Interviews mit Alessio/Interviste

Alles über Alessio als Künstler und Mensch, aktuelle Informationen, Fotos und Links, Interviews, Presse etc.

Tutto su Alessio, artista e uomo, informazione, foto e links, interviste, stampa...

Anything about Alessio as an artist and as a person, informations, picture and links, interviews, press...

Moderatoren: honey379, mingi17, Sweety

AbonnentenAbonnenten: 0
LesezeichenLesezeichen: 0
Zugriffe: 55123

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon gaby » 3. Apr 2014 23:24

01.04.14

Fashion & Photography
Interview: ALESSIO BONI

by Martina Gianmaria

Italian actor Alessio Boni tells the House of Peroni why acting is like group therapy

For many actors the drive to perform comes from something much deeper and more profound than simply a desire to exhibit themselves on the stage or screen – for many it is an unrelenting desire to communicate and connect with other human beings. This is the case for Italian actor Alessio Boni, who says that it comes from a strong need to explore his feelings with others. The actor graduated from the acclaimed Accademia Nazionale d'Arte Drammatica to a television debut on Italian mini-series La Donna del Treno. He has since gone on to cross over into Hollywood films, appearing in The Tourist. In this exclusive shoot for The House of Peroni Alessio Boni wears a selection of Italy's finest clothes from Andrea Pompilio to Missoni.

What do theatre and cinema mean to you?
The reason one decides to be an actor is extremely delicate and subjective. It stems from a desire to communicate something profound to others. Acting is like a barometer for the social and historical context of the time we’re living in. It's a sort of osmosis, an umbilical cord between me and the audience and is, in a way, a form of group therapy.

How do you manage the emotions of inhabiting other characters?
Every character is different – you study them, delve into them, get totally absorbed by the process, and consequently, you are somewhat subjected to some psychological implications. It goes without saying that if the character is light and comic it takes you only a few minutes to get out of it, while if you play a murderer and adopt a criminal mentality, getting out of it requires more time.

How would you describe your relationship with your audience?
I have an excellent relationship with the audience. I like to listen to them; to feel what they’re feeling. The thing I always try to convey is the message: a film, fiction or drama should always leave you with a question. The task of an actor in my opinion is to bravely dispense human feelings, to be a neutral means of communication and an artisan of words. He has to completely forget himself in order to put himself into the shoes of the character he has to interpret. Obviously, he brings much of his life and experience on the stage.

Photography: Martina Gianmaria, Styling: Maurizio Gentile, Clothes: Andrea Incontri, Missoni, Andrea Pompilio and Barbanera shoes
http://thehouseofperoni.com/home/fashio ... ge-gallery
gaby
 
Beiträge: 1950
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon gaby » 5. Mai 2014 16:51

http://www.video.mediaset.it/video/conf ... aggio.html

Alessios Bericht über Zimbabwe für Cesvi bei 36:30
gaby
 
Beiträge: 1950
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon gaby » 23. Jul 2014 21:07

ALESSIO BONI: «VOGLIO UN AMORE IMPOSSIBILE»
Passerà l’estate tra il set e il suo casale in Toscana, destreggiandosi tra copioni e alberi da frutta. Parliamo di Alessio Boni , 48 anni, che in questi giorni sta girando a Palermo la nuova serie di Raiuno La catturandi, sulla lotta alla mafia. «Finalmente sono un cattivo, mentre
Anita Caprioli e Massimo Ghini sono 
i buoni», ci racconta. Lo attendono un autunno e un inverno pieni di progetti: il thriller psicologico Respiri, un docufilm in Brasile, la ripresa dello spettacolo teatrale Il visitatore e la fiction sempre targata Raiuno Il ritorno di Ulisse.

Le manca solo un film da regista.
«Sì, ci penso e ho già un’idea in mente: vorrei raccontare la vicenda, realmente accaduta, di un amore impossibile».

Quando un amore è impossibile?
«Quando non porta a nulla».

Lei, invece, ha sempre bisogno di avere una direzione verso cui andare?
«Non quando sono in moto. È la mia passione. Appena posso prendo il casco 
e via: correre mi dà adrenalina».

