzata». Ragiona da scrittore e sembra avere una stima per gli esseri umani che forse non meritiamo. Alessio Boni è più critico, soprattutto nei confronti dei mass media: «Non cercano la verità ma un colpevole, trattano i casi come serial a puntate, la tv ha alimentato questo fenomeno: è possibile che i media abbiano più mezzi della polizia per indagare? È possibile che spesso i giornalisti ne sappiano di più degli investigatori? È un’invadenza che nel film si avverte in maniera forte, la denuncia di un sistema distorto». I protagonisti hanno tutti un lato oscuro, nessuno ne esce bene: «Non è mai tutto o bianco o nero — prosegue Boni —, ci sono infinite sfumature, tutti si pongono in un modo che nasconde qualcosa. In tutti noi c’è una percentuale di marcio, ma le convenzioni sociali ci aiutano a tenerla sedata. Il film è anche un modo per sfruculiare le nostri parti oscure».
ADVERTISING
inRead invented by Teads


Tempi duri, la visione pessimistica ci sta, concorda Jean Reno: «Nella società contemporanea, nella vita di tutti i giorni, non vedo cattiveria, piuttosto debolezze. La vita è difficile, il futuro complicato, l’economia fa paura, ci sono le guerre. I media sono lo specchio delle angosce che ci circondano, e in più guadagnano dai casi di cronaca, fanno ascolti. Ormai solo l’arte è il luogo dove si può respirare liberamente: solo quando parli di arte ti avvicini alla bellezza e dimentichi l’oscurità in cui siamo immersi». Quanto a oscurità il suo personaggio non ne lesina: «Lo psichiatra che interpreto dedica tutta l’attenzione a Vogel: non vuole che le persone lo guardino, perché non vuole che scoprano chi sia veramente».

Il crimine come business. Tutti ci guadagnano. Le tv che trattano l’evento per settimane e incassano in pubblicità. Parenti e amici delle persone coinvolte che vengono pagati per rilasciare interviste e testimonianze ai giornalisti. «Il crimine crea un indotto — analizza Carrisi —, genera il fenomeno del turismo dell’orrore, i giornali vendono più copie quando trattano di casi di cronaca piuttosto che di notizie di economia, che pure dovrebbero riguardare molto più da vicino l’interesse dei lettori». La ragazza nella nebbia — prodotto da Colorado Film in collaborazione con Medusa —, budget sopra i 4 milioni di euro, arriverà nelle sale a fine ottobre. È ambientato nell’immaginario paese alpino di Avechot, un luogo sospeso nel tempo dove ci sono smartphone ma anche telefoni a disco, tv al plasma e tv con il vecchio tubo catodico, dvd e vhs: «Tutto è in attesa di qualcosa — a parlare è ancora Carrisi —. Gli abitanti credevano di essere al sicuro in mezzo alle montagne, ma scopriranno di aver cresciuto loro il male che li ha colpiti». Come si fa a creare la suspense? A indurre lettori e spettatori ad aver paura? «Io di mio sono un fifone. Andreste a comprare una bistecca da un macellaio vegetariano? Solo chi ha paura può raccontare la paura».http://www.corriere.it/spettacoli/17_ap ... resh_ce-cp
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 7. Mai 2017 20:25

gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 8. Mai 2017 13:18

La ragazza nella nebbia con Servillo e Boni


(di Alessandra Magliaro) (ANSA) - ROMA, 7 MAG - Febbraio. Una notte di nebbia, uno strano incidente stradale su una strada deserta di montagna.
L'uomo alla guida viaggiava da solo. È incolume. Ma i suoi abiti sono sporchi di sangue... è il plot dell'esordio alla regia di Donato Carrisi, lo scrittore best seller. Le riprese sono arrivate all'ultimo ciak per La ragazza nella nebbia, tratto da un suo romanzo. Carrisi ne firma anche la sceneggiatura, è l'autore italiano di thriller più venduto al mondo, pubblicato in 24 paesi. In Italia ha venduto oltre 1 milione di copie, il suo primo romanzo, "Il Suggeritore", è rimasto in classifica per oltre 30 settimane, vincendo numerosi premi tra cui il premio Bancarella.
Prodotto da Maurizio Totti e Alessandro Usai per Colorado Film in collaborazione con Medusa, che ne sarà anche distributore, La Ragazza nella nebbia vede nel cast Toni Servillo, Alessio Boni, Lorenzo Richelmy, Galatea Ranzi, Michela Cescon, Lucrezia Guidone, Daniela Piazza, Ekaterina Buscemi, Thierry Toscan, Jacopo Olmo Antinori, Marina Occhionero, Sabrina Martina, con Antonio Gerardi e con Greta Scacchi e con Jean Reno. La storia ai suoi lettori è nota, protagonista è Vogel - Servillo - fino a poco tempo prima era un poliziotto famoso, una specie di eroe, di quelli che finiscono spesso in tv. Il suo racconto ha inizio sessantadue giorni prima. A due giorni da Natale, nel piccolo paese alpino di Avechot scompare una ragazza di sedici anni, lentiggini e capelli rossi. Il suo nome è Anna Lou. Vogel giunge sul posto. Non ci sono indizi, non ci sono piste da seguire. Potrebbe trattarsi di un semplice allontanamento volontario, di una fuga da casa. Invece lui riesce a convincere tutti che Anna Lou è stata rapita. Prima la comunità locale, poi i media. Perché Vogel è bravo a creare il caso mediatico. A lui non interessano cose come il dna o la polizia scientifica. A lui non interessano le prove. Si serve dei giornalisti e di internet per mettere su uno spettacolo. Non cerca la verità, lui cerca un'audience. Per Carrisi, non e' un triplo salto mortale: ''sono nato sul set come sceneggiatore e producer - ha detto in un'intervista all'ANSA - conosco la macchina, e' come tornare a casa, sul luogo del primo delitto! Io scrivo per immagini, i complimenti che mi arrivano sono che leggere un mio libro e' come guardare un film''.
Le riprese si sono svolte per sette settimane tra Carezza e Nova Levante, Caldaro, Merano, Magrè, Sarentino e Bolzano, gran parte della Val D'ega. "Abbiamo dato vita alla nostra collaborazione con Donato Carrisi - raccontano i produttori di Colorado Film, Maurizio Totti e Alessandro Usai - proprio a Cannes, durante il Festival. Abbiamo voluto puntare sul thriller, su una storia piena di colpi di scena e mistero. Un romanzo - continuano Totti e Usai - che è già stato divorato da centinaia di migliaia lettori. In fondo il nostro lavoro è portare le emozioni al cinema. Questa volta - concludono - investiremo sulla paura". La pellicola è in collaborazione con la IDM Film Commission Sudtirol - Alto Adige, sui set hanno lavorato circa 60 persone, oltre ad attori e generici ed il budget è di 4,5 milioni di euro.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura ... 14bf9.html
gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 11. Mai 2017 08:55

gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: La ragazza della nebbia

Beitragvon gaby » 11. Mai 2017 11:42

gaby
 
Beiträge: 1640
Registriert: 04.2009
Geschlecht:


Zurück zu "Alessio in Film, Fernsehen und Theater"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 1 Gast

cron