E dove va quando cerca un po’ di saggezza?
«Ripenso a mia nonna Maddalena: è 
stata il mio faro, ero sempre con lei quando i miei lavoravano, ci sono cresciuto. Apparteneva al tipo di donna che sa dare consigli per la vita senza accorgersene».

Se dovesse dare lei un consiglio?
«Lottare contro la mentalità di un Paese come l’Italia, dove a 48 anni sei 
considerato giovane e occasioni ai veri giovani se ne danno sempre meno».

Lei andrà anche in Brasile.
«Ci torno per fare un docufilm nelle favelas. Non riesco a dimenticare gli occhi di un bambino di 8 anni che ho conosciuto lì, il padre morto di Aids e cinque fratelli più piccoli da mantenere. Voglio 
portare quello sguardo sullo schermo».

© Riproduzione riservata
Condividi condividi in Facebook condividi in Twitter condividi in Pinterest condividi in Google Plus Love it Grazia
condividi in Facebook condividi in Twitter condividi in Pinterest condividi in Google Plus Love it Grazia

Grazia.it
Arnoldo Mondadori EditoreS.P.A.
© 2011 P.IVA 08386600152

http://www.grazia.it/magazine/intervist ... mpossibile
gaby
 
Beiträge: 1950
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon mingi17 » 27. Jul 2014 20:25

Bild

Hier das Foto zu obigem Artikel, danke Anna.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10294
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon gaby » 27. Aug 2014 17:42

Bildhttp://pergola.telpress.it/news/2014/08/27/2014082700778515410.PDF?n=5438

Bild
gaby
 
Beiträge: 1950
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon mingi17 » 27. Aug 2014 18:38

Übersetzung bzw. Zusammenfassung von "Io divino clochard"
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10294
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon gaby » 26. Sep 2014 18:34

eptember 25, 2014
La Toscana è un virtuoso concertato di note infinite. Intervista ad Alessio Boni
by admin

IN PRIMO PIANO, PERSONAGGI | 2 Comments
admin

Oggi la tramontana cambia il cielo e accarezza, smuove la macchia di confine tra Arezzo e Siena fatta di querce, lecci, corbezzoli verdi come gli impasti materici degli affreschi del Sodoma, del Signorelli di Piero della Francesca. Siamo nel piccolo borgo del 1600 di proprietà dell’attore bergamasco Alessio Boni, che restaurandolo lo ha fatto diventare sua fissa dimora.
A cura di: Francesca Capaccioli
1)Sei un giramondo per natura e per diletto, alla fine però hai scelto di stanziarti in questa parte della Toscana , raccontaci perchè.

“È molto semplice, anni fa ho girato ad Arezzo l’Uomo del Vento e ho avuto modo di conoscere bene questa zona della Toscana, nella quale mi sono sentito subito a mio agio tanto da decidere di comprare casa. Vedendo questo borgo, che all’epoca era un rudere, ho sentito un forte richiamo, poi ho capito il perché…”
2) Sono curiosa, vai avanti. Il tuo richiamo fa pensare a qualche cosa di antico…

“Dopo una ricerca araldica che ho fatto fare sulla famiglia di mio padre, ho scoperto che discendiamo da un patrizio toscano di Cortona, tale Onofrio Boni. Infatti come tu ben sai a Cortona c’è Palazzo Boni e vicolo Boni. Ho scoperto di essere cortonese, un chianino… incredibile no?”
3) Allora non sei un forestiero, sei toscano da generazioni! Come ti senti quando sei qua, come respiri, cosa sussurrano le tue antiche pietre?

“Mi sento a casa, mi sento accolto. Questa terra è un museo all’aperto, ovunque tu guardi c’è qualcosa di poetico: colline, borghi, piazze, paesaggi. Nell’aria che cambia da collina a pianura si respira sempre l’arte, la cultura, la storia di questa terra e delle sue genti. E le mie pietre sussurrano tutto questo, ti fanno pensare , fanno compagnia”.
) E con il “fare toscano” come ti trovi…

“Ammiro voi toscani, siete una grande civiltà , siete riusciti a tramandare tutto il vostro patrimonio culturale nei secoli. La polemica vi appartiene come l’ironia, siete tanti e tanto diversi, siete signori, contadini, artisti, artigiani e la vostra parola è sempre diretta, onesta. La storia della vostra terra vi ha fatto essere quello che siete”.
5) Flora e fauna. Hai preso confidenza con il territorio? Sei “selvatico”?

“Posseggo un oliveto che per me è magnifico, dal quale produco un olio molto buono.

Questa zona è privilegiata, tant’è che ogni volta che viaggio e sono lontano da casa, nella tasca della giacca invece del cellulare ho la mia boccetta d’olio, con la quale condisco sempre i miei piatti. Non me ne separo mai, è un sapore che ti cambia la vita…

La Macchia la esploro con qualsiasi mezzo: dalla bici, alla moto, alla jeep. In questo sono molto selvatico, mi piace il contatto con la terra, le piante, la fauna… escluso me!

È sorprendente: intorno a casa ho cinghiali, volpi, caprioli. Poi spesso quando fumo il mio toscano – quasi sempre di sera - sento melodie incredibili, tutto intorno è musica uccelli, civette, ranocchie, un virtuoso concertato di note infinite. Una meraviglia…“
6) Un luogo scoperto selvaticamente nel tuo girovagare?

“Chiusure, un piccolo borgo che domina la Val d Orcia li capisci perchè la prospettiva è nata in Toscana ..la sosta merita la gioia di gustare il piu buon piatto di pici con vista della Toscana..che volere di più…”
7) Dante o Petrarca?

“Ahah. Dante è cinematografico, il primo film in assoluto, la Divina Commedia è un fotogramma che si snocciola piano piano. Ma anche il poetico e malinconico campo in cui il Petrarca vaga silenzioso e pensoso mi appartiene…”
8) La Toscana ricorre anche nei tuoi due ultimi spettacoli: Piero Ciampi e Giovanni Pascoli. Cos’hai cercato in loro?

“In Ciampi il coraggio di perseguire il suo inconsueto ideale artistico, in Pascoli la capacità di descrivere al livello di un botanico raffinato e di un entomologo le particolarità di fiori, piante e insetti”.
9) Ma il Pascoli non è nato in Toscana!!!

“Vero! È nato a San Mauro in Romagna e come me ha scelto la Toscana per viverci”.
10) Un pensiero?
10) Un pensiero?

“A testimonianza che questa terra stimola l’armonia e l’immaginazione… Lui ha scelto la Garfagnana per trovare serenità e scrivere le sue liriche più significative, come “L’ora di Barga”…”

“Un poco ancora lascia che guardi l’albero, il ragno, l’ape, lo stelo, cose c’han molti secoli o un anno o un’ora, e quelle nubi che vanno…” Giovanni Pascoli.
http://www.toplifemagazine.it/5512-la-t ... ssio-boni/

“Un poco ancora lascia che guardi l’albero, il ragno, l’ape, lo stelo, cose c’han molti secoli o un anno o un’ora, e quelle nubi che vanno…” Giovanni Pascoli.
gaby
 
Beiträge: 1950
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon mingi17 » 30. Sep 2014 17:38

Bild
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10294
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon gaby » 30. Sep 2014 19:50

gaby
 
Beiträge: 1950
Registriert: 04.2009
Geschlecht:

Re: Interviews mit Alessio/Interviste

Beitragvon mingi17 » 9. Okt 2014 18:13

http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv. ... 0-08&vc=32


Hier eine neue Version von Autoritratto, Alessio in der Maske des "Visitatore", es dauert etwa 1:30 bis es angeht, vorher Testbild, bitte verliert nicht die Geduld, sie zeigen Bilder aus Meglio Gioventu, Caravaggio, Rebecca, Walter Chiari, Il dio della carneficina, Il Visitatore.
Händeringen hält einen nur davon ab, die Ärmel aufzukrempeln.
mingi17
 
Beiträge: 10294
Registriert: 01.2008
Wohnort: nahe MÜNCHEN
Geschlecht:

VorherigeNächste

Zurück zu "Alessio Boni"

 

Wer ist online?

Mitglieder in diesem Forum: 0 Mitglieder und 2 Gäste

cron